Array ( [0] => 26 )

Primo piano

  • Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Le rilevazioni della Iata sul trasporto aereo delle merci del 2019 mostrano che è stato il peggiore anno dal 2009, quando scoppiò la crisi macroeconomica da cui il settore è emerso lentamente. Un’eventuale ripresa quest’anno potrebbe essere ostacolata dall’epidemia di coronavirus.

Podcast K44

Normativa

Contship chiede risarcimento per incidente di Pioltello


Il gruppo Contship Italia ha chiesto a Rete Ferroviaria Italiana i danni per i mancati introiti conseguenti all'interruzione della linea ferroviaria a seguito dell'incidente avvenuto a Pioltello lo scorso gennaio. È scritto nell'ultima trimestrale di Eurokai, il gruppo tedesco che controlla Contship, dove si legge che al peggioramento dei risultati finanziari nel primo trimestre dell'anno hanno contribuito anche le restrizioni operative di cui è rimasto vittima il terminal intermodale di Melzo (Milano Rail Hub) a seguito dell'incidente ferroviario accaduto a Pioltello il 25 gennaio. Per questi mancati introiti (si parla di alcuni milioni di euro) Contship Italia chiederà i danni a Rfi se effettivamente verrà accertato che il gestore della rete ferroviaria è il responsabile dell'incidente avvenuto per scarsa o errata manutenzione dei binari.
A inizio febbraio, dopo circa due settimane dall'incidente ferroviario di Pioltello, Contship Italia aveva inviato una nota dove denunciava che il terminal intermodale di Melzo risultava ancora bloccato, con impossibilità, per uno dei più attivi centri intermodali del nord Italia, di far entrare e uscire i treni nazionali e internazionali. "È auspicabile che tutti i soggetti coinvolti lavorino con maggiore rapidità per evitare ulteriori ricadute economiche negative sulle aziende e gli operatori privati, che così tanto hanno investito per il trasporto ferroviario delle merci e per il rilancio della competitività dei porti italiani verso i mercati d'oltre Alpe",» affermava Contship. Che poi aveva aggiunto: "Duole constatare che il tema del trasporto ferroviario delle merci in Italia, al di là del positivo cambio di passo impostato dal ministro Delrio con la cosiddetta cura del ferro, continui a scontare un problema di percezione e strategicità. Non solo per ciò che riguarda lo stato delle infrastrutture, ma anche per ciò che attiene agli impatti sull'ambiente e alle ricadute in termini di competitività delle merci. Competitività che un maggiore trasporto via ferro garantirebbe ai prodotti italiani e agli operatori che servono i mercati che non hanno accesso diretto ai porti nel centro Europa. Questo si evince dal fatto che dopo tredici giorni rimangono ancora fortemente penalizzati, se non completamente interdetti, i collegamenti dei treni merce nella linea oggetto di sequestro da parte della magistratura».

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’Europa riconosce le proroghe dei documenti di camion e autisti

    L’Europa riconosce le proroghe dei documenti di camion e autisti

    Il 20 maggio 2020, il Consiglio d’Europa ha definitivamente approvato il Regolamento che estende all’intera Unione Europea le proroghe attuate da alcuni Paesi sulle scadenze dei documenti degli autisti e le revisioni dei veicoli industriali. Rinvio anche delle tasse portuali.

Logistica

  • Confetra vuole più risorse per i porti

    Confetra vuole più risorse per i porti

    Commentando il Decreto Rilancio, il presidente di Confetra riconosce passi in avanti sulle agevolazioni fiscali, ma chiede maggiori risorse per i porti e un processo di semplificazione.

Mare