Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • Come chiedere gli incentivi per acquisto camion nel 2020 e 2021

    Come chiedere gli incentivi per acquisto camion nel 2020 e 2021

    La Gazzetta Ufficiale numero 206 del 19 agosto 2020 ha pubblicato il Decreto del ministero dei Trasporti del 7 agosto 2020 che stabilisce tempi e modi per ottenere i contributi per l’acquisito di veicoli industriali a basso impatto ambientale e gli equipaggiamenti per il trasporto intermodale nel biennio 2020-2021.

Podcast K44

Normativa

Teleroute aumenta in controlli sulla regolarità delle imprese

Dopo l’acquisizione della spagnola Wtransnet, Teleroute ha avviato un programma per integrarla non solo alla sua rete, ma anche a quella delle controllate Alpega e 123Cargo/Bursa con lo scopo di potenziare il servizio a livello europeo. Infatti, precisa Domenico Schiavone, Sales Manager di Teleroute per il mercato italiano “Wtransnet si è confermato il principale marchio nella penisola iberica; Teleroute, la borsa carichi per antonomasia in Europa centrale e 123Cargo/Bursa, leader del mercato in Romania e in alcuni Paesi dell'Europa dell'Est”. Grazie a tale integrazione e al ponte tecnologico tra le piattaforme, i clienti del Gruppo accedono a 200mila offerte di trasporto giornaliere in tutta Europa e a una vetrina con oltre 70mila professionisti del trasporto affidabili a cui presentare la loro azienda, mentre il Gruppo ha aumentato l’attività del 41%. Oltre all’ampliamento della platea di utenti, Teleroute sta migliorando i servizi con diverse innovazioni.

All’inizio del 2020, la società ha introdotto il servizio di Garanzia di pagamento online, che garantisce il pagamento dei trasporti, in un momento d’incertezza generale causato dall’emergenza della Covid-19. “Questo nuovo servizio, unico nel suo genere, tutela i trasportatori in caso di mancato pagamento e contribuisce alla visione di Teleroute che mira a costruire una rete veramente collaborativa per il settore dei trasporti”, precisa Schiavone. Nei prossimi giorni, Teleroute introdurrà due innovazioni tecniche: la nuova applicazione mobile e la nuova interfaccia Api. Questo strumento permette alle imprese di risparmiare tempo ed evitare errori, perché potranno inserire i loro carichi direttamente dal loro sistema di gestione del trasporto.

Teleroute sta lavorando anche sulla sicurezza, aumentando i controlli sull’accesso di nuove aziende. “L’obiettivo non è solo selezionare l’accesso, ma anche controllare in modo continuo il loro comportamento sulla piattaforma, fornendo strumenti per attivare collaborazioni affidabili tra tutti coloro che fanno parte della nostra comunità di trasporto”, spiega Schiavone. “Per esempio, ciascun cliente ha un punteggio in base al grado di attività e al comportamento rispetto ai pagamenti. Inoltre, per ogni azienda gli utenti possono verificare la data d’iscrizione alla piattaforma e quella di scadenza dei documenti”. La società fornisce anche informazioni provenienti dalle tre piattaforme (123Cargo, Teleroute e Wtransnet) sui precedenti e sul comportamento dell'azienda all’interno della Borsa carichi. “Questo è uno dei servizi più apprezzati dai nostri clienti, in quanto consente loro di avviare nuove collaborazioni in tutta tranquillità”, aggiunge Schiavone.

Per quanto riguarda i pagamenti, Teleroute ha attivato un servizio di mediazione debiti, che ha un tasso di successo del 95% nella riscossione dei pagamenti. “Nel malaugurato caso di mancato pagamento, l'evento viene registrato e il nostro servizio di mediazione agisce per risolvere il conflitto tra le aziende coinvolte. In caso di ritardo nei pagamenti, ad esempio, viene bloccato l'accesso dell'azienda al nostro sistema come misura preventiva fino a quando la questione non viene risolta e l'azienda viene monitorata per garantire che non si verifichino ulteriori ritardi. Se l'azienda non corregge il proprio comportamento, potrebbero essere adottate misure più severe, come sanzioni economiche o addirittura l'espulsione dalla comunità”.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: quando il camion frena da solo

    K44 podcast: quando il camion frena da solo

    Questo episodio del podcast K44 La voce del trasporto parla dell'ultima generazione dei sistemi di rallentamento e franta automatica dei veicoli industriali, che sono uno dei principali sistemi di sicurezza sulla strada.

Logistica

  • Arrestato “emiro vesuviano” per frode fiscale sui carburanti

    Arrestato “emiro vesuviano” per frode fiscale sui carburanti

    La Guardia di Finanza di Napoli ha chiuso l’inchiesta soprannominata Emiro Vesuviano con gli arresti domiciliari di un imprenditore di San Giorgio a Cremano operante nel commercio di carburanti, che avrebbe attuato una frode fiscale da dieci milioni di euro.

Mare

  • DB Schenker scende dalle portacontainer di Maersk

    DB Schenker scende dalle portacontainer di Maersk

    Lo spedizioniere tedesco DB Schenker starebbe lasciando le portacontainer di Maersk perché considera la compagnia marittima danese più un concorrente che un fornitore di servizi, dopo che ha integrato Damco nella sua struttura. Potrebbe essere l'inizio di una tendenza.