Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • Francia investirà tre miliardi nelle idrovie

    Francia investirà tre miliardi nelle idrovie

    Voies Navigables de France ha stabilito il piano d’investimenti fino al 2030, che prevede uno stanziamento fino a tre miliardi di euro per potenziare il trasporto fluviale delle merci. Trecento milioni saranno spesi quest’anno.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Primi problemi per l’autotrasporto dopo la Brexit

    Anche se nei primi giorni del 2021 in cui è entrata concretamente in vigore l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea non si sono registrati ingordi sulle due coste della Manica, sono comunque emersi i primi problemi per gli autotrasportatori. Li ha rilevati l'associazione britannica dell’autotrasporto Road Haulage Association, che in una nota diffusa l’8 gennaio ha evidenziato cinque punti critici importanti, proponendo anche una soluzione. Ricordiamo che i veicoli industriali diretti in Francia quando sbarcano a Calais hanno due corsie: quella definita “verde” dove sono indirizzati i camion completamente in regola con le procedure di frontiera e che quindi una volta sbarcati a Calais potranno procedere senza interruzioni e quella “arancione” dove sono previsti ulteriori controlli, con conseguenti ritardi. Il primo problema riguarda i veicoli che nella dichiarazione di partenza della Common Transit Convention hanno in bianco la casella 51 (Ufficio di transito verso UE), cosa che comporta la deviazione del veicoli nella corsia arancione allo sbarco. Qua l’unica soluzione è compilare questa casella inserendo il corretto ufficio di transito.

    Sempre per quanto riguarda la casella 51 della Common Transit Convention, può risultare un errore a causa del cambiamento del luogo di arrivo del camion e anche in questo caso il veicolo finisce nella corsia arancione. Ciò avviene spesso quando si cambia all’ultimo momento il porto tra Calais e Dunkerque. Finora l’unica soluzione è evitare di cambiare porto di destinazione in Francia. Molte segnalazioni alla RHA riguardano le merci che richiedono controlli sanitari o fitosanitari (indicate in Gran Bretagna con la sigla SPS). È la questione più delicata perché le verifiche appaiono rigorose, come dimostra il sequestro di alimenti, anche panini, scoperti dai doganieri europei nelle cabine dei camion proventi dalla Gran Bretagna. Se manca la notifica o pre-notifica Traces, i veicoli finiscono nella corsia arancione, quindi bisogna assicurarsi che ciò avvenga in modo corretto. Se all’ingresso nella UE l’autista non ha l’originale dell’Export Health Certificate, i doganieri possono fermare il veicolo fino alla ricezione del documento, con attese anche di giorni, oppure può essere respinto in Gran Bretagna. L’unica soluzione è fornire sempre all’autista l’originale, almeno fino a quando non sarà attivato un sistema digitale.

    Sempre per le merci in regime SPS è necessario avere un riferimento nel porto o terminal ferroviario di arrivo in Francia per gestire i documenti. In molti casi, i committenti non abbiano tale figure e quindi il cambio resta fermo all’arrivo. La RHA segnala anche che c’è carenza di questi agenti. Quindi, l’autotrasportatore deve assicurarsi che ci sia un riferimento conosciuto sul posto prima d’imbarcare il veicolo.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

TECNICA

Bruxelles studia la cybersicurezza nei veicoli autonomi

TECNICA

Alleanza tra Iveco e Plus per il camion autonomo

TECNICA

Aggancio automatico del semirimorchio di Jost

TECNICA

K44 Tecno: al volante (virtuale) del nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Boston Dynamics presenta un robot per caricare i camion
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Operazione antimafia nei trasporti e nel commercio di carburanti

LOGISTICA

Strage in magazzino FedEx d’Indianapolis

LOGISTICA

K44 podcast: come cambia l’offerta di lavoro nella logistica

LOGISTICA

Venezia vuole produrre idrogeno verde per il trasporto

LOGISTICA

Alibaba.com con Nola Business Park nel commercio elettronico
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Abbattuto il diaframma della galleria Serravalle del Terzo Valico

CAMIONSFERA

Accordo tra Austria e Germania sulla ferrovia del Brennero

CAMIONSFERA

Dkv avvia il pagamento telematico in Italia

CAMIONSFERA

Bosch produrrà microprocessori per veicoli in Germania

CAMIONSFERA

Dimezzato il potenziamento della ferrovia di Capodistria

CAMIONSFERA

Camionisti scioperano nei Paesi Bassi per aumento salario

CAMIONSFERA

Parte il bando per la galleria del Verghereto sull’E45

CAMIONSFERA

Ancora ritardi nelle consegne di camion in Europa e Usa

CAMIONSFERA

Piano di sorveglianza ministeriale per le gallerie

CAMIONSFERA

K44 podcast: come funziona l’assistenza 24h dei camion

CAMIONSFERA

Assolti due dirigenti Michelin per incidente a camionista

CAMIONSFERA

Bando per formazione autisti container

CAMIONSFERA

La Francia rifinanzia e rilancia la Torino-Lione

CAMIONSFERA

Ferrovie tedesche in contropiede sulla frana del Reno

CAMIONSFERA

Il Canale di Suez sta potenziando la sicurezza della navigazione
previous arrow
next arrow
Slider