Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • K44 videocast: aziende clonate per rubare il carico

    K44 videocast: aziende clonate per rubare il carico

    Aumentano i casi di furto d’identità delle aziende di autotrasporto per rubare merce di valore direttamente sulle ribalte di carico. Questo episodio del videocast K44 Risponde spiega come avviene questo furto e come prevenirlo.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

Autotrasporto

    Primi problemi per l’autotrasporto dopo la Brexit

    Anche se nei primi giorni del 2021 in cui è entrata concretamente in vigore l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea non si sono registrati ingordi sulle due coste della Manica, sono comunque emersi i primi problemi per gli autotrasportatori. Li ha rilevati l'associazione britannica dell’autotrasporto Road Haulage Association, che in una nota diffusa l’8 gennaio ha evidenziato cinque punti critici importanti, proponendo anche una soluzione. Ricordiamo che i veicoli industriali diretti in Francia quando sbarcano a Calais hanno due corsie: quella definita “verde” dove sono indirizzati i camion completamente in regola con le procedure di frontiera e che quindi una volta sbarcati a Calais potranno procedere senza interruzioni e quella “arancione” dove sono previsti ulteriori controlli, con conseguenti ritardi. Il primo problema riguarda i veicoli che nella dichiarazione di partenza della Common Transit Convention hanno in bianco la casella 51 (Ufficio di transito verso UE), cosa che comporta la deviazione del veicoli nella corsia arancione allo sbarco. Qua l’unica soluzione è compilare questa casella inserendo il corretto ufficio di transito.

    Sempre per quanto riguarda la casella 51 della Common Transit Convention, può risultare un errore a causa del cambiamento del luogo di arrivo del camion e anche in questo caso il veicolo finisce nella corsia arancione. Ciò avviene spesso quando si cambia all’ultimo momento il porto tra Calais e Dunkerque. Finora l’unica soluzione è evitare di cambiare porto di destinazione in Francia. Molte segnalazioni alla RHA riguardano le merci che richiedono controlli sanitari o fitosanitari (indicate in Gran Bretagna con la sigla SPS). È la questione più delicata perché le verifiche appaiono rigorose, come dimostra il sequestro di alimenti, anche panini, scoperti dai doganieri europei nelle cabine dei camion proventi dalla Gran Bretagna. Se manca la notifica o pre-notifica Traces, i veicoli finiscono nella corsia arancione, quindi bisogna assicurarsi che ciò avvenga in modo corretto. Se all’ingresso nella UE l’autista non ha l’originale dell’Export Health Certificate, i doganieri possono fermare il veicolo fino alla ricezione del documento, con attese anche di giorni, oppure può essere respinto in Gran Bretagna. L’unica soluzione è fornire sempre all’autista l’originale, almeno fino a quando non sarà attivato un sistema digitale.

    Sempre per le merci in regime SPS è necessario avere un riferimento nel porto o terminal ferroviario di arrivo in Francia per gestire i documenti. In molti casi, i committenti non abbiano tale figure e quindi il cambio resta fermo all’arrivo. La RHA segnala anche che c’è carenza di questi agenti. Quindi, l’autotrasportatore deve assicurarsi che ci sia un riferimento conosciuto sul posto prima d’imbarcare il veicolo.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Sponsorizzato

  • Cosa offre Amazon Relay ai trasportatori

    Cosa offre Amazon Relay ai trasportatori

    Amazon necessita di sempre maggiore capacità di trasporto, che viene alimentata grazie ad un programma dedicato, chiamato Amazon Relay. Ecco come funziona e come le imprese di autotrasporto vi possono aderire.
Contributi per camion a rischio per carenza di componenti

TECNICA

Contributi per camion a rischio per carenza di componenti
K44 podcast, i due nuovi volti del Mercedes Actros

TECNICA

K44 podcast, i due nuovi volti del Mercedes Actros
Iveco sospende la produzione per carenza di componenti

TECNICA

Iveco sospende la produzione per carenza di componenti
Il videocast K44 esplora il nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Il videocast K44 esplora il nuovo Renault Trucks T
Fassi presenta la gru elettrica per camion

TECNICA

Fassi presenta la gru elettrica per camion
previous arrow
next arrow
Gruber Logistics investe sul porto di Trieste

LOGISTICA

Gruber Logistics investe sul porto di Trieste
Camionista indagato per incidente mortale a Bologna

LOGISTICA

Camionista indagato per incidente mortale a Bologna
Bomi cresce in Brasile acquisendo Linex

LOGISTICA

Bomi cresce in Brasile acquisendo Linex
Lgd denuncia l’assedio da parte del SiCobas

LOGISTICA

Lgd denuncia l’assedio da parte del SiCobas
Scioperi nella logistica all’Interporto di Bologna e alla FedEx

LOGISTICA

Scioperi nella logistica all’Interporto di Bologna e alla FedEx
previous arrow
next arrow
Gran Bretagna allenta i lacci del cabotaggio stradale

BREXIT

Gran Bretagna allenta i lacci del cabotaggio stradale
Italmondo crea sdoganamento in Belgio per trasporti in GB

BREXIT

Italmondo crea sdoganamento in Belgio per trasporti in GB
Peggiora la crisi logistica in Gran Bretagna

BREXIT

Peggiora la crisi logistica in Gran Bretagna
Albanesi si offrono gratis come camionisti in GB

BREXIT

Albanesi si offrono gratis come camionisti in GB
I militari guidano le autocisterne britanniche

BREXIT

I militari guidano le autocisterne britanniche
previous arrow
next arrow
Contributi per camion a rischio per carenza di componenti

CAMIONSFERA

Contributi per camion a rischio per carenza di componenti
Prima sentenza italiana sul cartello dei camion

CAMIONSFERA

Prima sentenza italiana sul cartello dei camion
Austria imporrà il Green Pass ma non a tutti i camionisti

CAMIONSFERA

Austria imporrà il Green Pass ma non a tutti i camionisti
I dipendenti della Fas commemorano Nicola D’Arcangelo

CAMIONSFERA

I dipendenti della Fas commemorano Nicola D’Arcangelo
Il camionista è tra i lavori meno pagati in Germania

CAMIONSFERA

Il camionista è tra i lavori meno pagati in Germania
Primo aumento per il contratto nazionale Trasporto, Logistica e Spedizione

CAMIONSFERA

Primo aumento per il contratto nazionale Trasporto, Logistica e Spedizione
Aggiornati i chiarimenti sul Green Pass nel trasporto

CAMIONSFERA

Aggiornati i chiarimenti sul Green Pass nel trasporto
Autostrada viaggiante respinta dal Green Pass

CAMIONSFERA

Autostrada viaggiante respinta dal Green Pass
Cresce la richiesta di riforma della Cqc in Europa

CAMIONSFERA

Cresce la richiesta di riforma della Cqc in Europa
L’ultimo miglio ferroviario è il grande assente nel Pnrr

CAMIONSFERA

L’ultimo miglio ferroviario è il grande assente nel Pnrr
Tamponi per autotrasportatori al porto di Genova

CAMIONSFERA

Tamponi per autotrasportatori al porto di Genova
Autotrasporto unito contro esenzione Green Pass agli stranieri

CAMIONSFERA

Autotrasporto unito contro esenzione Green Pass agli stranieri
Autostrade Italia risarcisce 1,5 miliardi a Genova

CAMIONSFERA

Autostrade Italia risarcisce 1,5 miliardi a Genova
Obbligo di Green Pass costerà all’autotrasporto 70 milioni

CAMIONSFERA

Obbligo di Green Pass costerà all’autotrasporto 70 milioni
Camionisti stranieri senza obbligo del Green Pass

CAMIONSFERA

Camionisti stranieri senza obbligo del Green Pass
previous arrow
next arrow