Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Cronaca

Normativa

Mare

  • I doganieri di Genova entrano in agitazione

    I doganieri di Genova entrano in agitazione

    Sei sigle sindacali dichiarano lo stato di agitazione dei dipendenti dell’Ufficio delle Dogane di Genova contro il degrado e la carenza di personale. Possibili in futuro disagi nell’import-export del porto.

    Londra aumenta le sanzioni per i clandestini sui camion

    Per contrastare ulteriormente l’ingresso clandestino d’immigrati a bordo dei veicoli industriali, che spesso avviene all’insaputa dell’autista, il 13 febbraio 2023 la Gran Bretagna inasprirà le sanzioni verso gli autotrasportatori. Il provvedimento si chiama “Clandestine Entrant Penalty Scheme” e oltre a determinare le sanzioni contiene indicazioni per gli autisti e una lista per verificare la sicurezza del veicolo. Il nuovo schema prevede sanzioni sia nel caso in cui il veicolo non sia stato messo in sicurezza secondo le linee guida fornite dal Governo, sia per il conducente del camion.

    Nel caso in cui uno o più clandestini siano trovati a bordo di un veicolo industriale che non segue le linee guida sulla sicurezza, è prevista una sanzione massima di 6.000 sterline (circa 6.800 euro) a persona per ogni evento, con un massimo di 12mila sterline (circa 13.600 euro). La cifra minima da cui partire può variare in base a quante volte la persona sanzionata ha commesso questo illecito. Se è la prima volta in cinque anni, la sanzione parte da 1.500 sterline (1.700 euro), se ha già avuto un precedente parte da 3.000 sterline (3.400 euro) e se ha avuto due o più precedenti diventa 6.000 euro. È prevista una riduzione del 50% se il responsabile aderisce al programma Civil Penalty Accreditation Scheme, con un ulteriore riduzione del 50% se il responsabile non è il conducente oppure se non era presente durante il viaggio del veicolo o del semirimorchio verso la Gran Bretagna.

    Il conducente del veicolo che trasporta i clandestini potrà ricevere una sanzione massima di 10mila sterline (11.380 euro) per ogni immigrato trovato a bordo, con un massimo di 20mila sterline (22.760 euro) nel caso di più immigrati. Anche in questo caso la sanzione è modulata sui precedenti: se non ve ne sono negli ultimi cinque anni la sanzione massima è di 6.000 sterline, che diventano 10mila sterline nel caso di uno o più precedenti. Si avrà una riduzione del 50% se l’autista aderisce al programma Civil Penalty Accreditation Scheme, con un ulteriore 50% se non era presente durante il viaggio del semirimorchio verso la Gran Bretagna e un ulteriore 50% se non è l’autista e non era presente durante il viaggio del rimorchio.

    Nel caso in cui l’autista sia un dipendente, il suo datore di lavoro è responsabile in solido per la sanzione comminata all’autista e ciò vale anche se l’autista non è dipendente ma ha un contratto con il proprietario del veicolo. Sono previste riduzioni – a discrezione della Segreteria di Stato - per le imprese che dimostrano di avere bassi livelli di fatturato, per esempio il 75% per quelle che hanno un fatturato inferiore a 2 milioni di sterline e meno di dieci dipendenti.

    Per la prevenzione, il nuovo provvedimento prevede tre passaggi: sicurezza, controllo e registrazione. Nel primo caso, dopo avere caricato il veicolo, gli autisti devono fissare bene le funi delle centine in tutti gli occhielli e avvolgitori e fissare l’estremità con un sigillo o un lucchetto numerato in modo univoco (il cui numero va indicato sulla lista di controllo). Se durante il viaggio l’autista deve aprire la centina, deve ripetere questa operazione con un altro dispositivo di sicurezza o sigillo. Anche le furgonature devono essere chiuse con un sigillo, un lucchetto o altro dispositivo di sicurezza.

    Durante il viaggio, gli autisti devono verificare che il veicolo non mostri segni di accesso non autorizzato. In particolare, ciò va fatto dopo ogni sosta. Devono anche controllare i lati, il tetto e i compartimenti esterni del veicolo. Tutti i controlli svolti devono essere indicati in una lista, annotando la data, l’ora e il luogo di ogni controllo.

    Questo inasprimento delle sanzioni e aumento della complessità dei controlli svolti dall’autotrasportatore sicuramente non incentiverà le imprese di autotrasporto continentali a svolgere trasporti verso la Gran Bretagna. Ne è consapevole l’Iru, che ricorda che finora le misure di sicurezza imposte da Londra sono costate ai vettori oltre un miliardo di sterline l’anno. "Questi cambiamenti sono sbagliati e non mirano alle cause principali degli ingressi clandestini”afferma il responsabile dell’Iru per la difesa dell’UE, Raluca Marian.

    Egli ammonisce che "gli enormi aumenti delle sanzioni, combinati con la soppressione della presunzione di innocenza per i camionisti e gli operatori del trasporto, dissuaderanno un numero ancora maggiore d’imprese di trasporto dal percorrere queste cruciali rotte attraverso la Manica, senza fornire una soluzione alla sfida dell'immigrazione clandestina. Ciò aumenterà i costi di trasporto, i rischi, i ritardi e l'instabilità delle catene di approvvigionamento".

    Marian conclude dichiarando che "le soluzioni devono affrontare le cause del problema e non limitarsi a dare per scontato che la colpa sia delle imprese di trasporto e degli autisti. Dovremmo piuttosto incoraggiare le aziende di trasporto su strada che hanno investito in misure di sicurezza adeguate per i loro conducenti, veicoli e operazioni". Si possono scaricare i pdf sui nuovi provvedimenti imposti dalla Gran Bretagna al seguente indirizzo web:

    https://www.gov.uk/government/publications/clandestine-entrant-civil-penalty-scheme

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Aereo

  • Un oligarca russo vuole l’aeroporto tedesco di Hahn

    Un oligarca russo vuole l’aeroporto tedesco di Hahn

    L'oligarca russo Viktor Charitonin intende acquisire la società che gestisce l’aeroporto tedesco di Hahn, che è messa in vendita dal curatore fallimentare. In lizza anche un secondo candidato, finora anonimo.

Ferrovia

I camion di Volvo Trucks a biogas toccano i 500 CV

TECNICA

I camion di Volvo Trucks a biogas toccano i 500 CV
Sperimentazione di trattore portuale autonomo a Tallin

TECNICA

Sperimentazione di trattore portuale autonomo a Tallin
K44 video | un giro sull’elettrico Volta Zero

TECNICA

K44 video | un giro sull’elettrico Volta Zero
Nuovo transpallet Hyster fino a due tonnellate

TECNICA

Nuovo transpallet Hyster fino a due tonnellate
K44 podcast | evoluzione dei camion tra diesel ed elettrico

TECNICA

K44 podcast | evoluzione dei camion tra diesel ed elettrico
previous arrow
next arrow
Passaggio di generazione ai vertici di BCube

LOGISTICA

Passaggio di generazione ai vertici di BCube
Gruber Logistics espande la rete fino in Turchia

LOGISTICA

Gruber Logistics espande la rete fino in Turchia
Priorità ai camion elettrici nel porto di Göteborg

LOGISTICA

Priorità ai camion elettrici nel porto di Göteborg
Novara approva l’espansione a est dell’interporto

LOGISTICA

Novara approva l’espansione a est dell’interporto
Secondo sequestro da 24 milioni alla BRT

LOGISTICA

Secondo sequestro da 24 milioni alla BRT
previous arrow
next arrow
Iniziato l’embargo UE sul gasolio russo

ENERGIE

Iniziato l’embargo UE sul gasolio russo
Alleanza per cento stazioni di rifornimento d’idrogeno

ENERGIE

Alleanza per cento stazioni di rifornimento d’idrogeno
I distributori revocano il fermo dei carburanti

ENERGIE

I distributori revocano il fermo dei carburanti
FS investe 130 milioni nell’autoproduzione solare di elettricità

ENERGIE

FS investe 130 milioni nell’autoproduzione solare di elettricità
Braccio di ferro tra distributori e Governo, fermo confermato

ENERGIE

Braccio di ferro tra distributori e Governo, fermo confermato
previous arrow
next arrow
K44 podcast | come Scania affronta la carenza di meccanici

SERVIZI

K44 podcast | come Scania affronta la carenza di meccanici
Ital Brokers ha aumentato il capitale per la crescita

SERVIZI

Ital Brokers ha aumentato il capitale per la crescita
K44 podcast | Sanilog, uno strumento per la salute

SERVIZI

K44 podcast | Sanilog, uno strumento per la salute
Integrazione nella digitalizzazione per trasporti e logistica

SERVIZI

Integrazione nella digitalizzazione per trasporti e logistica
Sotto attacco il software ShipManager per il trasporto marittimo

SERVIZI

Sotto attacco il software ShipManager per il trasporto marittimo
Dkv cresce nella logistica digitale con Lis

SERVIZI

Dkv cresce nella logistica digitale con Lis
Trimble sta acquisendo Transporeon per 1,88 miliardi di euro

SERVIZI

Trimble sta acquisendo Transporeon per 1,88 miliardi di euro
Finanza integrata per portarla senza intermediari nella logistica

SERVIZI

Finanza integrata per portarla senza intermediari nella logistica
Dkv cresce nella gestione flotte con InNuce

SERVIZI

Dkv cresce nella gestione flotte con InNuce
Dachser acquisisce un produttore tedesco di software

SERVIZI

Dachser acquisisce un produttore tedesco di software
Still rinnova l’offerta dei carrelli usati con tre livelli

SERVIZI

Still rinnova l’offerta dei carrelli usati con tre livelli
Integrazione tra Golia e Timocom per l’autotrasporto digitale

SERVIZI

Integrazione tra Golia e Timocom per l’autotrasporto digitale
Sanilog sostiene la formazione di giovani emato-oncologi

SERVIZI

Sanilog sostiene la formazione di giovani emato-oncologi
Nuova piattaforma digitale per il trasporto combinato

SERVIZI

Nuova piattaforma digitale per il trasporto combinato
K44 video | una nuova proposta per il telepedaggio

SERVIZI

K44 video | una nuova proposta per il telepedaggio
previous arrow
next arrow