Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Nuovo obbligo per registrare autisti in Francia


Il Decreto numero 2017-751 del 3 maggio 2017 impone che i lavoratori stranieri che lavorano in Francia sulla base del distacco transnazionale devono registrarsi nel portale telematico Sipsi, pagando un'imposta di 40 euro. Ciò vale anche per gli autisti di veicoli industriali con targa estera che svolgono attività di cabotaggio stradale e di trasporto internazionale con carico o scarico in territorio francese. Secondo il Decreto, questo provvedimento dovrebbe entrare in vigore il 1° gennaio 2018, ma l'associazione Assotir, riportando le informazioni ricevuti dalla francese Unostra, afferma che non sarà possibile mantenere questa scadenza, a causa della mole delle attività tecniche e legale da svolgere per attuarla.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Falso allarme sull’aumento delle accise gasolio per camion

    Falso allarme sull’aumento delle accise gasolio per camion

    I giornali di agosto hanno lanciato l'allarme sull’aumento delle accise sul gasolio e Conftrasporto minaccia il fermo dell’autotrasporto. Ma per ora è solo un’ipotesi di lavoro del ministero dell’Ambiente, che comunque escluderebbe i veicoli industriali.

Logistica

Mare

  • Collaborazione tra i porti di Venezia e Amburgo

    Collaborazione tra i porti di Venezia e Amburgo

    L’ Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale ha avviato una collaborazione con alcuni enti italiani e tedeschi per sviluppare tecnologie terminalistiche e doganali col porto di Amburgo.