Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Podcast K44

Normativa

Indotto Ilva entra in agitazione


Se veramente ArcelorMittal si ritirerà dall'Ilva, il futuro dell'azienda siderurgica diventa incerto e un'eventuale chiusura dell'impianto di Taranto trascinerebbe anche centinaia d'imprese dell'indotto. Secondo Trasportounito, potrebbero rischiare almeno duecento imprese di autotrasporto, che contano un migliaio di addetti. Queste aziende non operano solamente a Taranto, ma anche negli impianti di Genova, Novi Ligure e Venezia e molte di loro non hanno ancora chiuso i conti relativi ai servizi svolti prima del commissariamento, vantando un credito complessivo di almeno quindici milioni di euro. "Il contenzioso con le gestioni commissariali si somma drammaticamente con le conseguenze della crisi odierna, costringendo l'autotrasporto a porre in atto tutte le misure possibili di protesta per scongiurare la chiusura delle aziende e un vero e proprio dramma occupazionale", ha dichiarato Gianni Rendina, coordinatore Trasportounito Puglia.
Il vice-presidente di Conftrasporto, Paolo Uggè, sollecita un intervento urgente del Governo ricordando che "la situazione che si è venuta a creare pesa anche sulle aziende di autotrasporto che da sempre servono gli stabilimenti dell'Ilva di Taranto, Genova, Novi Ligure e Venezia, già duramente provate dallo stato di incertezza in cui ormai da anni versa il più grande stabilimento siderurgico d'Europa, con ogni inerente conseguenza in termini di ritardo nei tempi di pagamento, riduzione dei volumi produttivi, diminuzione del fatturato e perdita di posti di lavoro". Anche i sindacati dell'indotto stanno muovendosi e hanno proclamato uno sciopero di 24 ore dalle 7.00 dell'8 novembre che interesserà tutti gli stabilimenti del Gruppo Ilva.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

Mare