Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • Decreto Flussi apre agli immigrati nell’autotrasporto

    Decreto Flussi apre agli immigrati nell’autotrasporto

    Il Decreto Flussi pubblicato nella Gazzetta Ufficiale numero 252 del 12 ottobre 2020 comprende tra le categorie di lavoratori ammesse, in numero chiuso, all’immigrazione in Italia anche gli autisti di veicoli industriali operanti nell’autotrasporto in conto terzi. Soddisfatta l’Anita.

Podcast K44

Normativa

Girteka continua a crescere e cambierà sede


Nel 2018, Girteka Logistics ha assunto ben quattromila persone, la maggior parte dei quali autisti , ma anche cinquecento addetti all'amministrazione. Solo questo dato mostra l'impressionate crescita dell'azienda di autotrasporto lituana, che è nata nel 1996 ha cominciato l'attività con un solo veicolo. Oggi, la sua flotta conta 5600 veicoli industriali motorizzati e 5800 rimorchi, impiegando 14.200 addetti e ben sette società del Gruppo rientrano tra le prime venti della Lituania per numero di dipendenti: Girmeta, ME Transportas, Girtrans, Trasis, Termolita, KLP Transport e Termotrans. "Lo scorso anno abbiamo assunto non solo autisti di camion, ma anche professionisti esperti provenienti dai reparti Vendite, IT, Business Development, Marketing, Trasporti e Logistica, Finanza, Risorse Umane e altri settori", ha dichiarato Aušra Bijaminienė, responsabile delle Risorse Umane, aggiungendo che nel 2019 saranno assunte altre quattromila persone, con l'obiettivo di raggiungere i 23mila dipendenti entro il 2021, di cui ventimila autisti, e una flotta di 10mila camion.
La società lituana sta crescendo anche all'estero e a febbraio 2019 ha inaugurato la filiale di Poznan, in Polonia. "Entro la fine di quest'anno, vogliamo impiegare in questa filiale 750 autisti alla guida di una flotta di trecento veicoli industriali", ha dichiarato Donatas Načajus, Ceo di Girteka Logistics. La nuova filiale avrà anche un centro di formazione per gli autisti, simile a quelle già attive a Vilnius, Šiauliai e Smolensk. Sulla posizione della sede, Načajus spiega che "Poznan è ideale per la vicinanza al confine tedesco e all'autostrada A2, una delle principali arterie europee. Inoltre, Poznan ha una delle migliori università tecniche polacche, che ci darà accesso al ricco pool di specialisti della gestione dei trasporti che vi studiano".
L'annuncio più recente riguardo all'espansione Girteka lo ha diffuso il 17 aprile presentando il nuovo quartier generale che sorgerà nel 2021 a Vilnius su un'area di sedici ettari che ospiterà diversi edifici amministrativi, un centro servizi per camion e un centro commerciale e di servizi. Per questo progetto, la società intende investire sessanta milioni di euro. "Il trasloco in una nuova sede segnerà simbolicamente il nostro 25° anniversario", dichiara Edvardas Liachovičius, Ceo di Girteka Logistics. Il Girteka Campus, così si chiamerà la nuova sede, sorgerà vicino all'aeroporto di Vilnius e vi lavoreranno 2100 persone. La costruzione comincerà nella primavera del 2020.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

  • Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio

    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio

    A due anni dalla sua introduzione in Italia, il servizio di trasporto espresso di pallet Astre Plus si espande anche all’estero. Il direttore Davide Napolitano spiega le caratteristiche che lo distinguono dai servizi tradizionali e i vantaggi per affiliati e clienti.

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

Mare

  • Tirrenia vuole chiudere alcune rotte con la Sardegna

    Tirrenia vuole chiudere alcune rotte con la Sardegna

    L’amministratore delegato di Tirrenia, Massimo Mura, ha annunciato che dal 1° dicembre la compagnia eliminerà alcuni collegamenti in regime di continuità territoriale con la Sardegna a causa dell’incertezza sulla proroga della convenzione.