Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Confisca per mafia ad autotrasportatore trapanese


Secondo la Dia, Gagliano sarebbe solo un prestanome nella sua funzione di amministratore della cooperativa di autotrasporto, che invece rientrerebbe nel patrimonio dell'esponente mafioso Ignazio Miceli, nel frattempo deceduto, il cui patrimonio è stato già confiscato dal Tribunale di Trapani. Gagliano, che non ha ricevuto condanne per mafia, dovrà anche subire la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, con obbligo di soggiorno nel comune di dimora per la durata di tre anni.
In una nota, la Dia spiega che l'AFM Autofrigo "è stata al centro di una vasta inchiesta giudiziaria condotta dalla DDA partenopea sulle infiltrazioni mafiose nel circuito della grande distribuzione ortofrutticola dell'agro pontino". La vicenda rientra in una più ampia operazione iniziata nel 2005, quando la Procura Distrettuale di Napoli scoprì all'interno del mercato ortofrutticolo di Fondi una spartizione degli affari da parte di alcune organizzazioni malavitose e un monopolio dell'autotrasporto gestito dal clan dei Casalesi, ala Schiavone.
Questo clan della Camorra aveva stretto un'alleanza con imprenditori legati alla mafia siciliana che faceva capo a Gaetano Riina, fratello di Salvatore, che da anni risedeva nella provincia di Trapani. "Beneficiario principale, sul versante siciliano della provincia di Trapani, dell'accordo affaristico mafioso tra gli esponenti camorristi dei casalesi e i mafiosi trapanesi sarebbe stato appunto l'impresa AFM Autofrigo Marsala, gestita da Ignazio Miceli e Carmelo Gagliano", scrive la Dia.
Tra i beni confiscati oggi, ci sono terreni, fabbricati, il capitale sociale e il compendio aziendale della società di autotrasporto LGF Trasporti di Mazara del Vallo, veicoli e conti correnti bancari, per un valore complessivo di 1,8 milioni di euro.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    Questo episodio di K44 La voce del trasporto spiega che cosa si deve fare, che cosa non si deve fare e che cosa è consigliato fare nel caso un veicolo industriale sia coinvolto in un incidente di qualsiasi tipo.

Logistica

  • Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    La Guardia di Finanza di Parma ha sequestrato undici milioni di euro a due cooperative del Gruppo Taddei che operano nella logistica per evasione fiscale. Occupano quasi un migliaia di persone, tra soci e dipendenti.

Mare

  • Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Alla Camera è in corso la discussione su un emendamento al Decreto Rilancio che stabilisce con chiarezza l’impossibilità dell'autoproduzione nelle operazioni di rizzaggio e derizzaggio dei traghetti. E si scalda lo scontro tra armatori e sindacati.