Array ( [0] => 31 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Scoperti due camion carichi di hashish e marijuana


Mentre la cocaina entra in Italia prevalentemente attraverso container sbarcati nei principali porti, hashish e marijuana viaggiano anche su strada, caricati su autoarticolati che formalmente trasportano prodotti legali e in gran parte provenienti dall'estero. Due di questi veicoli sono stati intercettati nel giro di un paio di giorni, alla fine di agosto, dalla Guardia di Finanza e dalla Polizia Stradale. La prima scoperta è avvenuta a Ventimiglia, vicino al confine con la Francia, dove una pattuglia della locale Compagnia della Guardia di Finanza ha fermato un autoarticolato spagnolo. Durante il controllo dei documenti relativi al carico, formato da rotoli di prato artificiale, i Finanzieri hanno rilevato una documentazione fiscale incompleta, che li ha spinti a un controllo fisico nel semirimorchio. Dopo essersi arrampicati sui rotoli, i militi hanno trovato nella terza fila del carico alcuni sacchi di plastica che contenevano hashish e marijuana, mentre altre buste e borse con la droga sono state scoperte nel comparto porta-attrezzi e nella cabina del trattore. Complessivamente, i Finanzieri hanno trovato 18 panetti di hashish, dal peso di dieci chili, e 24 buste di marijuana, per un peso di 74 kg, destinati in Veneto. Dopo il sequestro del carico e del veicolo, l'autista è stato denunciato per traffico internazionale di stupefacenti.
Più a sud, vicino a Bitonto (Bari), una pattuglia della Polizia Stradale ha fermato lungo l'autostrada A14 un camion che viaggiava in direzione nord. In questo caso, gli agenti sono stati insospettiti dall'atteggiamento nervoso dell'autista, che li ha indotti a un controllo del vano di carico, dove hanno visto una struttura metallica usata per trasportare vetro assicurata al cassone in modo maldestro e non segnata sulla carta di circolazione. Dopo averla smontata, gli agenti hanno trovato un doppiofondo con 50 pacchi che contenevano 84 chili di marijuana. Anche in questo caso, la Polstrada ha sequestrato il veicolo e arrestato il conducente.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’Europa riconosce le proroghe dei documenti di camion e autisti

    L’Europa riconosce le proroghe dei documenti di camion e autisti

    Il 20 maggio 2020, il Consiglio d’Europa ha definitivamente approvato il Regolamento che estende all’intera Unione Europea le proroghe attuate da alcuni Paesi sulle scadenze dei documenti degli autisti e le revisioni dei veicoli industriali. Rinvio anche delle tasse portuali.

Logistica

  • Confetra vuole più risorse per i porti

    Confetra vuole più risorse per i porti

    Commentando il Decreto Rilancio, il presidente di Confetra riconosce passi in avanti sulle agevolazioni fiscali, ma chiede maggiori risorse per i porti e un processo di semplificazione.

Mare