Array ( [0] => 11 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Sindacati divisi sulla vertenza Coros


Alla fine di novembre 2019, la cooperativa Coros ha inviato lettere di licenziamento ai suoi 280 dipendenti, oltre a non rinnovare sessanta contratti a termine che scadranno il 31 dicembre, dopo la decisione di Mle Bcube di recedere dall'appalto con cui negli ultimi cinque anni ha svolto la movimentazione delle merci nella cargocity di Malpensa. Lo ha annunciato il 30 novembre il sindacato di base Cub Trasporti. Secondo il sindacato di base, la società vuole "scremare gli attuali organici assumendo solo una parte dei lavoratori Coros, quelli più disponibili a piegare la testa".
Dopo l'invio delle lettere di licenziamento si è aperta una trattativa che ha visto da una parte le tre sigle confederali Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti e quella autonoma Ugl e dall'altra i rappresentanti di Mle Bcube. Dopo il primo incontro alla Prefettura di Varese, i sindacati confederali hanno espresso soddisfazione perché l'azienda ha dichiarato di voler assumere direttamente i lavoratori della Coros, passandoli dal contratto Logistica e Trasporto Merci a quello di Assohandlers. Inoltre, i confederali dichiarano che la società intendere stabilizzare i precari. Il Cub Trasporti si oppone, sostenendo che l'azienda non vuole trattare con la sigla e annunciando uno sciopero per il 13 ottobre.
Alla Malpensa Mle Bcube serve anche il trasporto aereo delle spedizioni di Amazon, che arriva all'aeroporto lombardo con voli di Asl Airlines France da East Midlands, Colonia e Hannover. Anche in questo caso Cub Trasporti ha aperto una vertenza con la società, affermando che usa personale interinale di Gigroup usando più interinali di quanto consentito. Dopo questa vertenza, Mle Bcube ha trasformato gli interinali in lavoratori a termine, mentre il sindacato di base chiede il tempo indeterminato. Le merci di Amazon sono movimentate nell'edificio che prima era usato da Beta Trans.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Etsc chiede più sicurezza per i veicoli industriali

    Etsc chiede più sicurezza per i veicoli industriali

    Secondo un rapporto dell’European Transport Safety Council, un morto sulle strade europee su quattro è avvenuto in incidenti stradali che hanno coinvolto i camion. L’organizzazione chiede regole più stringenti per la sicurezza dei veicoli pesanti.

Logistica

Mare