TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Marcevaggi e Spezzano entrano nell’Elite di Borsa Italiana

E-mail Stampa PDF

Le due aziende di autotrasporto hanno aderito al programma dedicato alle imprese che cercano partner e risorse per sviluppare l'attività.


Marcevaggi Star camion containerDue società di autotrasporto, una lombarda e l'altra calabrese, figurano fra le 50 imprese che sono appena entrate a far parte di Elite, il programma di Borsa Italiana e Confindustria nato nel 2012 per supportare le aziende nella realizzazione dei loro progetti di crescita. Le nuove imprese che oggi iniziano il proprio percorso provengono da tredici Regioni e operano in diciannove settori, tra cui Industria, Servizi, Ict e Health Care. A questo giro sono solo due quelle di logistica e si tratta più nello specifico dei gruppi Marcevaggi di Milano e Spezzano Trasporti di Corigliano Calabro (Cosenza). La prima è attiva in particolare nelle tre aree di attività del trasporto su strada di container marittimi (con la controllata Star Mediyerranea Srl), della logistica di prodotti sfusi come chimici, rifiuti speciali e merci varie (Star Chemical Logistics Spa) e partecipa a una joint venture (Levorato Marcevaggi) che si occupa di trasporto gpl e rifornimento di carburanti avio.
La Spezzano Trasporti, invece, opera dal 1980 nel settore del trasporto merci in conto terzi su tutto il territorio nazionale e comunitario offrendo in particolare servizi stradali per collettame, trasporti industriali con semirimorchi centinati e merci alimentari fresche e surgelate.
Raffaele Jerusalmi, amministratore delegato di Borsa Italiana e presidente di Elite, ha dichiarato: "Elite ha l'obiettivo di accelerare il processo di crescita e internazionalizzazione delle aziende attraverso un processo graduale di avvicinamento degli imprenditori al miglior utilizzo dei mercati finanziari. Negli ultimi anni la consapevolezza di dover considerare forme di finanziamento complementari al tradizionale sistema bancario è cresciuta notevolmente e il cambiamento è già in atto: oltre il 30% delle aziende Elite ha realizzato operazioni di finanza straordinaria, dalle fusione e acquisizioni a JV, alla quotazione o all'emissione di bond".
Luca Peyrano, amministratore delegato e direttore generale di Elite, ha aggiunto: «50 aziende ambiziose iniziano oggi il proprio percorso in Elite, unendosi a una comunità internazionale sempre più dinamica e di qualità. Tre evidenze possono riassumere in modo semplice l'impatto che Elite è riuscita a generare in Italia in questi anni: l'aumento della dimensione delle aziende Elite con una crescita media del 10% in termini di fatturato, l'aumento della loro profittabilità con una crescita media dell'Ebitda del 9% e l'aumento dell'occupazione generata con un incremento del 56% in termini di numero di addetti. Siamo convinti che l'accesso a nuove forme di finanza rappresenti una leva importante per migliorare la competitività delle aziende italiane a livello globale ma riteniamo che forti competenze manageriali e una chiara visione siano indispensabili per creare sempre più valore".

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1771

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed