TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Mercitalia vuole trainare la logistica italiana

E-mail Stampa PDF

La mattina del 20 febbraio 2017 la compagnia ferroviaria ha presentato il nuovo polo per il trasporto merci e la logistica, che integra tutte le società del comparto di Ferrovie dello Stato. Investimenti per un miliardo e mezzo.


Trenitalia cargo treno ponteL'ambizione espressa questa mattina dall'amministratore delegato di FS Italiane, Renato Mazzoncini, e da quello di Mercitalia Logistics, Marco Gosso, è di diventare "il nuovo soggetto trainante del business del trasporto merci e della logistica integrata". Insomma, come Deutsche Bahn in Germania o SNCG in Francia. Per farlo, il nuovo polo merci di FS raccoglie la capogruppo subholding Mercitalia Logistics, la società di vezione Mercitalia Rail (che produce un fatturato annuo di 500 milioni di euro), la tedesca TX Logistik, l'operatore intermodale Cemat, la società Mercitalia Transport & Services (autotrasporto e logistica), la terminalista Mercitalia terminal, TerAlp (Terminal Alp Transit) e TLF (logistica in Francia).
La società ha già preparato il Piano Industriale 2017-2026, che prevede investimenti per un miliardo e mezzo di euro. La maggior parte della somma, oltre un miliardo, è destinata al parco rotabile, poi ci sono cento milioni per potenziare i terminal intermodali (con la costruzione di nuovi impianti a Milano, Brescia e Piacenza, connessi alla nuova galleria di base del San Gottardo e con il Corridoio Genova-Rotterdam), cento milioni per tecnologie informatiche 250 milioni per acquisizioni di aziende, di cui però non si conosce ancora il nome.
Per il rinnovo del materiale rotabile, Mercitalia Rail ha già firmato due contratti di noleggio con manutenzione completa per venti nuovi locomotori elettrici ed è pronta la procedura avviata insieme da Mercitalia Rail e TX Logistik per acquisire nei prossimi anni fino a 125 locomotori elettrici per trasporto nazionale ed europeo. Mercitalia intende sviluppare la sua presenza in Europa tramite la controllata tedesca, soprattutto sui Corridoi europei transalpini.
Il nuovo Polo intende raggiungere il pareggio di bilancio nel 2018 ed entro il prossimo decennio raddoppiare il fatturato dal miliardo del 2016 agli oltre due miliardi del 2026. Il raggruppamento impiega quattromila persone ed offrirà ai clienti un unico interlocutore per tutte le attività connesse al trasporto delle merci.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!


 
Letture:: 1401

Camionsfera TV

Banner Trasporto Online 180x250 marzo 2016

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed