Array ( [0] => 30 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Usa, camion elettrico per 5000 dollari al mese


La compagnia prende il nome dal genio dell'elettricità Nikola Tesla e ha uno scopo ben preciso: rivoluzionare l'autotrasporto costruendo un trattore stradale pesante a trazione completamente elettrica. Una sfida che finora i costruttori tradizionali ritengono perdente a tavolino, ma che la start-up statunitense vuole affrontare nel breve termine. Il 9 maggio, Nikola Motor Company ha annunciato l'assemblaggio del primo esemplare di trattore di Classe 8 (la più pesante negli Usa), denominato Nikola One, precisando che sta già raccogliendo le prenotazioni per il suo noleggio.
Il nuovo truck elettrico a tre assi è mosso da motori elettrici sulle sei ruote che possono erogare una potenza complessiva di 2000 CV e un'autonomia fino a 1200 miglia (quasi 2000 chilometri), con capacità di muovere una massa complessiva di 36 tonnellate. Il trattore monta un sistema di sospensioni basato sul sistema ProTec HighMobility Independent Suspension di Meritor, le prime sospensioni indipendenti montate su un Classe 8. La trazione elettrica elimina componenti pesanti, come motore diesel e cambio di velocità, e la tara è ulteriormente alleggerita da pannelli di fibra di carbonio per la cabina. L'autista opera solo su due pedali, uno per accelerare e l'altro per frenare.
I motori elettrici sono alimentati da un pacco batterie raffreddato a liquido formato da oltre 30mila celle al litio, con una capacità di 320 kWh, che viene caricato da una turbina progettata da Nikola Motor Company e montata a bordo e che si attiva automaticamente quando necessario, evitando la necessità di collegare il veicolo a una rete elettrica esterna. Questa turbina produce 400 kW di energia, che permette all'autoarticolato di procedere fino a 104 km/h lungo una salita del 6% (quasi il doppio di un camion diesel).
Nelle discese e nelle frenate, il veicolo recupera energia per ricaricare le batterie. La turbina può essere alimentata indifferentemente da gasolio, benzina o gas naturale (la Nikola ha già una rete di 50 distributori di gas naturale compresso in Usa e Canada). Il rifornimento completo di CNG richiede da 15 a 20 minuti. Un programma controlla la trazione elettrica con un sistema denominato "coppia vettoriale" che regola potenza e coppia su ciascuna ruota in modo indipendente. Secondo il produttore, questo sistema migliora la sterzata, raddoppia la potenza frenante, aumenta la trazione e aumenta la vita dei componenti e degli pneumatici.

Nikola one interno

La cabina è progettata per migliorare l'aerodinamica e ridurre il coefficiente di penetrazione del 9% rispetto agli attuali modelli diesel. L'autista entra da una porta centrale scorrevole. L'arredamento interno comprende un frigorifero, un impianto di condizionamento, un display per informazioni da 15", uno da 10" per la strumentazione, un televisore da 42", connessione internet wi-fi 4g, due letti e forno a microonde. Tutti questi equipaggiamenti sono alimentati dalle stesse batterie dei motori.
Il camion può operare in guida autonoma e in platooning, formando convogli fino a cinque veicoli. Secondo Nikola Motor Company questo trattore permette di ridurre i costi d'esercizio dai 40-60 centesimi di dollaro per miglio di un tradizionale diesel a 20-30 centesimi per miglio. L'azienda propone un noleggio completo di manutenzione per 5000 dollari al mese con chilometraggio illimitato e possibilità di sostituzione ogni 72 mesi o un milione di chilometri. Ma la società non precisa quando il veicolo sarà disponibile, ma comunque non prima di quattro o cinque anni.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    Cinque sigle dell’autotrasporto chiedono un incontro al Governo per affrontare i problemi degli autotrasportatori dell’acciaio che lavorano con l’ArcelorMittal, soprattutto il ritardo dei pagamenti e la revisione delle condizioni contrattuali.

Logistica

  • Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Dopo i 107 casi di positività al coronavirus, i controlli dell’Ausl di Bologna hanno rivelato almeno diciotto persone positive che operano nella vicina piattaforma Tnt. I sindacati chiedono provvedimenti per fermare il contagio.

Mare

  • Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Il sindacato di base SiCobas ha bloccato per alcune ore l’accesso del terminal container del porto di Napoli Conateco nell’ambito di una vertenza contro il licenziamento di alcuni lavoratori. Ripercussioni anche nella viabilità cittadina.