Array ( [0] => 30 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

È pronto il nuovo Iveco Stralis 2019?


L'unico fatto certo è che Iveco svelerà la prossima primavera la nuova generazione del pesante Stralis. Come sempre accade in questi casi, prima della presentazione ufficiale girano immagini che dovrebbero rappresentare in anteprima il modello. Generalmente mostrano veicoli mascherati, colti durante le prove su strada, che nascondono completamente le forme della cabina. Stavolta, però, sui social network sono apparse immagini del veicolo senza alcun camuffamento, riprese all'interno di un capannone. Non solo, ma sono accompagnate anche da fotografie degli interni. Non è chiaro chi abbia scattato queste fotografie. Se sono vere, è qualcuno che ha avuto accesso nelle aree riservate dell'Iveco oppure in qualche deposito dove il veicolo è stato parcheggiato durante qualche trasferimento. È una persona che ha anche avuto la possibilità di entrare in cabina e il tempo di riprendere diverse fotografie. Se invece quello rappresentato non è il nuovo Stralis, la costruzione della bufala ha richiesto indubbiamente un certo impegno, perché non sembra essere un semplice fotomontaggio. Finora Iveco non ha commentato la diffusione di queste immagini, che cominciano ad apparire anche nei siti web dei giornali specializzati.
Ammettendo che sia vero, che cosa appare da queste immagini? Esternamente mancano gli specchi retrovisori, ma si vedono appoggiati nella brandina, quindi è possibile che Iveco li mantenga, almeno all'inizio, anche in questa generazione. La struttura della cabina non mostra tratti rivoluzionari e l'unica evidente innovazione è il disegno aggressivo del frontale e dei gruppi ottici. All'interno, da quello che si può vedere la plancia mantiene un'impostazione tradizionale, ma non è detto che sia quella definitiva. Le immagini mostrano anche i contenitori posti sopra il parabrezza e la zona letto, che però è appena delineata ed evidentemente appartiene a un veicolo sperimentale perché mancano gli accessori e tra i sedili pare esserci una sorta di sedile.

Aggiornamento delle 14:53: in una nota, Iveco precisa che quello apparso nelle immagini sui social network è "uno dei tanti studi che la società sta conducendo e che, pertanto, non ha alcun tipo ne' di ufficialità, ne' di definitività", aggiungendo che "qualsiasi continuazione della diffusione di dette immagini costituirebbe una ulteriore violazione del patrimonio intellettuale di Iveco". Quindi la redazione di TrasportoEuropa ha rimosso le immagini.


© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

  • Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Dopo l’annuncio di un nuovo piano mirato a riconvertire aree portuali e retroportuali a depositi doganali per container e merci, il Gruppo Enel ha rivelato alcuni dettagli su quali saranno in concreto le idee e le ambizioni di Enel Logistics in questa nuova area di business.

Mare