Array ( [0] => 32 )

Primo piano

Podcast K44

Cronaca

  • Webfleet celebra il suo 25° anniversario nella gestione del parco veicoli

    Webfleet celebra il suo 25° anniversario nella gestione del parco veicoli

    Webfleet, la soluzione telematica di Bridgestone per la gestione del parco veicoli, festeggia quest'anno il suo 25° anniversario. Per celebrare questo traguardo, l'azienda ha degli eventi presso il suo quartier generale di Amsterdam, evidenziando l'evoluzione e l'innovazione costante che l'hanno resa un leader globale nel settore.

Normativa

Mare

Autotrasporto

  • Il consorzio Soa di Alberobello in liquidazione giudiziale

    Il consorzio Soa di Alberobello in liquidazione giudiziale

    Il Tribunale di Bari ha stabilito la liquidazione giudiziale per la società consortile Soa di Alberobello, che gestisce una grande piattaforma logistica per la Gdo. Avrebbe ribaltato i costi sulle cooperative associate, che hanno già chiuso.

    Antitrust chiede unico registro per autoveicoli


    In Italia esistono due banche dati degli autoveicoli: quella gestita dall'Aci dal 1927, ossia il Pubblico Registro Automobilistico, e quella della Motorizzazione civile, ossia l'Archivio Nazionale dei Veicoli, istituito nel 1992. Entrambi sono oggi completamente automatizzati e forniscono due diversi documenti: il Pra il Certificato di Proprietà e l'Anv la carta di circolazione. Una Legge del 2000 prevede che le due banche dati collaborino, unificando le pratiche e l'emissione contestuale dei documenti. A tali banche dati possono accedere sia uffici pubblici, sia Sportelli dell'Automobilista privati (dell'Aci ma anche di altri operatori).
    Un altro decreto, il 124 del 2015, delega il Governo ad adottare una riunificazione tra le banche dati degli autoveicoli con l'emissione di un unico documento che definisce caratteristiche tecniche e proprietà dell'autoveicolo. Infine, il Decreto 175 del 2016 proibisce alle amministrazioni pubbliche di costituire società che forniscano beni e servizi non strettamente necessarie per perseguire i propri fini, e neppure mantenere partecipazioni in tali società.
    Usando questo quadro normativo, l'Autorità Garante della Concorrenza ha analizzato l'attuale situazione del Pra e dell'Anv, in seguito anche ad alcune segnalazioni. In particolare, sotto la lente è finita l'Aci, che gestisce il Pra e che ha recentemente istituito il certificato di proprietà digitale che, secondo l'antitrust "risulta avere pregiudicato la cooperazione tra le banche dati Anv e Pra", come scrive in una relazione diffusa il 6 febbraio 2017. Ciò perché "per lo svolgimento di alcune formalità, tra cui quelle relative al trasferimento di proprietà degli autoveicoli, è necessario accedere ad un applicativo oggi disponibile unicamente attraverso il canale telematico Pra/Aci".
    Non solo. Secondo l'Autorità, l'Aci regola le modalità di accesso ai dati del Pra degli Sportelli dell'Automobilista dei suoi concorrenti, definendo le tariffe e le categorie dei soggetti. Inoltre "nell'attuale contesto normativo e regolatorio, sia Aci sia il Mit si vedono remunerati nella tariffa che percepiscono per le formalità eseguite dagli Sportelli Telematici dell'Aautomobilista privati anche servizi da essi non erogati". Sulle tariffe, l'analisi dell'Antitrust ritiene che esista una distorsione della concorrenza tra portelli privati e pubblici e che quelle stabilite dall'Aci remunerano anche altri servizi (come la riscossione dell'imposta IPT, causando una distorsione con la concorrenza anche in questo caso).
    La nota dell'Antitrust riserva anche un'altra bacchettata all'Aci: "Sotto un profilo più generale, l'Autorità ha avuto modo di riscontrare una pervasiva commistione, in seno ad ACI e agli AC provinciali, tra l'attività istituzionale di gestione del Pra, le attività svolte nella sua veste di Federazione dell'automobilismo, nonché una serie di attività commerciali soggette a concorrenza, con i vantaggi competitivi e gli effetti di distorsione della concorrenza che ne derivano, anche in ragione dell'utilizzo dei segni distintivi e del marchio ACI nell'ambito dell'offerta di servizi in concorrenza".
    Dopo l'analisi, L'Autorità spiega la sua ricetta, ribadendo la necessità di unificare le banche dati di Pra e Anv e dei documenti di proprietà e libretto di circolazione, riducendo così i costi di gestione , di conseguenza, le tariffe per i consumatori. "L'unificazione delle banche dati consentirebbe sia di risolvere le recenti inefficienze prodotte dalla dematerializzazione dei CDP, a seguito della quale è venuta meno la tradizionale piena cooperazione tra le due banche dati, sia di superare le criticità insite nella posizione di ACI, che si trova a ricoprire la doppia veste di soggetto regolatore e regolato, in assenza dei necessari requisiti di terzietà e imparzialità che devono caratterizzare il soggetto regolato, in particolare quando questo opera anche a valle in attività concorrenziali che dipendono dall'accesso al sistema informativo gestito in esclusiva", scrive l'Autorità.
    Bisogna anche unificare gli organismi che gestiscono la banca dati, creando una nuova struttura che gestisca le funzioni oggi svolte in questo ambito da Aci e ministero dei Trasporti. Questo organismo dovrà essere sottoposto alla vigilanza ministeriale. Viceversa, bisogna distinguere le tariffe sulla base dei servizi effettivamente erogati e tra quelli offerti dagli Sportelli privati da quelli pubblici. l'Aci deve anche separare le attività istituzionali da quelle commerciali.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Aereo

  • FedEx ridurrà i colletti bianchi in Europa

    FedEx ridurrà i colletti bianchi in Europa

    FedEx ha annunciato a metà giugno 2024 che intende ridurre gli addetti in Europa di 1.700-2.000 unità, nelle funzioni legate al back-office e al commerciale. Lo scopo è “adattarsi alle mutevoli dinamiche del mercato”.

Ferrovia

Schmitz Cargobull EcoDuo svela un doppio semirimorchio da 31,5 metri

TECNICA

Schmitz Cargobull EcoDuo svela un doppio semirimorchio da 31,5 metri
Schmitz Cargobull anticipa le novità dello IAA 2024

TECNICA

Schmitz Cargobull anticipa le novità dello IAA 2024
Bpw inserisce l’intelligenza artificiale negli assali dei rimorchi

TECNICA

Bpw inserisce l’intelligenza artificiale negli assali dei rimorchi
Nuovi autocarri Astra per lavori pesanti in cava

TECNICA

Nuovi autocarri Astra per lavori pesanti in cava
K44 video | nuova gamma pesante Iveco sotto la lente

TECNICA

K44 video | nuova gamma pesante Iveco sotto la lente
previous arrow
next arrow
Parte il bando per l’innovazione nella logistica in Liguria

LOGISTICA

Parte il bando per l’innovazione nella logistica in Liguria
Il SiCobas indice sciopero nazionale logistica a giugno

LOGISTICA

Il SiCobas indice sciopero nazionale logistica a giugno
L’autonomia differenziata potrebbe nuocere alla logistica

LOGISTICA

L’autonomia differenziata potrebbe nuocere alla logistica
Alleanza tra Daimler Truck e Kawasaki sull’idrogeno per i camion

LOGISTICA

Alleanza tra Daimler Truck e Kawasaki sull’idrogeno per i camion
K44 video | viaggio in Norvegia con Scania elettrico

LOGISTICA

K44 video | viaggio in Norvegia con Scania elettrico
previous arrow
next arrow
Dodici denunce per frode fiscale nei carburanti

ENERGIE

Dodici denunce per frode fiscale nei carburanti
Scoperta frode su 133 milioni di litri di carburante

ENERGIE

Scoperta frode su 133 milioni di litri di carburante
Gasolio adulterato scoperto in Sicilia e Campania

ENERGIE

Gasolio adulterato scoperto in Sicilia e Campania
La Finanza sequestra ad Asti sette depositi di gasolio

ENERGIE

La Finanza sequestra ad Asti sette depositi di gasolio
Finanza sequestra deposito di gasolio in azienda logistica

ENERGIE

Finanza sequestra deposito di gasolio in azienda logistica
previous arrow
next arrow
Sanilog conferma Piero Lazzeri presidente fino al 2027

SERVIZI

Sanilog conferma Piero Lazzeri presidente fino al 2027
K44 Video | l’intelligenza artificiale cambia la gestione delle flotte

SERVIZI

K44 Video | l’intelligenza artificiale cambia la gestione delle flotte
K44 video | la visione di Sipli Fleet per gestione flotte

SERVIZI

K44 video | la visione di Sipli Fleet per gestione flotte
K44 video | la carta che rende più semplici i viaggi

SERVIZI

K44 video | la carta che rende più semplici i viaggi
Sanilog lancia una campagna gratuita per la prevenzione oncologica

SERVIZI

Sanilog lancia una campagna gratuita per la prevenzione oncologica
Un nuovo software per controllare i tempi di guida

SERVIZI

Un nuovo software per controllare i tempi di guida
Krone entra nei servizi di gestione digitale delle flotte

SERVIZI

Krone entra nei servizi di gestione digitale delle flotte
Msc sta acquisendo il Secolo XIX

SERVIZI

Msc sta acquisendo il Secolo XIX
Modalis apre una filiale in Italia per unità intermodali

SERVIZI

Modalis apre una filiale in Italia per unità intermodali
Cma Cgm investe 1,9 miliardi nell’informazione

SERVIZI

Cma Cgm investe 1,9 miliardi nell’informazione
Alleanza tra Webfleet e Bosch nella gestione delle flotte dei camion

SERVIZI

Alleanza tra Webfleet e Bosch nella gestione delle flotte dei camion
Intesa Sanpaolo finanzia una nuova gru del Gruppo Sir

SERVIZI

Intesa Sanpaolo finanzia una nuova gru del Gruppo Sir
Una nuova formazione intensiva per futuri spedizionieri

SERVIZI

Una nuova formazione intensiva per futuri spedizionieri
Un software per la gestione del Fascicolo Doganale Digitale

SERVIZI

Un software per la gestione del Fascicolo Doganale Digitale
Anche i veicoli leggeri possono pagare il pedaggio con Dkv

SERVIZI

Anche i veicoli leggeri possono pagare il pedaggio con Dkv
previous arrow
next arrow