Array ( [0] => 10 )

Primo piano

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Podcast K44

Normativa

Nuova car carrier con bandiera Grimaldi


Dopo la Grande Torino ricevuta a dicembre 2018, pochi giorni fa Grimaldi ha preso in consegna dal cantiere cinese Yangfan la gemella Grande Mirafiori, raddoppiando così il tributo al Gruppo automobilistico Fca, che è uno dei principali committenti della compagnia nel trasporto transoceanico di autoveicoli nuovi. Questa nave si affiancherà alle Grande Torino, Grande Halifax, Grande Baltimora e Grande New York per servire il collegamento settimanale tra Mediterraneo e Nord America. Questa rotta serve regolarmente quattordici porti: Gioia Tauro, Civitavecchia, Livorno, Savona, Valencia (Spagna), Anversa (Belgio), Halifax (Canada), gli scali statunitensi di Davisville, New York, Baltimora, Jacksonville e Houston, nonché quelli messicani di Tuxpan e Veracruz.
La Grande Mirafiori è lunga 199,90 metri, larga 36,45 metri, ha una stazza lorda di 65.255 tonnellate e viaggia a una velocità di crociera di 19 nodi. La nave batte bandiera italiana e Grimaldi sottolinea che è tra le Pure Car & Truck Carrier più grandi sul mercato: può trasportare circa 7600 ceu (Car Equivalent Unit) o in alternativa 5400 metri lineari di rotabili e 2.737 ceu. Grazie a quattro ponti mobili, la Grande Mirafiori può imbarcare qualsiasi tipo di carico rotabile (camion, trattori, autobus, scavatrici.) fino a 5,3 metri di altezza. Inoltre, la nave ha due rampe d'accesso, una laterale ed una di poppa, che può caricare unità fino a 150 tonnellate di peso. La configurazione dei vari ponti ed il sistema di rampe interne riducono al minimo il rischio di danni durante l'imbarco/sbarco delle unità rotabili.
Dal punto di vista ambientale, la Grande Mirafiori è una nave efficiente: ha un motore Man Energy Solutions a controllo elettronico, come richiesto dalle nuove normative per la riduzione delle emissioni di ossido di azoto (NOx), abbinato a un sistema di depurazione dei gas di scarico per l'abbattimento delle emissioni di ossido di zolfo (SOx). Rispetta anche le più recenti normative in termini di trattamento delle acque di zavorra. "Con la consegna della Grande Mirafiori, la nostra flotta si arricchisce di una nuova PCTC tra le più grandi, innovative ed ecosostenibili al mondo", ha commentato l'amministratore delegato del Gruppo Emanuele Grimaldi. "Il nome di questa unità richiama lo storico stabilimento Fiat, che proprio quest'anno ha compiuto 80 anni. Onoriamo così la lunga e fruttuosa partnership che ci lega da ormai mezzo secolo a una delle più importanti case automobilistiche al mondo".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Dimissioni dei vertici camion dell’Unrae

    Dimissioni dei vertici camion dell’Unrae

    Annunciate le dimissioni improvvide del presidente della Sezione Veicoli Industriali, Franco Fenoglio, e di quello della Sezione Rimorchi dell'associazione dei costruttori di veicoli esteri Unrae.

Logistica

  • Le proposte di Fedespedi per il Recovery Fund

    Le proposte di Fedespedi per il Recovery Fund

    L'associazione degli spedizionieri Fedespedi indica le priorità per il trasporto delle merci e la logistica da inserire nel programma di spesa che il Governo italiano dovrà presentare all'UE per ottenere le risorse del Recovery Fund. Tre temi: digitalizzazione, connettività e sostenibilità.

Mare