Array ( [0] => 14 [1] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Cronaca

Normativa

Autotrasporto

    Impennata dei noli nell’idrovia del Reno, un’opportunità per l’Italia

    La siccità ha duramente colpito anche la Germania, provocando un forte abbassamento del livello del fiume Reno, una delle più importanti arterie per il trasporto delle merci, che unisce la Svizzera con i porti marittimi dei Paesi Bassi, attraversando la regione industriale tedesca della Ruhr. Ad agosto, la secca del fiume ha ridotto drasticamente la portata delle imbarcazioni e in alcuni tratti ne ha anche impedito la navigazione per una settimana a metà mese. Una situazione che ha scatenato un aumento dei costi, dovuta alla riduzione di stiva, unita all’aumento del prezzo dei carburanti.

    Una delle principali compagnie di trasporto fluviale che opera sul Reno, Contargo, ha annunciato che aumenterà il supplemento congestione per i container da 10 a 25 euro a unità (piena o vuota) dal 1° settembre. Contargo spiega che il trasporto fluviale di container sta affrontando la concorrenza del trasporto di carbone e grano, notevolmente aumentato dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. Questo aumento di domanda di trasporto, unito alla riduzione di portata e all’aumento del prezzo dei carburanti porta i noli “a livelli critici”. A ciò si aggiungono i tempi di attesa nei porti marittimi, che a loro volta sono congestionati. Al 30 agosto 2022, quelli delle imbarcazioni di Contargo sono di 46 ore ad Anversa e di 54 ore a Rotterdam.

    Infatti, anche se le piogge nella seconda metà di settembre hanno alzato il livello del fiume, i problemi restano perché le imbarcazioni devono smaltire un enorme lavoro arretrato. Basti pensare che al culmine della crisi una chiatta da 200 teu ne poteva trasportare solo 65. Le strozzature sulla rete ferroviaria causate da lavori e la carenza di autisti di camion rendono difficile trovare alternative terrestri al trasporto lungo l’asse del Reno. Questo problema ha già raggiunto il livello di emergenza nazionale, al punto che il ministro dei Trasporti federale, Volker Wissing, ha istituito un’apposita commissione il cui scopo è programmare il dragaggio del fiume, inserito tra le priorità.

    Il programma di approfondimento dei fondali del Reno dovrà essere completato entro il 2030 e richiederà un investimento di almeno 180 milioni di euro. È previsto un escavo di venti centimetri nei 50 chilometri di fiume che collegano St. Goar con Mainz. Il progetto ha raccolto l’approvazione delle industrie poste lungo il fiume e in particolare dalla Basf, che usa il Reno come principale arteria per il trasporto di materie prime e prodotti finiti. Viceversa, alcune associazioni ambientaliste si oppongono, sostenendo che se non c’è acqua a causa dei cambiamenti climatici non serve scavare il letto, mentre indirizzare il flusso verso il centro del fiume danneggerebbe gravemente la fauna ittica. Come alternativa, gli ambientalisti propongono di adattare la barche al fiume e non viceversa, progettando imbarcazioni con un pescaggio minore.

    Ma c’è chi vede nella crisi del Reno non un problema, bensì un’opportunità. Lo sarebbe per i porti italiani, secondo il presidente di Federagenti, Alessandro Santi. Egli parte dalla considerazione che il prezzo di trasporto delle materie prime sul Reno è aumentato da 20 a 110 euro per tonnellata: “Oggi tutto potrebbe cambiare: quella che è stata la forza per Paesi dotati di ‘deep sea port’ ma anche di un potente reticolo fluviale, permettendo di sviluppare una potente politica industriale (la Germania in primis a partire dalla Prima rivoluzione industriale) potrebbe diventare un punto di criticità negli anni a venire”, spiega Santi.

    I cambiamenti climatici renderanno cronica questa situazione e l’Italia “con 8500 km di costa e con uno status di porto diffuso che non ha mai fatto valere sullo scacchiere internazionale, può tornare a giocarsi le sue carte nello scenario logistico europeo”. Per farlo, però, è necessaria un’azione politica che crei “porti e retroporti efficienti e investimenti su insediamenti industriali e produttivi nelle aree portuali, con l’implementazione concreta delle Zes-Zls”. Santi ricorda che “Federagenti un anno fa, che sembra infinitamente lontano aveva invocato l’istituzione di un ‘gabinetto di guerra’; oggi da più parti si promuove un ministero del Mare”, concludendo che: “poco importa la forma, importanti saranno i poteri che verranno conferiti e garantiti per attuare una vera e seria politica del mare”.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Aereo

Ferrovia

Multitrax porta in Italia nuovi semirimorchi intermodali di Kraker

TECNICA

Multitrax porta in Italia nuovi semirimorchi intermodali di Kraker
Nuovo commissionatore-transpallet Hyster per camion

TECNICA

Nuovo commissionatore-transpallet Hyster per camion
La visione di Man Truck sul futuro del camion

TECNICA

La visione di Man Truck sul futuro del camion
In vigore da luglio 2024 l’obbligo degli Adas sui veicoli industriali

TECNICA

In vigore da luglio 2024 l’obbligo degli Adas sui veicoli industriali
ZF sviluppa mobilità elettrica e intelligenza artificiale per camion

TECNICA

ZF sviluppa mobilità elettrica e intelligenza artificiale per camion
previous arrow
next arrow
Il trasporto delle merci colpito dal down di CrowdStrike

LOGISTICA

Il trasporto delle merci colpito dal down di CrowdStrike
Che cosa sappiamo dell’indagine sulla frode da 100 milioni nella logistica

LOGISTICA

Che cosa sappiamo dell’indagine sulla frode da 100 milioni nella logistica
Cargolux usa un camion a idrogeno dal Lussemburgo a Francoforte

LOGISTICA

Cargolux usa un camion a idrogeno dal Lussemburgo a Francoforte
Operativo il primo dumper a idrogeno

LOGISTICA

Operativo il primo dumper a idrogeno
La società saudita Bahri lascia la gara per DB Schenker

LOGISTICA

La società saudita Bahri lascia la gara per DB Schenker
previous arrow
next arrow
Energia rinnovabile supera la fossile nel primo semestre 2024

ENERGIE

Energia rinnovabile supera la fossile nel primo semestre 2024
Shell sospende i lavori per la bioraffineria a Rotterdam

ENERGIE

Shell sospende i lavori per la bioraffineria a Rotterdam
Dodici denunce per frode fiscale nei carburanti

ENERGIE

Dodici denunce per frode fiscale nei carburanti
Scoperta frode su 133 milioni di litri di carburante

ENERGIE

Scoperta frode su 133 milioni di litri di carburante
Gasolio adulterato scoperto in Sicilia e Campania

ENERGIE

Gasolio adulterato scoperto in Sicilia e Campania
previous arrow
next arrow
Il blackout informatico di CrowdStrike colpisce anche il trasporto

SERVIZI

Il blackout informatico di CrowdStrike colpisce anche il trasporto
Sanilog conferma Piero Lazzeri presidente fino al 2027

SERVIZI

Sanilog conferma Piero Lazzeri presidente fino al 2027
K44 Video | l’intelligenza artificiale cambia la gestione delle flotte

SERVIZI

K44 Video | l’intelligenza artificiale cambia la gestione delle flotte
K44 video | la visione di Sipli Fleet per gestione flotte

SERVIZI

K44 video | la visione di Sipli Fleet per gestione flotte
K44 video | la carta che rende più semplici i viaggi

SERVIZI

K44 video | la carta che rende più semplici i viaggi
Sanilog lancia una campagna gratuita per la prevenzione oncologica

SERVIZI

Sanilog lancia una campagna gratuita per la prevenzione oncologica
Un nuovo software per controllare i tempi di guida

SERVIZI

Un nuovo software per controllare i tempi di guida
Krone entra nei servizi di gestione digitale delle flotte

SERVIZI

Krone entra nei servizi di gestione digitale delle flotte
Msc sta acquisendo il Secolo XIX

SERVIZI

Msc sta acquisendo il Secolo XIX
Modalis apre una filiale in Italia per unità intermodali

SERVIZI

Modalis apre una filiale in Italia per unità intermodali
Cma Cgm investe 1,9 miliardi nell’informazione

SERVIZI

Cma Cgm investe 1,9 miliardi nell’informazione
Alleanza tra Webfleet e Bosch nella gestione delle flotte dei camion

SERVIZI

Alleanza tra Webfleet e Bosch nella gestione delle flotte dei camion
Intesa Sanpaolo finanzia una nuova gru del Gruppo Sir

SERVIZI

Intesa Sanpaolo finanzia una nuova gru del Gruppo Sir
Una nuova formazione intensiva per futuri spedizionieri

SERVIZI

Una nuova formazione intensiva per futuri spedizionieri
Un software per la gestione del Fascicolo Doganale Digitale

SERVIZI

Un software per la gestione del Fascicolo Doganale Digitale
previous arrow
next arrow