Array ( [0] => 13 [1] => 25 )

Primo piano

  • Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Le rilevazioni della Iata sul trasporto aereo delle merci del 2019 mostrano che è stato il peggiore anno dal 2009, quando scoppiò la crisi macroeconomica da cui il settore è emerso lentamente. Un’eventuale ripresa quest’anno potrebbe essere ostacolata dall’epidemia di coronavirus.

Podcast K44

Normativa

Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

Londra lascia all’Unione Europea solo quattro mesi di tempo per trovare una bozza generale di un accordo che sciolga i numerosi nodi causati dall’uscita del Regno Unito dall’Unione. Il divorzio formale è avvenuto il 1° gennaio 2020, ma è previsto un periodo di transizione di un anno, fino al 31 dicembre, stilare un accordo commerciale generale e numerosi accordi in campi specifici, tra cui il trasporto, necessari per proseguire senza difficoltà gli scambi di merci e di persone.

Però il 27 febbraio Londra ha deciso di accelerare i tempi senza preavviso, dichiarando che vuole trovare un accordo di massima entro giugno, da finalizzare entro settembre, altrimenti adotterà un accordo simile a quello dell’Australia, che si basa sulle regole fondamentali dell’Organizzazione Mondiale del Commercio, interrompendo così il periodo transitorio. La dichiarazione del Governo inglese viene alla vigilia dei colloqui formali tra le parti, che inizieranno il 1° marzo e serve evidentemente per spaventare Bruxelles. Finora, le delegazioni non sono riuscite neppure a definire la modalità della trattativa.

Il rischio è uno stallo o perfino un fallimento del dialogo, a causa dei nodi presenti da tempo e che hanno finora rinviato la Brexit, primo tra tutti quello del confine in Irlanda tra Ulster e Dublino. Una situazione che potrebbe portare al fallimento della trattativa, tornando allo spettro della hard Brexit, ossia l’uscita senza accordi. “Rispetteremo tutti i nostri precedenti impegni nella dichiarazione politica”, ha twittato Michel Barnier, capo negoziatore dell’Unione Europea, aggiungendo che “in futuro, vogliamo una partnership ambiziosa ed equa con il Regno Unito”.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    Questo episodio di K44 La voce del trasporto spiega che cosa si deve fare, che cosa non si deve fare e che cosa è consigliato fare nel caso un veicolo industriale sia coinvolto in un incidente di qualsiasi tipo.

Logistica

  • Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    La Guardia di Finanza di Parma ha sequestrato undici milioni di euro a due cooperative del Gruppo Taddei che operano nella logistica per evasione fiscale. Occupano quasi un migliaia di persone, tra soci e dipendenti.

Mare

  • Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Alla Camera è in corso la discussione su un emendamento al Decreto Rilancio che stabilisce con chiarezza l’impossibilità dell'autoproduzione nelle operazioni di rizzaggio e derizzaggio dei traghetti. E si scalda lo scontro tra armatori e sindacati.