Array ( [0] => 13 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

DSV azzera Panalpina in Italia


Il comunicato diffuso il 7 novembre 2019 da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti dopo l'incontro con i vertici di Dsv è coinciso ma inequivocabile: "La società ha esplicitato la volontà di avviare la procedura 223/91 (ossia il licenziamento collettivo, ndr) esclusivamente nei confronti del personale di Panalpina Italia, precisando la messa in liquidazione della stessa e quindi del coinvolgimento totale dei lavoratori". Dopo questo annuncio, le tre sigle hanno dichiarato lo stato di agitazione con sospensione degli straordinari. Una protesta che difficilmente farà cambiare idea ai vertici di Dsv, anche perché pare che il drastico ridimensionamento di Panalpina sia una strategia attuata a livello internazionale dopo aver completato il processo di acquisizione.
In concreto, per l'Italia ciò significa il licenziamento di 155 persone (numero poi aggiornato a 136) , di cui 93 nel quartier generale di Cerro Maggiore (dove opera una piattaforma logistica di 17.500 metri quadrati che fornisce servizi per conto terzi), dieci a Bologna, undici a Firenze, dieci a Roma e altrettanti a Vicenza. Sparirà così una realtà che opera nella Penisola dal 1938 e che produce circa 140 milioni di fatturato l'anno, soprattutto nelle spedizioni marittime ed aeree. Con la decisione di azzerare il personale italiano, Dsv mostra che l'obiettivo dell'acquisizione di Panalpina è soprattutto quello di rilevare gli asset e i clienti, puntando sul trasporto aereo, dove la società svizzera ha acquisito un rilevante portafoglio usando anche aerei cargo con la propria livrea.
In Italia, Dsv ha sede a Limito di Pioltello e impiega circa 1200 persone in ventisei filiali, producendo un fatturato (nel 2016) di 618 milioni di euro. La struttura è articolata in diverse divisioni: trasporto aereo, trasporto marittimo (che ha quattordici filiali operative), trasporto espresso, autotrasporto (con due hub e dodici filiali), Fiere, logistica, impianti e progetti, servizi speciali, Automotive, Pharma, Fashion. Dopo la decisione di liquidare Panalpina Trasporti Mondiali Spa, lo stesso CdA della società ha spiegato i motivi della decisione.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Europarlamento voterà la riforma dell’autotrasporto l’8 luglio

    Europarlamento voterà la riforma dell’autotrasporto l’8 luglio

    Nella seduta plenaria dell’8 luglio 2020 i parlamentari europei voteranno l’approvazione definitiva del Prima Pacchetto Mobilità, che prevede importanti modifiche alle norme sull’autotrasporto internazionale, tra cui i tempi di riposo, il cabotaggio stradale e il distacco degli autisti.

Logistica

  • Air Liquide rifornirà mille camion a idrogeno nel Nord Europa

    Air Liquide rifornirà mille camion a idrogeno nel Nord Europa

    Il produttore di gas francese Air Liquide ha siglato un accordo con il porto di Rotterdam per costruire una rete di stazioni di rifornimento d’idrogeno per veicoli industriali che potrà garantire i viaggi di mille veicoli industriali a celle combustibile in Benelux e Germania occidentale. Aderisce anche Iveco Nikola.

Mare