Array ( [0] => 13 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Alleanza a tre per la logistica di Ilva


Mentre la cessione dell'Ilva prosegue sul binario del suo lungo iter procedurale (i commissari straordinari stanno analizzando le due offerte vincolanti giunte dalle cordate Arcelor Mittal-Marcegaglia e Arvedi-Cdp-Delfin), tre operatori italiani uniscono le forze per farsi trovare pronti a gestirne la logistica (soprattutto quella marittima) non appena il colosso siderurgico sarà messo in condizione di riprendere a operare regolarmente.
Si tratta di Rinaldo Melucci (vertice di Ionian Shipping Consortium), Fulvio Carlini (Multi Marine Services) e Alessandro Oriolo (Saga Italia), che a breve sanciranno la nascita di una nuova società che prenderà il nome di Siderlog. Questa newco, secondo quanto riportato nei giorni scorsi anche da Reuters, si candida alla gestione della logistica di tutto il gruppo Ilva, "ma solo in associazione alla cordata aggiudicatrice" perché "Ilva Servizi Marittimi, da tutte le analisi compiute, non può essere scorporata dal resto della struttura aziendale".
Rispetto alle prime manifestazioni d'interesse dello scorso febbraio, quando si era fatta avanti anche la Pan Atlantic Shipping Co di Pietro Alfonso Milani, la cordata guidata da Ionian Shipping Consortium ha mutato leggermente la propria identità per due aspetti. Il primo è l'ingresso ufficiale di Multi Marine Services (che a inizio anno era data solo come una possibilità) nell'avventura Siderlog, la seconda è invece l'uscita del finanziere francese Vincent Bollorè, perché la partecipazione di Oriolo potrebbe essere formalizzata attraverso una holding di famiglia e non tramite Saga Italia (quest'ultima partecipata al 49% da Bollorè Group).
Una volta scritte le regole di governance e i patti parasociali (pare che nessuno dei tre soci avrà la maggioranza azionaria assoluta), Siderlog potrà nascere ufficialmente ma per vederla entrare concretamente in servizio bisognerà attendere di conoscere il nome del nuovo proprietario dell'Ilva e se, come è probabile, sceglierà di esternalizzare le attività di logistica marittima fra i vari impianti italiani del gruppo.

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Europarlamento voterà la riforma dell’autotrasporto l’8 luglio

    Europarlamento voterà la riforma dell’autotrasporto l’8 luglio

    Nella seduta plenaria dell’8 luglio 2020 i parlamentari europei voteranno l’approvazione definitiva del Prima Pacchetto Mobilità, che prevede importanti modifiche alle norme sull’autotrasporto internazionale, tra cui i tempi di riposo, il cabotaggio stradale e il distacco degli autisti.

Logistica

  • Air Liquide rifornirà mille camion a idrogeno nel Nord Europa

    Air Liquide rifornirà mille camion a idrogeno nel Nord Europa

    Il produttore di gas francese Air Liquide ha siglato un accordo con il porto di Rotterdam per costruire una rete di stazioni di rifornimento d’idrogeno per veicoli industriali che potrà garantire i viaggi di mille veicoli industriali a celle combustibile in Benelux e Germania occidentale. Aderisce anche Iveco Nikola.

Mare