Array ( [0] => 14 )

Primo piano

  • Virgin Atlantic Cargo atterra alla Malpensa

    Virgin Atlantic Cargo atterra alla Malpensa

    Virgin Atlantic Cargo avvierà da settembre 2020 due servizi settimanali tra l’aeroporto di Londra Heathrow e quello di Milano Malpensa con capacità di cinquanta tonnellate per ogni volo.

Podcast K44

Normativa

Nuova società di Msc per Cortenuova Freight Station

Emergono nuovi dettagli sul progetto del nuovo inland terminal che il Gruppo Msc, secondo vettore marittimo al mondo nel trasporto container, intende realizzare a Cortenuova, in provincia di Bergamo. A riprova di quanto il colosso fondato da Gianluigi Aponte faccia sul serio è stata costituita una nuova società ribattezzata Cortenuova Freight Station partecipata al 60% da Medlog e al 40% dallo sviluppatore immobiliare Vitali che materialmente si occuperà di dar vita alla nuova infrastruttura intermodale.

Secondo quanto riporta l’Eco di Bergamo, l’intervento si svilupperà su un’area di 330mila metri quadrati, raccordata alla ferrovia e come investimento necessario si ipotizza una somma superiore ai 100 milioni di euro. Il progetto prevede 70mila mq di verde, 2500 mq di control room, 10mila mq di uffici, 5000 mq di officine e altrettanti di centri servizi. “Grazie alla realizzazione della nuova Freight Station le merci raggiungeranno il nuovo polo intermodale, verranno sdoganate e da qui ripartiranno verso i cosiddetti last miles (ovvero le destinazioni finali di ultimo miglio, ndr) utilizzando esclusivamente il trasporto su ferro”, è scritto nella relazione illustrativa. Insomma tanta ferrovia, dai porti e dal resto d’Europa e meno camion possibili nelle intenzioni di Msc motiva così la scelta di puntare su Cortenuova: “Perché è ubicata in posizione a baricentrica rispetto al sistema dei corridoi europei”. Si trova infatti al centro dei corridoi Scandinavo-Mediterraneo, Reno-Alpi e di quello Europeo-Mediterraneo “che si sviluppa in parte sulla linea ferroviaria Treviglio-Brescia”.

La relazione illustrativa precisa poi che “non saranno realizzate nuove infrastrutture ma adeguate opportunamente quelle esistenti, oggi sottoutilizzate in quanto realizzate in funzione del centro commerciale dismesso”. Proprio nel centro commerciale potrebbero trovare spazio facoltà universitarie o corsi di studi legati all’economia dei trasporti e all’ingegneria logistica. Per ciò che riguarda i tempi di realizzazione non viene riportata una data precisa ma si sa che l’intervento non richiederà una variante urbanistica e l’ipotesi è quindi che l’infrastruttura possa entrare in attività entro pochi anni. Sarà invece necessario un accordo di programma che coinvolge la Regione Lombardia, la Provincia e il Comune di Bergamo, quello di Cortenuova, Rfi e Sistemi Urbani (entrambe società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane).

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Sei Stati dell’Est contro il Primo Pacchetto Mobilità

    Sei Stati dell’Est contro il Primo Pacchetto Mobilità

    Secondo indiscrezioni provenienti dalla Francia, sei Paesi comunitari stanno presentando ricorso alla Corte di Giustizia Europea contro alcuni provvedimenti del Primo Pacchetto Mobilità, che riforma l’autotrasporto internazionale.

Logistica

  • Arcese potenzia la logistica in Romania

    Arcese potenzia la logistica in Romania

    La filiale rumena di Arcese Trasporti ha affittato una piattaforma logistica di 6500 metri quadrati nel parco logistico WDP di Dragomirești, dove è già presente con un impianto di 4500 metri quadrati.

Mare

  • Grendi potenzia ro-ro e logistica in Sardegna

    Grendi potenzia ro-ro e logistica in Sardegna

    Il Gruppo Grendi aumenta la frequenza della rotta per rotabili tra Marina di Carrara e Cagliari e conferma l'investimento sulla piattaforma logistica di Olbia, che si affianca a quelle di Cagliari e Sassari.