Array ( [0] => 14 )

Primo piano

  • Tribunale di Milano revoca commissariamento di Ceva Logistics

    Tribunale di Milano revoca commissariamento di Ceva Logistics

    La Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Milano ha accolto la richiesta di revocare in anticipo l’amministrazione giudiziaria della Divisione Contract Logistics di Ceva Logistics Italia, imposta nel maggio 2019 nell’ambito dell’inchiesta sul Consorzio Premium Net.

Podcast K44

Normativa

L’Italia celebra mezzo secolo di combinato strada-rotaia


I trasporti combinati strada-rotaia in Italia hanno raggiunto il traguardo del mezzo secolo di vita. Anche se è quasi impossibile fissare una data precisa, è nel breve periodo tra la fine degli anni 60 e l'inizio dei 70 che ha preso il via l'esperienza di utilizzare apposite unità di carico stradali da posizionare direttamente sui carri ferroviari, l'Italia da questo punto di vista è stata tra le realtà pionieristiche in tutta Europa, insieme ad alcune esperienze in Germania e alla successiva nascita, nel 1967 delle prime imprese di trasporto intermodale, Novatrans in Francia e Hupac in Svizzera. Mentre la tedesca Kombiverkehr sostenuta dalle DB è arrivata nel 1970. In realtà in Italia le Ferrovie dello Stato già nel 1953 avevano costituito la società Cemat, ma questa di fatto è diventata pienamente operativa nel combinato 25 anni dopo.
Ma se un punto fermo lo si vuole fissare, questo è il luglio 1969, quando una realtà del trasporto già esistente, avviata negli anni Cinquanta da Domenico Ambrogio, diede vita alla società Ambrogio Trasporti. Quasi contestualmente era stato avviato il terminal di Candiolo, alle porte di Torino, con i primi binari raccordati alla ferrovia Torino-Pinerolo. Il primo treno intermodale è quello partito nel 1970 tra Candiolo e il corrispondente terminal voluto da Ambrogio in Belgio a Muizen-Mechelen. A questi due scali si sono successivamente aggiunti negli anni quello di Gallarate che rappresenta la seconda piattaforma italiana, Le Boulou in Francia, Neuss in Germania e Barcellona in Spagna.
A Candiolo è dislocata anche un'officina di manutenzione programmata e straordinaria del materiale rotabile, che ha ottenuto tutte le omologazioni per svolgere in modo certificato la revisione completa dei carri. Potrebbe quindi lavorare anche per conto terzi. Qui per esempio sono stati aggiornati tutti i carri rispettando le nuove regole antirumore con l'adozione di suole sintetiche al posto di quelle in ghisa prima usate nei ceppi dei freni. Ambrogio Trasporti conta su una flotta di 400 carri specializzati di proprietà oltre a 1.300 unità di carico intermodali suddivise tra container da 45 piedi e casse mobili. La trazione è garantita soprattutto da BLS Cargo, dove il gruppo Ambrogio detiene una partecipazione, e Mercitalia, con collegamenti in tutta l'Europa occidentale. A conferma della sua vocazione internazionale, la società nata a Candiolo ha avuto il privilegio di essere stata scelta per costituire il primo treno inaugurale alla presenza di tutte le autorità in uscita dal tunnel di base del Lötschberg il 16 giugno 2007.

Piermario Curti Sacchi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    Cinque sigle dell’autotrasporto chiedono un incontro al Governo per affrontare i problemi degli autotrasportatori dell’acciaio che lavorano con l’ArcelorMittal, soprattutto il ritardo dei pagamenti e la revisione delle condizioni contrattuali.

Logistica

  • Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Dopo i 107 casi di positività al coronavirus, i controlli dell’Ausl di Bologna hanno rivelato almeno diciotto persone positive che operano nella vicina piattaforma Tnt. I sindacati chiedono provvedimenti per fermare il contagio.

Mare

  • Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Il sindacato di base SiCobas ha bloccato per alcune ore l’accesso del terminal container del porto di Napoli Conateco nell’ambito di una vertenza contro il licenziamento di alcuni lavoratori. Ripercussioni anche nella viabilità cittadina.