Array ( [0] => 12 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

Sequestrati 26 milioni per indagine su Strada dei Parchi

Le conseguenze dell’inchiesta sul crollo del ponte Morandi a Genova hanno raggiunto l’autostrada A24, che collega Roma con Teramo e il 23 novembre 2020 hanno portato al sequestro preventivo di beni per 26 milioni di euro a tre persone, che nel tempo hanno ricoperto cariche dirigenziali nella società autostradale Strada dei Parchi e alla società stessa. L’inchiesta è partita da alcune segnalazioni sull’evidente degrado delle pile di alcuni viadotti dell’A24.

La Finanza si è quindi mossa, svolgendo sopralluoghi e rilievi fotografici sulle pile del viadotto Casale San Nicola, rilevando uno “stato di grave degrado con ossidazione dei ferri dovuto anche al cedimento strutturale dei copriferri”, come spiega una nota della Finanza. Quindi i magistrati hanno esteso l’analisi anche ai viadotti Cretara, San Nicola 1 e 2, Le Grotte e Cerchiara. Anche in questi casi, i tecnici hanno trovato punti critici: “ammaloramento evidente dello strato di calcestruzzo posto a protezione dei ferri d’armatura (strato copriferro); danneggiamento delle canaline di raccolta e dei discendenti che convogliano le acque di dilavamento provenienti dalla sede autostradale; grave stato di ossidazione dei ferri delle armature esposti agli agenti atmosferici a causa della mancanza dello strato copriferro”.

L’inchiesta è proseguita anche nella sede della società autostradale, in alcuni uffici del ministero dei Trasporti e della magistratura amministrativa (Tar del Lazio e Consiglio di Stato). I magistrati hanno concluso che questa situazione è stata causata dalla “totale inadempienza dal 2009 a oggi da parte della concessionaria autostradale degli obblighi di manutenzione ordinaria sulle opere d’arte discendenti dall’atto concessorio”.

Gli inquirenti aggiungono che le uniche opere di manutenzione ordinaria svolte da Strada dei Parchi hanno riguardato “la pavimentazione, il verde, le segnaletiche e non le parti strutturali dei viadotti (cassoni, pile e appoggi e ritegni antisismici)”. Alcuni interventi sono stati svolti dal 2018 e neppure a spese della concessionaria ma usando contributi statali erogati dopo il crollo del viadotto Polcevera sull’A10. Inoltre, la società autostradale doveva svolgere manutenzione straordinaria sul viadotto Temperino entro il 2013, lavori attuati nel 2018 e 2019, sempre con i soldi dello Stato.

Al termine dell’inchiesta, i magistrati hanno contestato alla società gravi inadempienze agli obblighi sulla concessione dell’A24 nel tratto della provincia di Teramo e il reato di attentato colposo ai pubblici trasporti “poiché le prolungate omissioni dal 2009 al 2018 (e in parte ancora fino all’attualità) non hanno assicurato la funzionalità e l’esercizio in sicurezza della tratta autostradale e hanno messo in pericolo la sicurezza dei pubblici trasporti”.

Per i reati d’inadempimento di contratti di pubbliche forniture, la Procura di Teramo ha ottenuto il sequestro preventivo di circa cinque milioni di euro, cifra che corrisponde ai risparmi ottenuti anche ricevendo contributi statali per la manutenzione.

Ai vertici della Strada dei Parchi è contestato anche l’abuso di ufficio perché “abusando della loro qualità d’incaricato di pubblico servizio, pur avendo da concessione e da Legge la facoltà di affidare i lavori connessi all’autostrada ad imprese collegate nella misura massima del 60% del valore della concessione, hanno superato detta percentuale già dal 2015 e - nonostante le varie diffide del ministero - hanno continuato ad affidare i lavori infragruppo alla Toto Spa Costruzioni Generali anche violando costantemente i dettami del Codice degli Appalti”. Per questa condotta, la Procura ha disposto il sequestro preventivo di 21 milioni di euro, equamente diviso fra tre indagati e le società collegate a Strada dei Parchi.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

TECNICA

Nuovi carrelli diesel e Gpl di Still

TECNICA

Gli Usa si preparano alla guida autonoma dei camion

TECNICA

UE finanzia con 20 milioni il camion autonomo

TECNICA

Uber vende la divisione sulla guida autonoma

TECNICA

Ford Trucks amplia la gamma dei camion in Italia
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Trasporto e logistica in sciopero il 29 gennaio

LOGISTICA

Ceva entra nella logistica globale dei vaccini Covid-19

LOGISTICA

Primo incontro nazionale tra sindacati e Amazon

LOGISTICA

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

LOGISTICA

Sciopero nazionale SiCobas di due giorni in FedEx TNT
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna

BREXIT

Aumentano le richieste di tampone Covid-19 da GB
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Ferrovie prime negli appalti in infrastrutture nel 2020

CAMIONSFERA

Nuove proroghe per patenti e CQC a luglio 2021

CAMIONSFERA

Perizia Tribunale scagiona camionista dell’incidente Zanardi

CAMIONSFERA

Tre camionisti morti in un incidente in Spagna

CAMIONSFERA

Multa di 79mila euro in Danimarca per tempi di guida

CAMIONSFERA

Chiesto processo per due camionisti per investimento su A2

CAMIONSFERA

K44 podcast: la grande trappola del Kent

CAMIONSFERA

Sindacati francesi mobilitano gli autisti di veicoli industriali

CAMIONSFERA

Scoperti 22 kg di cocaina su un camion bulgaro

CAMIONSFERA

Italia e Germania alleate contro i divieti dell’Austria

CAMIONSFERA

Il mercato dei veicoli industriali limita le perdite del 2020

CAMIONSFERA

Il britannico Consortium Purchasing ordina 2250 camion Scania

CAMIONSFERA

Sequestrato un panino al prosciutto a camionista proveniente da GB

CAMIONSFERA

Massicci investimenti delle ferrovie russe sull’asse Europa-Asia

CAMIONSFERA

Consegnati in Italia i primi nuovi Scania V8 da 770 CV
previous arrow
next arrow
Slider