Array ( [0] => 12 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Fondi europei per la ferrovia Slovenia-Austria


Un nuovo tassello va a inserirsi sul Corridoio Baltico-Adriatico. L'Unione europea ha stanziato un cofinanziamento di 101 milioni di euro destinato a rinnovare la linea ferroviaria che dalla slovena Maribor arriva al confine con l'Austria lungo l'itinerario verso Graz. Obiettivo è quello di potenziare la tratta, aumentare la capacità di trasporto (si stima del 25%) e ridurre i tempi di percorrenza. I lavori, già programmati, dovrebbero essere conclusi entro i primi mesi del 2023. La linea da Maribor a Šentilj è lunga una ventina di chilometri, ma rappresenta un collegamento essenziale posto su quello che si può definire il ramo sud della variante del Corridoio Baltico-Adriatico che da Lubiana arriva in Austria. Qui si ricollega all'importante nodo di Graz lungo quella che è conosciuta come linea ferroviaria austriaca meridionale e che comprende la ferrovia del Semmering dove è in costruzione un tunnel di base lungo 27,3 km (apertura prevista nel 2024). Gli investimenti pianificati nella sezione slovena da Maribor a Šentilj dovrebbero garantire la capacità della linea sufficiente fino all'orizzonte del 2039.
Il Corridoio Baltico-Adriatico attraversa sei Paesi dell'Unione europea (Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Austria, Slovenia e Italia) per circa 1800 km, connettendo i porti baltici di Danzica e Gdynia, posto nella stessa baia, e quelli di Stettino (secondo scalo della Polonia) e Świnoujście con quelli adriatici di Trieste, Venezia, Ravenna e Capodistria. La relazione, inserita nella rete Ten-T, connette quindi i nodi logistici della Polonia con quelli dell'Europa meridionale. Nell'insieme le ferrovie di questa area regionale europea allargata superano i 4000 km, in fase di potenziamento e ammodernamento. I lavori più significativi in corso riguardano due sezioni in Austria, vale a dire quella da Wettmannstätten e Grafenstein e tra Gloggnitz e Mürzzuschlag. La prima tratta fa parte della nuova linea ad alta capacità di 130 km tra Klagenfurt e Graz che comprende il tunnel di base sotto la Koralpe lungo 33 km e con pendenze adatte al traffico merci pesante, la seconda sezione in pratica coincide con il tunnel di base del Semmering, alternativo alla storica ferrovia di montagna.

Piermario Curti Sacchi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Europarlamento voterà la riforma dell’autotrasporto l’8 luglio

    Europarlamento voterà la riforma dell’autotrasporto l’8 luglio

    Nella seduta plenaria dell’8 luglio 2020 i parlamentari europei voteranno l’approvazione definitiva del Prima Pacchetto Mobilità, che prevede importanti modifiche alle norme sull’autotrasporto internazionale, tra cui i tempi di riposo, il cabotaggio stradale e il distacco degli autisti.

Logistica

  • Air Liquide rifornirà mille camion a idrogeno nel Nord Europa

    Air Liquide rifornirà mille camion a idrogeno nel Nord Europa

    Il produttore di gas francese Air Liquide ha siglato un accordo con il porto di Rotterdam per costruire una rete di stazioni di rifornimento d’idrogeno per veicoli industriali che potrà garantire i viaggi di mille veicoli industriali a celle combustibile in Benelux e Germania occidentale. Aderisce anche Iveco Nikola.

Mare