Array ( [0] => 26 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

Tutti i carri merci delle DB sono diventati silenziosi

Potrebbe essere il regalo di Natale delle Ferrovie federali tedesche a tutti gli abitanti che risiedono lungo una linea ferroviaria interessata dall’inteso traffico merci e quindi con la tranquillità messa a dura prova soprattutto nelle ore notturne. All’inizio del dicembre 2020, le DB Cargo hanno completato il programma di risanamento di tutti i 63mila carri merci della loro flotta. I ceppi in ghisa che sono il componente principale dei freni sono stati tutti sostituiti con suole in materiale composito, molto meno rumoroso perché meno soggetto a rigature, e quindi meno aggressivo sul cerchione, anche se al prezzo di una manutenzione più onerosa. Insieme alle svizzere Sbb Cargo, le ferrovie tedesche sono tra quelle che più si sono attivate su questo fronte che ha comportato per le DB un impegno finanziario, spalmato negli anni, di circa 220 milioni di euro. Carri più silenziosi non significano solo un vantaggio per chi abita vicino ai binari, ma visto nell’ottica del trasporto è un punto a favore della modalità ferroviaria.

La lotta al rumore però non riguarda solo i carri merci, ma anche la protezione passiva lungo le linee attraverso l’installazione di barriere e di finestre insonorizzate, secondo un progetto avviato in Germania nel 1999. Il risanamento di linee ferroviarie particolarmente interessate dal traffico ha ormai raggiunto i 2mila chilometri, mentre il piano prevede di proseguire negli interventi per ulteriori 1250 chilometri con una spesa media di 140 milioni di euro l’anno. Entro la fine del decennio l’obiettivo sarà raggiunto come indica il progetto “Noise Protection target 2030”. Si calcola che siano 800mila i cittadini che risiedono nelle immediate vicinanze di una linea ferroviaria a intenso traffico e quindi coinvolti a tutte le ore del giorno, ma soprattutto della notte.

Il risanamento acustico si inserisce in un massiccio programma di investimenti da parte delle DB che nel 2020, nonostante l’emergenza sanitaria, raggiungeranno il valore storico di 12 miliardi di euro. Sono stati rinnovati più di 1500 chilometri di binari, altrettanti di scambi, oltre a un centinaio di ponti risanati e 620 stazioni adeguate. Per favorire i lavori senza interferire troppo sulla circolazione, sono state adottate nuove tecniche costruttive, soprattutto per il risanamento dei ponti, utilizzando strutture ausiliarie che hanno evitato la chiusura delle linee se non per periodi brevissimi. Ma questi investimenti sono indirizzati soprattutto sulla manutenzione rispetto a nuove infrastrutture dove si segnalano ancora numerose carenze, come il mancato adeguamento di itinerari internazionali interessati da un intenso traffico merci, come non si stanca mai di segnalare la vicina Confederazione Elvetica.

Piermario Curti Sacchi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

    Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

    Il network di trasporto espresso di pallet Palletways ha inviato un mail ai clienti informandoli che fino al 25 gennaio sospende le spedizioni per la Gran Bretagna. Sempre più difficile l’e-commerce con l’isola.

Mare

TECNICA

Nuovi carrelli diesel e Gpl di Still

TECNICA

Gli Usa si preparano alla guida autonoma dei camion

TECNICA

UE finanzia con 20 milioni il camion autonomo

TECNICA

Uber vende la divisione sulla guida autonoma

TECNICA

Ford Trucks amplia la gamma dei camion in Italia
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Sciopero nazionale SiCobas di due giorni in FedEx TNT

LOGISTICA

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

LOGISTICA

Poste Italiane acquisisce il corriere cinese Sengi Express

LOGISTICA

Alleanza per una rete di logistica bevande ed e-commerce

LOGISTICA

Amazon aprirà due logistiche in Piemonte ed Emilia
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna

BREXIT

Aumentano le richieste di tampone Covid-19 da GB

BREXIT

L’autotrasporto ittico scozzese protesta a Londra
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Perizia Tribunale scagiona camionista dell’incidente Zanardi

CAMIONSFERA

Tre camionisti morti in un incidente in Spagna

CAMIONSFERA

Multa di 79mila euro in Danimarca per tempi di guida

CAMIONSFERA

Chiesto processo per due camionisti per investimento su A2

CAMIONSFERA

K44 podcast: la grande trappola del Kent

CAMIONSFERA

Sindacati francesi mobilitano gli autisti di veicoli industriali

CAMIONSFERA

Scoperti 22 kg di cocaina su un camion bulgaro

CAMIONSFERA

Italia e Germania alleate contro i divieti dell’Austria

CAMIONSFERA

Il mercato dei veicoli industriali limita le perdite del 2020

CAMIONSFERA

Il britannico Consortium Purchasing ordina 2250 camion Scania

CAMIONSFERA

Sequestrato un panino al prosciutto a camionista proveniente da GB

CAMIONSFERA

Massicci investimenti delle ferrovie russe sull’asse Europa-Asia

CAMIONSFERA

Consegnati in Italia i primi nuovi Scania V8 da 770 CV

CAMIONSFERA

Prosegue l’obbligo del test Covid-19 da GB alla Francia

CAMIONSFERA

Il Salone del trasporto per l’edilizia è rinviato al 2023
previous arrow
next arrow
Slider