Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Retata nella sede belga di Waberer’s


Secondo il giornale Le Soir, la Polizia belga ha svolto domenica 20 novembre 2016 un'ispezione nella sede della società d'autotrasporto ungherese di Battice, per verificare il rispetto dei tempi di guida e di riposo degli autisti. Alle 14:30, ben tredici ispettori si sono presentati ai cancelli della filale belga, dove Waberer's ha insediato un grande parcheggio di veicoli industriali. Gli ispettori hanno verificato che 110 camion avevano a bordo l'autista, anche se non hanno potuto controllarli tutti.
Al termine dell'ispezione, gli ispettori hanno rilevato sia violazioni sui tempi di guida e di riposo, sia della legge che proibisce di svolgere il riposo settimanale in cabina. Per dimostrare di non farlo, gli autisti devono mostrare la fattura di un albergo, oppure un biglietti di treno, autobus o aereo che dimostra il rientro a casa. Alcuni autisti hanno detto agli ispettori che riposavano nell'edificio del parcheggio, dove però mancherebbero strutture adatte. Quindi, hanno inviato il dossier agli organi competenti, per approfondire l'indagine.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Dimissioni dei vertici camion dell’Unrae

    Dimissioni dei vertici camion dell’Unrae

    Annunciate le dimissioni improvvide del presidente della Sezione Veicoli Industriali, Franco Fenoglio, e di quello della Sezione Rimorchi dell'associazione dei costruttori di veicoli esteri Unrae.

Logistica

  • Le proposte di Fedespedi per il Recovery Fund

    Le proposte di Fedespedi per il Recovery Fund

    L'associazione degli spedizionieri Fedespedi indica le priorità per il trasporto delle merci e la logistica da inserire nel programma di spesa che il Governo italiano dovrà presentare all'UE per ottenere le risorse del Recovery Fund. Tre temi: digitalizzazione, connettività e sostenibilità.

Mare