Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Quindici arresti in Puglia per rapine ai camion


L'indagine è iniziata nel marzo del 2015, dopo un aumento delle denunce di assalti ai camion nella zona di Bari. I Carabinieri hanno subito chiesto la collaborazione di alcune imprese di autotrasporto, avviando un'operazione di contrasto alle rapine installando sistemi di rilevamento sui camion e creando una rete d'intervento con addetti posti sia nelle sedi delle aziende, sia nei Comandi dell'Arma. Dopo poco tempo dall'attivazione della rete, i Carabinieri hanno arrestato sul fatto due rapinatori mentre stavano assalendo armati un veicolo carico di elettrodomestici, televisori e altro materiale elettronico, per un valore di 50mila euro.
In quel caso, appena scattato l'allarme è decollato un elicottero dell'Arma che ha localizzato un'auto della banda, che aveva appena fermato l'articolato a Rovo di Puglia, incappucciando l'autista, facendolo sdraiare sul sedile posteriore di un'auto di grossa cilindrata e facendo perdere le proprie tracce con l'intero carico. In quel caso furono arrestati i due occupanti della vettura dopo un inseguimento.
Questa operazione ha fornito agli investigatori una traccia per scovare l'intera organizzazione. Le indagini seguenti hanno individuato un'organizzazione ben armata e divisa in due gruppi operativi che agivano sotto la direzione di criminali esperti. I banditi potevano disattivare i rilevatori satellitari dei camion assaliti grazie a jammer, poi sequestravano gli autisti durante lo svuotamento dei veicoli, che avveniva in depositi a disposizione della banda posti in zone isolate. Al termine dell'operazione, gli autisti venivano abbandonati in luoghi isolati.
La merce rapinata era poi instradata in una rete logistica clandestina e venduta da ricettatori. In una nota, i Carabinieri spiegano che "l'inchiesta ha tra l'altro ben delineato i ruoli rivestiti dai criminali, individuandone i promotori ed organizzatori nonché coloro che materialmente si occupavano di assaltare gli autotreni e di sequestrarne i rispettivi conducenti e quelli che assicuravano lo svolgimento in sicurezza delle operazioni di scarico della refurtiva".
Al termine dell'indagine, gli inquirenti affermano di avere raccolto "inconfutabili elementi di responsabilità a carico della compagine" per sei rapine. Durante l'indagine, i Carabineri hanno sequestrato refurtiva per un milione di euro e hanno eseguito quindici provvedimenti cautelari tra arresti in carcere, domiciliari e obbligo di dimora.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Romania vuole chiarimenti sul nuovo riposo autisti

    Romania vuole chiarimenti sul nuovo riposo autisti

    Il 20 agosto 2020 entrerà in vigore il primo Regolamento della riforma europea dell’autotrasporto e l’associazione degli autotrasportatori rumena Untrr chiede all’UE chiarimenti sul rientro degli autisti.

Logistica

Mare

  • Assarmatori chiede aiuti per le autostrade del mare

    Assarmatori chiede aiuti per le autostrade del mare

    L’associazione degli armatori Assarmatori rivolge al Parlamento la richiesta di aiuti urgenti per le compagnie che gestiscono il combinato strada-mare, le rotte per le isole maggiori e quelle del cabotaggio.