Array ( [0] => 16 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Allarme sul trasporto illegale di fuochi d’artificio


    La prima scoperta è avvenuta all'inizio di dicembre in un magazzino pavese, dove la Guardia di Finanza ha scoperto trecento chili di fuochi d'artificio, la seconda è avvenuta sempre nel pavese il 17 dicembre e in questo caso la quantità di botti illegali ammontava a ben ottocento chilogrammi imballati in scatoloni all'interno del deposito di un'azienda di spedizione. In entrambi i casi, secondo i Finanzieri le aziende di trasporto erano ignare del reale contenuto delle scatole, che sono state quindi stoccate (e sarebbero state trasportate su strada) senza applicare le norme di sicurezza sullo stoccaggio e il trasporto di prodotti esplosivi.
    Vien spontanea una domanda: quante scatole di fuochi d'artificio stanno viaggiando sulle strade italiane su veicoli non in regola con l'Adr, magari senza neppure che gli autisti lo sappiano? Ciò può accadere perché i conducenti non conoscono il reale contenuto dei pacchi che caricano e devono basarsi su quanto scritto sui documenti, che possono riportare informazioni false. È una situazione molto pericolosa, perché non solo gli esplosivi viaggiano senza le adeguate misure di prevenzione, ma anche perché in caso d'incidente l'autista e i soccorritori non sanno del rischio di esplosione e non possono quindi intervenire adeguatamente. Inoltre questi camion che trasportano questi botti illegali possono essere imbarcati in traghetti, moltiplicando i rischi.
    Ma il trasporto illecito di merci pericolose, soprattutto nel settore del collettame, non riguarda solamente i fuochi artificiali e il periodo del Capodanno. Nel mondo dell'autotrasporto si sa che ciò può avvenire, però non esistono statistiche su questo fenomeno, anche perché controllarlo non è semplice. Infatti, gli agenti dovrebbero aprire i pacchi, azione che comporta sia difficoltà burocratiche, sia operative. È però necessario trovare un modo per verificare se merci pericolose viaggiano su veicoli non a norma o addirittura su quelli adibiti al trasporto di prodotti alimentari.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: la riforma dell’autotrasporto UE inquina?

    K44 podcast: la riforma dell’autotrasporto UE inquina?

    La Commissione Europea ha diffuso uno studio che mostra come l’obbligo di rientro in sede dei camion che svolgono autotrasporto internazionale dopo otto settimane, previsto dal Primo Pacchetto Mobilità, può aumentare l’impatto ambientale del trasporto. Vero problema o manovra politica per modifiche? Ne parla Paolo Cesaro in questo podcast di …

Mare

TECNICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

TECNICA

GM sviluppa un sistema elettrico completo per logistica urbana

TECNICA

Schiphol sperimenta trattore per bagagli autonomo

TECNICA

La Cina progredisce nel camion autonomo

TECNICA

Semirimorchi aerodinamici di Schmitz Cargobull
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Sicilia vuole eliminare il pedaggio per camion a biocarburante

LOGISTICA

È corretto il nuovo nome del ministero dei Trasporti?

LOGISTICA

Conftrasporto contro cambio di nome del ministero Trasporti

LOGISTICA

I Trasporti escono dal ministero dei Trasporti

LOGISTICA

Cinque arresti per frode fiscale su pallet a Verona
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Sicilia vuole eliminare il pedaggio per camion a biocarburante

CAMIONSFERA

Altera cronotachigrafo, multa di 5500 euro

CAMIONSFERA

Denunciato camionista in Sicilia per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Cambio al volante di Scania dal primo maggio

CAMIONSFERA

Pontremolese in concessione per completarla

CAMIONSFERA

Arresti a Napoli contro rapinatori dell’autotrasporto

CAMIONSFERA

Guida 21 ore in un giorno e senza AdBlue, multa per autista e azienda

CAMIONSFERA

Arriva un nuovo operatore per il telepedaggio in Italia

CAMIONSFERA

Indagine per omicidio stradale sul tamponamento dell’A32

CAMIONSFERA

Autotrasporto protesta contro due autovelox sulla Fi-Pi-Li

CAMIONSFERA

Sciopero degli autisti della logistica Amazon di Padova

CAMIONSFERA

Tampone in Germania, lunghe code al Brennero

CAMIONSFERA

Il 2021 inizia in positivo per i veicoli industriali

CAMIONSFERA

Ferrovia trans-afghana tra l’Asia centrale e il Mar Arabico

CAMIONSFERA

Pagamento telematico del pedaggio in Marocco con DKV
previous arrow
next arrow
Slider