TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Revisioni dei camion anche ai privati

E-mail Stampa PDF

La Legge Finanziaria 2019 estende la possibilità di svolgere la revisione periodica presso centri privati anche ai veicoli con massa complessiva superiore a 3,5 tonnellate. Soddisfazione dell'associazione dell'autotrasporto Anita.


Meccanico diagnosi camion computer tastieraNel maxi-emendamento alla legge di Bilancio 2019 approvata dal Parlamento ci sono due commi che possono finalmente agevolare le revisioni annuali dei veicoli industriali, che in alcune Provincie italiane mostrano gravi ritardi a causa della carenza di personale della Motorizzazione. Nei mesi scorsi, le associazioni dell'autotrasporto avevano ripetutamente chiesto di permettere la revisione anche alle officine, come avviene da anni per i veicoli leggeri con massa fino a 3,5 tonnellate. Ora la Finanziaria lo consente tramite i commi 1049 e 1050, che modificano il comma 8 dell'articolo 80 Codice della Strada. La revisione nei centri privati autorizzati ora è permessa anche ai veicoli pesanti, ma non a tutti: quelli che trasportano merci pericolose (Adr) o deperibili in regime di temperatura controllata (Atp) devono continuare a essere revisionati da tecnici della Motorizzazione Civile.
Questo provvedimento non è però immediatamente in vigore, perché deve essere definito da un decreto attuativo che il ministero dei Trasporti deve emanare entro trenta giorni dall'entrata in vigore della Finanziaria, quindi entro la fine di gennaio. L'Anita ha accolto con favore questa norma: "Un importante risultato che premia la costanza e la tenacia con la quale abbiamo spinto per ottenere questa soluzione, che rappresenta un ulteriore passo di avvicinamento dell'Italia alle prassi in atto negli altri Stati UE, condizione che per Anita costituisce un punto centrale della politica dei trasporti del Paese", ha dichiarato il presidente Thomas Baumgartner.
Baumgartner aggiunge: "Devo dare atto ai vertici del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di aver responsabilmente dato risposta agli enormi disagi registrati dalle imprese per i ritardi nelle operazioni di revisione, soprattutto in alcuni territori particolarmente segnati da carenza di personale della Motorizzazione e auspico che i tempi indicati dalla Legge di Bilancio per la sua piena attuazione, vengano rispettati, così da mettere a pieno regime le nuove regole e consentire alle imprese di poter affrontare le prossime revisioni con maggiore serenità".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 4408

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed