TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Incendio sulla car carrier Grimaldi Grande Europa

E-mail Stampa PDF

Nella notte tra il 14 e 15 maggio è scoppiato un incendio sulla nave mentre era in navigazione tra Salerno e Valencia. È stato spento dall'equipaggio senza alcune danno alle persone. Grimaldi chiede nuove norme sulla sicurezza.


Incendio Grimaldi Grande Europa pompiere fntSalvamentoMaritimoPer la seconda volta in due mesi è scoppiato un incendio a bordo di una car carrier della Grimaldi mentre la nave era in viaggio con un carico di autoveicoli e container. La sera del 10 marzo le fiamme sono divampate sul ponte della Grande America mentre navigava tra Amburgo e Casablanca, costringendo l'equipaggio all'evacuazione totale. Nonostante gli sforzi dei soccorsi, due giorni dopo la nave affondò nel Golfo di Biscaglia portando con sé 2210 autoveicoli nuovi e 365 container.
Nella notte tra il 14 e 15 maggio l'incendio è scoppiato sulla gemella Grande Europa sulla rotta tra il porto di Salerno, dove aveva caricato 1687 autoveicoli e 49 container, e quello di Valencia, a circa 25 miglia da Palma de Maiorca. Dalle prime informazione emerge che l'incendio è iniziato sul ponte tre ed è stato spento dallo stesso equipaggio. Ma la storia non è finita, perché poco dopo sul ponte otto è scoppiato un altro incendio, che ha coinvolto anche il nove. In entrambi i casi, le fiamme sarebbero partite da alcuni autoveicoli nuovi.
In questo caso l'equipaggio ha spento gli incendi e non ci sono stati feriti, anche se durante il secondo incendio gli elicotteri della Guardia Costiera Spagnola hanno evacuato quindici marittimi, mentre il comandante e nove marittimi sono rimasti a bordo per spegnere le fiamme, estinguendole completamente intorno alle 14.00 del 15 maggio grazie anche all'aiuto di un rimorchiatore antincendio spagnolo, che poi ha trinato la nave nel porto di Palma de Maiorca.
Dopo l'incendio, Grimaldi ha diffuso una nota dove chiede norme più rigorose e maggiori controlli sul trasporto marittimo di autoveicoli e container. Per quanto riguarda i veicoli, la compagnia marittima chiede che avvengano più verifiche sulle loro batterie, che subirebbero spesso corto circuiti quando sono imbarcate. Grimaldi chiede anche che sia vietata la presenza di effetti personali sui veicoli usati. Per quanto riguarda i container, la compagnia chiede che l'Imo renda obbligatoria la certificazione del riempimento di merci pericolose.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 979

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed