TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Concluso il soccorso alla Norman Atlantic

E-mail Stampa PDF

La Guardia Costiera annuncia che tutti i passeggeri del traghetto sono stati evacuati e che restano a bordo nove membri dell'equipaggio per un'ispezione finale. La Procura apre un fascicolo per disastro colposo.


Norman Atlantic soccorso Guardia CostieraCon un messaggio diffuso poco dopo le 13:00 di lunedì 29 dicembre 2014, la Guardia Costiera annuncia che "Tutti i passeggeri della Norman Atlantic sono stati evacuati e a bordo restano nove persone dell'equipaggio per ispezionare la nave". Termina così la lunga operazione di salvataggio, attuata tramite elicotteri, di 419 persone rimaste per un giorno e mezzo in balia della tempesta sul traghetto incendiato. Alle complesse operazioni di salvataggio hanno partecipato mezzo della Guardia Costiera, della Marina Militare, ma anche rimorchiatori della Barretta di Brindisi e navi cargo che navigavano nel Canale di Otranto e che hanno contribuito al trasporto dei naufraghi. Finora, sono stati accertati cinque morti.
Tra le navi che hanno prestato soccorso, ritardando quindi il loro viaggio, c'è la portacontainer Spirit of Piraeus (approdata questa mattina a Bari con 49 naufraghi) e il traghetto Cruise Europa, che opera sulla rotta tra Patrasso e Ancona. A causa dell'assistenza alla Norman Atlantic, questa nave non giungerà, come previsto, nel porto di Ancona nel pomeriggio di lunedì. Anek annuncia che sta cercando una nave sostitutiva per il servizio tra Ancona e Igoumenitsa, la cui partenza è prevista per martedì 30 gennaio.
La mattina di lunedì le Procure di Bari e di Lecce hanno aperto un'indagine sull'incidente, con il reato di disastro colposo. I magistrati stanno ascoltando i superstiti e i responsabili del porto per ricostruire le varie fasi del naufragio e individuare eventuali responsabilità. L'armatore della Norman Atlantic, Carlo Visentini, ha già dichiarato di essere a disposizione delle Autorità. In una nota riportata dall'Ansa, ha affermato che "La società confida nel lavoro delle autorità investigative che dovranno trovare le esatte cause dell'incidente, ma è certa della piena efficienza della nave, una nave di recente costruzione, con tutte le certificazioni necessarie ad operare".
Il traghetto ha ricevuto l'ultima ispezione il 19 dicembre 2014 da parte di Paris Mou che ha riscontrato sei 'deficiencies', ossia carenze, che però non hanno causato il fermo della nave. L'inconveniente principale riguarda malfunzionamenti alle porte tagliafuoco e la mancanza di alcuni sistemi di sicurezza (batterie e luci) e alcune mancanza di conformità.

Il video della Guardia Costiera mostra le difficoltà delle operazioni di soccorso del Norman Atlantic

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto: Guardia Costiera

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 2416

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed