Array ( [0] => 30 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Lecitrailer Evolution semirimorchio isotermico di alta gamma

Il Gruppo iberico Lecitrailer ha presentato Evolution, la nuova generazione di semirimorchi frigoriferi che - dopo oltre seimila unità in circolazione in Europa – sostituisce le gamme precedenti. Quasi dieci anni fa Lecitrailer presentò il suo primo frigorifero completo, composto da telaio e cassa. Fino ad allora Lecitrailer era ‘solo’ un importante produttore di telai per il trasporto refrigerato che e collaborava con altre aziende che integravano il furgone. Da quando Ega è stata incorporata nel Gruppo Lecitrailer, il marchio leader del mercato spagnolo nella fabbricazione di semirimorchi ha iniziato a produrre i propri veicoli frigoriferi. Durante questi anni la ricerca, gli investimenti e la capacità di innovazione sono stati costanti in questa gamma di prodotti. Sono proprio queste migliorie continue che hanno portato al lancio di Evolution, un veicolo refrigerato aggiornato e moderno, robusto e resistente il doppio rispetto alla versione precedente.

Si è lavorato sulla struttura, integrando più rinforzi verticali in fibra di vetro sui pannelli laterali e dotandola di poliestere ad alta densità all'interno. Poiché i pannelli laterali sono realizzati in vetroresina qualsiasi riparazione è facilitata. Il pianale è stato rinforzato, testato e certificato per ottimizzare il carico e il passaggio dei muletti. I pannelli in un unico pezzo in fibra e il ponte termico installato in tutti i frigoriferi del Gruppo evitano le fluttuazioni di temperatura interne, e riducono sia il consumo di gasolio per il gruppo frigo, sia il possibile deterioramento dell'attrezzatura e i relativi costi di manutenzione. Per ampliare la capacità di carico dell’isotermico è stata aumentata la larghezza interna tra zoccoli e pannelli, senza ridurre i 65 mm dei pannelli laterali. Il nuovo portale posteriore è più stretto e rinforza l'unione con i pannelli laterali.

Il telaio ha una garanzia di dieci anni contro la corrosione, è trattato con la verniciatura KTL che applica uno strato di primer uniforme di 50 micron su tutta la superficie del telaio dei veicoli. Tutte le migliorie sono state testate sul banco di affaticamento che Lecitrailer ha nel suo stabilimento di Casetas, e sono state realizzate senza aumentare la tara del semirimorchio, ottenendo comunque un frigorifero molto più resistente, sicuro e redditizio per agli autotrasportatori.

Massimiliano Barberis

Scheda Tecnica

  • Lunghezza 13.600 mm
  • Larghezza 2.600 mm
  • Larghezza utile interna 2.464 mm
  • Altezza 4.000 mm
  • Altezza interna 2.650 mm
  • Altezza ralla 1.100 mm
  • Distanza perno ralla 1.600 mm
  • Collo 10 mm
  • Pareti 65 mm
  • Tara 7.600 kg
  • Longheroni a sezione variabile a forma di doppia T in acciaio ad alto limite elastico
  • Barra para-incastro posteriore in alluminio
  • Posteriore in acciaio inossidabile
  • Trattamento di protezione anti-corrosione del telaio ad immersione completa ed elettrodeposizione catodica (KTL) con conversione nanotecnologica
  • Pannelli laterali e tetto con rinforzo a Z in fibra di vetro.
  • Pannelli laterali e del tetto tipo sandwich in schiuma poliuretanica da 40 Kg/m3 e poliestere rinforzato con fibra di vetro da 65 mm di spessore per le pareti e 85 mm per il tetto.
  • Pianale in alluminio in grana di riso
  • Zoccolo interno in alluminio 240 x 5 mm
  • Congiunzioni pavimento/pareti , pavimento/testata, pareti/tetto e tetto/testata mediante profili in alluminio
  • Portale posteriore in acciaio Inox
  • Porte posteriori con chiusure esterne singole in acciaio inossidabile.
  • Combi rail ferma carico applicata H 1.200 mm per ciascun lato.

Optional

  • Paraurti in acciaio skid-ship
  • Rinforzo angolare anteriore per nave
  • Sistema di arresto di avvicinamento rampa
  • Porta posteriore a doppia chiusura
  • Chiusure di sicurezza
  • Combi rail supplementare opzionale
  • Combi rail nel tetto
  • Guida fermacarico incassata
  • Fori di scolo posteriori
  • Sportellini di aerazione
  • Paratia interna con e senza termoventola.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

  • Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Dopo l’annuncio di un nuovo piano mirato a riconvertire aree portuali e retroportuali a depositi doganali per container e merci, il Gruppo Enel ha rivelato alcuni dettagli su quali saranno in concreto le idee e le ambizioni di Enel Logistics in questa nuova area di business.

Mare