Array ( [0] => 30 )

Primo piano

  • Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Le rilevazioni della Iata sul trasporto aereo delle merci del 2019 mostrano che è stato il peggiore anno dal 2009, quando scoppiò la crisi macroeconomica da cui il settore è emerso lentamente. Un’eventuale ripresa quest’anno potrebbe essere ostacolata dall’epidemia di coronavirus.

Podcast K44

Normativa

In Italia il nuovo pick-up della Stella


In Italia, il mercato dei pick-up è in forte crescita e nel solo 2016 sono state vendute 7600 unità (più 121 per cento rispetto al 2015). All'interno della rinascita di questo segmento, non può mancare la nuova proposta del marchio tedesco, che con Classe X vuole unire la versatilità di uno strumento di lavoro con il design e l'eleganza di un moderno Suv. La Casa di Stoccarda vanta una lunga tradizione nel progettare e costruire pick-up che risale al 1936, anno del 170 V, il suo primo veicolo con cabina e cassone, poi il Pick-up del 1968, il VRC del 1995, l'icona pick-up Classe G, l'istituzionale Papamobile fino ad arrivare ai giorni nostri.
L'anima del veicolo è quella di un veicolo dedicato al trasporto merci: infatti è omologato autocarro e rientra nella categoria N1. Lungo poco più di cinque metri e largo quasi due, Classe X può trasportare un carico utile fino a 1,1 tonnellate e trainare un rimorchio con massa complessiva di 3,5 tonnellate. Il cassone è lungo 1587 mm e la sua larghezza (1560 mm) gli consente di caricare trasversalmente un europallet, che durante la marcia notturna può essere illuminato, perché nella terza luce di arresto sono integrate luci a led che inquadrano l'intero vano di carico.
Tutte le versioni Classe X (Pure, Progressive e Power) hanno la trazione integrale inseribile (quando non serve è solo posteriore), il riduttore, il controllo della velocità in discesa e, a richiesta, il differenziale posteriore bloccabile. Ciò offre a questo mosto modello un ottimo comportamento nelle condizioni stradali difficili (come fondo bagnato o innevato) e nella marcia fuoristrada.
Il frontale massiccio e imponente richiama lo stile degli Sport Utility Mercedes, con la stella a tre punte posta al centro, mascherina del radiatore a due lamelle, cofano motore alto e fari incassati nel parafango. Il veicolo ha doppia cabina (con panca a tre posti posteriore) e l'abitacolo risponde alle esigenze di comfort e stile: sedili ergonomici in pelle con sostegno laterale, plancia con display centrale, strumenti circolari analogici e volante funzionale a tre razze.
I motori disponibili sono i quattro cilindri a gasolio di 2,3 litri in versione turbo da 163 Cv (220d) o biturbo da 190 Cv (250d) e cambio manuale a 6 marce o automatico a 7 rapporti. Nel 2018, Mercedes introdurrà il V6 turbodiesel di 3 litri da 258 Cv che avrà anche la trazione integrale permanente, il cambio automatico 7G-Tronic Plus con leve al volante, e il selettore dei programmi di guida, il tutto a partire da una base di euro 30mila (Iva esclusa).

Davide Debernardi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

  • Confetra vuole più risorse per i porti

    Confetra vuole più risorse per i porti

    Commentando il Decreto Rilancio, il presidente di Confetra riconosce passi in avanti sulle agevolazioni fiscali, ma chiede maggiori risorse per i porti e un processo di semplificazione.

Mare