Array ( [0] => 35 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Reach Stacker Hyster per intermodale ferroviario

Con l’intento di sviluppare al meglio i processi di logistica all’interno di terminal, porti e interporti Hyster sviluppato una nuova cabina sollevabile per il Reachstacker RS46 (noleggiato da CLS) che semplifica la gestione dei container sui carri ferroviari posti sul secondo binario, ottimizzando i tempi di lavoro e incrementando la produttività delle operazioni. Infatti, la movimentazione delle unità di carico su rotaia può essere difficile in questi casi e la soluzione di Hyster aumenta visibilità, velocità di movimentazione ed efficienza.

Migliorare la visuale dell’operatore offre diversi vantaggi: vista diretta sul carico per una migliore produttività ed efficienza e riduzione dei costi operativi perché non è più necessario dover spostare il treno del primo binario per accedere a quello sul secondo. Il sollevamento a pantografo migliora notevolmente la visibilità posteriore durante le manovre in retromarcia, questo grazie all’assenza di organi meccanici (montante e piastra) che oscurerebbero la visuale. Tra i principali punti di forza offerti da questa soluzione va menzionata la velocità media di sollevamento e movimentazione dei container: secondo quanto dichiara il costruttore, a parità di utilizzo della macchina la produttività dell’operatore aumenta del 12%.

La cabina sollevabile progettata da Hyster, insieme a tutte le normali opzioni disponibili, è in grado di migliorare il comfort degli operatori, incrementando la visibilità anche all’interno dei contesti più difficili senza l’ausilio di videocamere o rilevatori, elementi che solitamente contribuiscono ad allungare i tempi necessari allo svolgimento del lavoro nonché i costi per la movimentazione del singolo container. La cabina è sollevata e abbassata facilmente su un braccio incernierato, migliorando la visibilità dell’operatore al di là del container e, di conseguenza, la produttività. Se entrambe le porte sono bloccate, la cabina può essere facilmente sollevata anche durante la guida con conseguente riduzione automatica della velocità a 10Km/h.

Tra le potenzialità offerte vi è anche la possibilità di usufruire di un’inclinazione opzionale fino a 10 gradi per migliorare ulteriormente la visibilità quando vengono movimentate alte file di container. L’assenza del montante assicura la quasi assenza di vibrazioni anche quando si percorrono lunghe distanze, mentre la disponibilità di una seduta ergonomica e confortevole migliora la produttività dell’operatore anche durante lunghi turni di lavoro.

L'altezza complessiva del ReachStacker quando la cabina è abbassata è pari a quella del modello standard, semplificando le operazioni di trasporto su strada e permette di velocizzare la messa in servizio della macchina. Tra le altre novità messe a punto da Hyster per migliorare la gestione dei container posti sul secondo binario c’è anche il controllo da remoto del braccio e dello spreader, che permette di immobilizzare il veicolo e consente all’operatore di posizionare il container nella posizione desiderata senza essere a bordo.

Massimiliano Barberis

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Autotrasporto

Logistica

Mare