Array ( [0] => 32 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Inail spiega l’assicurazione per i rider

Alcune sentenze hanno stabilito che i rider, o ciclo-fattorini, sono soggetti ad alcuni obblighi dei lavoratori dipendenti, anche se operano in modo formalmente autonomo e anche se lo fanno attraverso le piattaforme digitali. Uno di tali obblighi è il pagamento del premio assicurativo all'Inail, in vigore dal 1° febbraio 2020. L'ente ha quindi diramato alcune precisazioni per adempiere a tale obbligo. Innanzitutto ha chiarito chi sono i soggetti da assicurare: i lavoratori autonomi che svolgono attività di consegna di beni per conto altrui, in ambito urbano e con l'ausilio di velocipedi o veicoli a motore, attraverso piattaforme anche digitali (cosiddetti rider). Prima del 1° febbraio l'obbligo interessava già i lavoratori che svolgevano tali attività in modo dipendente e parasubordinato, mentre ora è esteso anche a chi lo fa in maniera occasionale.
Il primo passo per l'azienda committente è ottenere dall'Inail un codice ditta e una posizione assicurativa, se già non l'aveva prima, presentando all'Istituto la denuncia d'iscrizione per tutte le attività svolte, incluse quelle di consegna, ai fini della valutazione del rischio e del calcolo del premio assicurativo. L'impresa iscritta deve presentare all'Inail, entro trenta giorni dalla data di decorrenza del nuovo regime assicurativo, la denuncia di variazione attività con riferimento alla consegna di beni per conto altrui svolta da lavoratori autonomi precedentemente non denunciati. Per farlo, l'impresa deve fornire all'Istituto le informazioni per determinare il rischio e quindi il premio, come per esempio il tipo di veicolo usato per le consegne, il calcolo della percentuale delle attività in relazione ai diversi mezzi di trasporto e le retribuzioni presunte dei lavoratori.
Le richieste d'iscrizione o di variazione vanno presentate all'Inail in modalità telematica. Dopo l'invio, l'Istituto trasmette all'impresa il certificato di assicurazione (o di variazione) e il conteggio del premio, con l'indicazione dell'importo anticipato per il 2020 da versare tramite F24 entro la scadenza indicata sul certificato. Dopo avere assicurato i rider, l'azienda ha l'obbligo di presentare le denunce di infortunio sul lavoro e di malattia professionale, sempre in modalità telematica.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Risale a giugno il prezzo del gasolio per camion

    Risale a giugno il prezzo del gasolio per camion

    L'aggiornamento del valore da considerare per calcolare i costi d’esercizio dell’autotrasporto merci pubblicato dal ministero dei Trasporti mostra a giugno un aumento del prezzo del gasolio, che era in calo costante da gennaio 2020.

Logistica

Mare