Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Liquidato l’ente zona industriale di Trieste

Il consorzio Coselag è nato alla fine del 2017 per concludere la procedura liquidatoria dell'Ente Zona Industriale di Trieste, avviata nel 2015. L'atto finale è avvenuto il 1° luglio scorso con l'approvazione del bilancio di liquidazione, presentato ad aprile. Il consorzio è controllato dall'Autorità di Sistema Portuale con il 52%, mentre il restante 48% è nelle mani dei Comuni di Trieste, Muggia e San Dorligo della Valle-Dolina. Con il termine della fase liquidatoria, il Coselag può iniziare il processo di ristrutturazione del comprensorio, che dispone di un patrimonio immobiliare di 18 milioni.
La prima fase consiste nella manutenzione straordinaria delle strade nella Zona industriale del Comune di Muggia e nella ristrutturazione della sede del consorzio, per un valore totale di circa tre milioni di euro. In seguito sarà progettata la manutenzione del raccordo stradale di Via Malaspina con Riva Cadamosto. Sul fronte ferroviario è previsto il ripristino degli impianti che si diramano dalla stazione di Trieste-Aquilinia verso lo stabilimento Wärtsilä e l'area ex-Aquila. Per queste opere, il consorzio ha chiesto un finanziamento di 370mila euro.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

Mare

  • Collaborazione tra i porti di Venezia e Amburgo

    Collaborazione tra i porti di Venezia e Amburgo

    L’ Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale ha avviato una collaborazione con alcuni enti italiani e tedeschi per sviluppare tecnologie terminalistiche e doganali col porto di Amburgo.