Array ( [0] => 10 )

Primo piano

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Podcast K44

Normativa

L’Anac rimuove D’Agostino dal porto di Trieste

Il 4 giugno 2020 una tempesta è calata sul porto di Trieste e ha travolto il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, Zeno D’Agostino al quinto anno della sua carica (che scadrà a novembre). L'evento è stato scatenato dall’Autorità Nazionale Anticorruzione che ha lo dichiarato decaduto per una presunta incompatibilità. Secondo l’Anac, quando D’Agostino venne nominato alla presidenza dell’Asp era presidente della società Trieste Terminal Passeggeri di Trieste, di cui l’Autorità portuale detiene il 40%. La decisione è stata presa dall’Anac il 16 marzo 2020, ma è stata notificata il 4 giugno.

Questa tempesta decapita il porto di Trieste in una fase di crescita attivata proprio da D’Agostino e non compromette solo le scelte future del porto, ma anche quelle passate. Infatti la decisione è retroattiva e in teoria annulla i provvedimenti firmati dal presidente dell’Asp da quando ha assunto la carica, quindi quelli degli ultimi quattro anni e mezzo. Un groviglio istituzionale che il ministero dei Trasporti dovrà in qualche modo sciogliere con qualche provvedimento.

Prima di essere nominato presidente dell’Autorità Portuale dall’allora ministro dei Trasporti Graziano Delrio, Zeno D’Agostino ne era stato commissario da febbraio 2015 e da allora ha sempre mantenuto il timone del porto giuliano. Il provvedimento dell’Anac non appare solamente tardivo (è assurdo stabilire l’illegittimità di una nomina dopo quattro anni con la retroattività) ma anche puramente formale. Infatti D’Agostino non aveva alcun potere gestionale nel Terminal Passeggeri, che era governato da due amministratori delegati.

D’Agostino ha subito annunciato un ricorso al Tar contro il provvedimento dell’Anac, con la richiesta della sospensiva immediata, che sarà presentato l’8 giugno. Anche il ministero dei Trasporti intende ricorrere al Tribunale Amministrativo, secondo quanto dichiarato dal Prefetto di Trieste. Nel tardo pomeriggio del 5 giugno un centinaio di lavoratori del porto ha protestato contro la destituzione di D’Agostino, che compromette gli accordi sull’occupazione firmati negli ultimi quattro anni.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Camion a due piazze causa multa all’autista

    Camion a due piazze causa multa all’autista

    La Polizia Locale di Lonato, Bedizzole e Calcinato ha fermato un autoarticolato dove viaggiava anche la fidanza dell’autista. Multa e ritiro del libretto di circolazione del camion.

Logistica

  • Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Dopo l’annuncio di un nuovo piano mirato a riconvertire aree portuali e retroportuali a depositi doganali per container e merci, il Gruppo Enel ha rivelato alcuni dettagli su quali saranno in concreto le idee e le ambizioni di Enel Logistics in questa nuova area di business.

Mare