Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Calano i ricavi di Moby nel trasporto merci


La compagnia di navigazione parte del gruppo Onorato Armatori da circa un anno è coinvolta in un duro scontro che la vede contrapposta al Gruppo Grimaldi di Napoli a colpi di tariffe al ribasso, in particolare nel trasporto di carichi rotabili (camion e semirimorchi) da Livorno e da Genova. Da qualche giorno è emersa l'indiscrezione secondo cui le parti potrebbero aver deciso di seppellire l'ascia di guerra anche grazie alla mediazione di Gianluigi Aponte, patron di Msc e di Grandi Navi Veloci ma nel frattempo però la "balena blu" è tornata in rosso.
Dalla semestrale appena resa pubblica si apprende infatti che, dopo l'utile di bilancio riconquistato negli ultimi anni, nel primo semestre del 2016 i conti si sono deteriorati a causa di un significativo calo nei ricavi derivanti dal trasporto marittimo di merci. Tra gennaio e giugno Moby ha fatto registrare entrate in calo del 13%, pari a 32,9 milioni di euro (dai 249,5 milioni dello stesso periodo 2015 a 216,5 milioni), mentre nel solo secondo trimestre dell'anno la flessione delle entrate è stata pari a 19,8 milioni (-14,1%).
In virtù di ciò l'Ebitda di Moby è sceso nei primi sei mesi dell'anno di 14,3 milioni di euro (dai 43,6 del 2015 ai 29,2 milioni di quest'anno) contribuendo a riportare il risultato netto in rosso per 18,5 milioni di euro, mentre dodici mesi prima l'utile era stato di 973 mila euro. Guardando al secondo trimestre del 2016 la perdita è stata di 8,6 milioni di euro (utile di 1,5 milioni nello stesso periodo del 2015) e l'Ebitda è crollato del 43,4% (da 26,7 a 15,1 milioni di euro). Gli analisi fanno notare che il significativo calo dei ricavi nel trasporto merci è stato solo parzialmente compensato da una riduzione dei costi per materie prime e servizi.
Dal primo settembre scorso Tirrenia (compagnia sempre parte del gruppo Onorato Armatori) avrebbe dovuto lanciare una nuova linea dedicata al trasporto di carichi rotabili fra i porti di Livorno, Catania e Malta andando a concorrere direttamente proprio con Grimaldi, ma finora l'avvio di questo collegamento risulta essere stato rinviato. Nel breve termine pare invece che Moby sia in procinto di acquistare due traghetti costruiti negli anni Ottanta.

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

  • Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Dopo l’annuncio di un nuovo piano mirato a riconvertire aree portuali e retroportuali a depositi doganali per container e merci, il Gruppo Enel ha rivelato alcuni dettagli su quali saranno in concreto le idee e le ambizioni di Enel Logistics in questa nuova area di business.

Mare