Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

368 kg di coca sequestrati al porto di Genova


Un altro rilevante carico di cocaina pura è stato scoperto nel porto di Genova in un'operazione chiamata dagli inquirenti "Buon vento genovese". L'indagine è iniziata la scorsa primavera, quando gli inquirenti hanno individuato un narcotrafficante italiano affiliato alla costa Alvaro della 'Ndrangheta che trattava un carico di cocaina in Colombia con esponenti di un cartello locale. È quindi iniziata una vasta indagine internazionale, che ha coinvolto le polizie statunitensi Dea e Customer Border Protection, la polizia colombiana e quelle spagnola e francese. Gli agenti hanno seguito la spedizione dalla Colombia fino allo sbarco nel porto di Genova, dove la Finanza e le Dogane hanno sequestrato 368 chilogrammi di cocaina pura, per un valore di quasi cento milioni di euro. Al termine dell'operazione, la Finanza ha arrestato il narcotrafficante italiano e altre due persone implicate nel traffico, mentre una quarta è latitante. Oltre alla cocaina, i finanzieri hanno sequestrato 953.349,00 euro in contanti, numerosi telefoni cellulari criptati e un jammer.
Il narcotrafficante che trattava in Colombia è un pregiudicato già condannato per rapina, furto, danneggiamento, tentato omicidio, detenzione illegale di armi e munizioni, furto, falsa dichiarazione sulla identità propria, associazione per traffico di stupefacenti, ricettazione, estorsione (perpetrata anche attraverso atti intimidatori e dinamitardi), crollo di costruzioni. È il minore di cinque fratelli, tutti appartenenti alla storica cosca malavitosa del mandamento tirrenico e pluripregiudicati per associazione per traffico di stupefacenti. Le indagini continuano per identificare e rintracciare gli ulteriori responsabili del trasporto dello stupefacente dalla Colombia a Genova. A causa dei recenti sequestri di cocaina al porto di Genova, la Finanza ha rafforzato i controlli ai varchi doganali con cani antidroga.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    Cinque sigle dell’autotrasporto chiedono un incontro al Governo per affrontare i problemi degli autotrasportatori dell’acciaio che lavorano con l’ArcelorMittal, soprattutto il ritardo dei pagamenti e la revisione delle condizioni contrattuali.

Logistica

  • Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Dopo i 107 casi di positività al coronavirus, i controlli dell’Ausl di Bologna hanno rivelato almeno diciotto persone positive che operano nella vicina piattaforma Tnt. I sindacati chiedono provvedimenti per fermare il contagio.

Mare

  • Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Il sindacato di base SiCobas ha bloccato per alcune ore l’accesso del terminal container del porto di Napoli Conateco nell’ambito di una vertenza contro il licenziamento di alcuni lavoratori. Ripercussioni anche nella viabilità cittadina.