Array ( [0] => 13 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Le donne sono il 22% degli occupati nella logistica

    In un mondo del lavoro in cui, anche per i trasporti e la logistica, esistono casi in cui non sono assicurati neanche servizi igienici decenti per gli uomini e ancor meno per le donne, un problema molto grave che assilla la vita di due miliardi di persone nel mondo ricordato dall’Onu ogni 19 novembre nella giornata internazionale per i servizi igienici, World Toilet Day, lo spazio conquistato dalle donne ha un sapore darwiniano, risultato di una selezione selvaggia di forze naturali, che spesso richiede da parte delle donne dosi massicce di ostinazione, preparazione, intelligenza, in misura ben superiore a quelle necessarie a una persona di sesso maschile.

    Ma costruire richiede atti concreti, a cominciare dalla realizzazione dei servizi pubblici, in primis quelli di cura e assistenza. Pochi giorni fa, il Presidente del Consiglio Mario Draghi non a caso ha sottolineato l’urgenza degli asilo nido, le infrastrutture sociali che più di altre consentono alle donne di non vivere il conflitto tra la capacità di procreare, il proprio lavoro e la carriera.

    Abbattere la disputa, tutta culturale, tra maternità, lavoro e vita personale, dando strutture sociali idonee a rendere libere le donne di esprimere le proprie potenzialità, è un punto fondamentale anche per affrontare la gravità assoluta dell’invecchiamento senza precedenti della nostra società, frutto della bassa natalità, che comporta gravissimi problemi politici, economici e sociali, immediati e futuri. 

    Guardando al mondo dei trasporti, sugli 11 milioni di lavoratori del settore censiti dalla Unione Europea, solo il 22% sono donne. Un recente sondaggio sullo smart working, coordinato dalla Segretaria nazionale del sindacato Uiltrasporti, Francesca Baiocchi, su una platea di oltre 700 lavoratori, ha evidenziato una forbice del 21% tra uomini (60,5%) e donne (39,5%), sulla disponibilità a protrarre nel tempo il lavoro agile. Tale disparità nel terziario dei trasporti, segnala evidentemente, insidie nascoste. Lo smart working, oggi soluzione emergenziale, ma domani possibile espressione strutturata dell’organizzazione del lavoro, ha bisogno di analisi approfondite, per impedire che si trasformi in un ulteriore ostacolo ai percorsi professionali delle donne.

    In generale, la pandemia Covid-19 ha bruciato maggiormente posti di lavoro a prevalenza femminile il cosiddetto she-cession: secondo i dati della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, nel secondo trimestre 2020 su 100 posti persi il 56% erano occupato da una donna, coinvolgendo 470mila lavoratrici. Per la maggior parte si è trattato di occupazione a termine, autonoma, o in part time nei settori della assistenza domestica, della ristorazione e del turismo.

    Un dato che fa riflettere se si considera il settore marittimo delle crociere. Da stime IMO, International Maritime Organization, le donne sono circa il 2% dei circa 1,2 milioni di marittimi imbarcati, e una ricerca della Maritime HR Association del 2017, evidenzia che solo il 7% delle donne sono ufficiali contro il 42% degli uomini, ma ancora l’IMO ci dice che il 94% di tutte le donne imbarcate sono impiegate nel settore crociere con varie mansioni. Quindi la crisi delle crociere ha lasciato a casa moltissime donne.

    C’è anche chi sostiene che le donne che operano nel settore trasporti e logistica, sconterebbero una scarsa propensione allo studio delle materie scientifiche. Tuttavia, in Italia, secondo Alma Laurea, le donne sono quasi il 60% dei laureati, ed i dati Cerved-Fondazione Belisario ci dicono che nel mondo universitario sono donne il 47% dei ricercatori a tempo indeterminato, il 38% dei professori associati, ma solo il 23% dei cattedratici ordinari. Qualcosa evidentemente non quadra.

    Il Rapporto Donne di Manageritalia, elaborato annualmente su dati Inps, offre alcuni elementi interessanti. La Federazione nazionale dirigenti, quadri e professional del commercio, alberghi, trasporti, logistica e agenzie marittime del settore privato, nell’edizione 8 marzo 2021 su dati 2019, gli ultimi disponibili, conferma un costante trend di crescita di donne tra i dirigenti delle imprese private, che supera il 18%, in linea con quanto rilevato dal Cerved-Fondazione Belisario. Quello che è interessante è la distribuzione di questa percentuale all’interno delle fasce di età: nella fascia under 35 anni, le donne manager superano il 32%, in quella 35-under 40 raggiungono quasi il 28%. Ciò evidenzia un dinamismo tra le generazioni femminili più giovani, che lascia intravedere cambiamenti positivi per il futuro.

    Le regioni più rosa sono risultate Molise 30%, Sicilia 25,5% e Lazio 24%, seguite al 20% da Basilicata e Lombardia, che ha 10.171 dirigenti donne, il 48% del totale nazionale, trainate da Milano, con 8.251 donne, il 39% del totale nazionale di 21.095, contro 94.246 maschi. Le regioni con quote rosa al di sotto del 10% sono Abruzzo e Trentino Alto Adige.

    Per quanto riguarda i quadri d’azienda, che rappresentano un bacino naturale di futuri dirigenti, le donne sono oltre il 30% a livello generale, ma ancora una volta sopravanzano la media nazionale le under 35 con il 37% e le under 40 con oltre il 34%. Lazio (35%) Sardegna (34%) e Lombardia (32%) sono risultate, in questo ambito, le regioni italiane più rosa. Relativamente ai contratti gestiti da Manageritalia, dal 2008 al 2020 i dirigenti in generale sono cresciuti di circa il 15%, ma le donne dirigenti del 50%. A dicembre 2020, esse risultavano il 22% del totale dei dirigenti.

    Le Nazioni Unite, tra gli obiettivi per lo sviluppo sostenibile entro il 2030, hanno posto quello della piena parità tra i sessi: mancano solo 9 anni, ma tutto indica che c’è veramente ancora molto da fare.

    Giovanna Visco

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

Ford e Hermes sperimentano furgone a guida autonoma

TECNICA

Ford e Hermes sperimentano furgone a guida autonoma
DB Schenker presenta il drone da 200 kg di portata

TECNICA

DB Schenker presenta il drone da 200 kg di portata
Scania allunga la cabina dei camion stradali R e S

TECNICA

Scania allunga la cabina dei camion stradali R e S
A giugno Mercedes Trucks presenterà l’Actros elettrico

TECNICA

A giugno Mercedes Trucks presenterà l’Actros elettrico
Daf svela l’ammiraglia XG, nuova dentro e fuori

TECNICA

Daf svela l’ammiraglia XG, nuova dentro e fuori
previous arrow
next arrow
Tribunale convalida sequestro di 20 milioni a Dhl

LOGISTICA

Tribunale convalida sequestro di 20 milioni a Dhl
Domiciliari per l’autista che ha investito Belakhdim

LOGISTICA

Domiciliari per l’autista che ha investito Belakhdim
Confetra difende il contratto nazionale della logistica

LOGISTICA

Confetra difende il contratto nazionale della logistica
Federlogistica chiede un Albo per le imprese di logistica

LOGISTICA

Federlogistica chiede un Albo per le imprese di logistica
Scioperi nella logistica Amazon tedesca per il Prime Day

LOGISTICA

Scioperi nella logistica Amazon tedesca per il Prime Day
previous arrow
next arrow
Stretta di Londra sui clandestini in camion

BREXIT

Stretta di Londra sui clandestini in camion
Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia
La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico
Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale
Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio
previous arrow
next arrow
Domiciliari per l’autista che ha investito Belakhdim

CAMIONSFERA

Domiciliari per l’autista che ha investito Belakhdim
K44 podcast: più sicurezza in cabina con la video-telematica

CAMIONSFERA

K44 podcast: più sicurezza in cabina con la video-telematica
Accordo europeo sulla riforma dell’eurovignetta

CAMIONSFERA

Accordo europeo sulla riforma dell’eurovignetta
Potrebbero aumentare i pedaggi dell’A6 e dell’A10

CAMIONSFERA

Potrebbero aumentare i pedaggi dell’A6 e dell’A10
Primo passo per potenziare il nodo ferroviario di Verona

CAMIONSFERA

Primo passo per potenziare il nodo ferroviario di Verona
Divieto per i camion Adr sul tratto milanese dell’A4 fino al 2023

CAMIONSFERA

Divieto per i camion Adr sul tratto milanese dell’A4 fino al 2023
K44 videocast: annullate multe per velocità da cronotachigrafo

CAMIONSFERA

K44 videocast: annullate multe per velocità da cronotachigrafo
Il Lazio finanzia corsi per autisti di camion

CAMIONSFERA

Il Lazio finanzia corsi per autisti di camion
Rfi adegua ferrovia Bologna Padova per semirimorchi

CAMIONSFERA

Rfi adegua ferrovia Bologna Padova per semirimorchi
Nuova ferrovia Napoli-Bari tutta in cantiere entro il 2021

CAMIONSFERA

Nuova ferrovia Napoli-Bari tutta in cantiere entro il 2021
La superstrada Fipili sarà vietata ai camion?

CAMIONSFERA

La superstrada Fipili sarà vietata ai camion?
Due camionisti arrestati per avere 76 migranti nel semirimorchio

CAMIONSFERA

Due camionisti arrestati per avere 76 migranti nel semirimorchio
Deroghe al divieto di guida di veicoli con targa estera

CAMIONSFERA

Deroghe al divieto di guida di veicoli con targa estera
Approvato progetto del lotto Alba-Roddi dell’A33

CAMIONSFERA

Approvato progetto del lotto Alba-Roddi dell’A33
Multa di 4000 euro per falsa autorizzazione al trasporto

CAMIONSFERA

Multa di 4000 euro per falsa autorizzazione al trasporto
previous arrow
next arrow