Array ( [0] => 24 )

Primo piano

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Podcast K44

Normativa

Iveco investirà nel camion elettrico a idrogeno


Cnh Industrial, holding cui appartiene Iveco, ha annunciato oggi una collaborazione strategica con la società statunitense Nikola Motor Company, fondata nel 2014 per progettare e costruire veicoli industriali pesanti a trazione completamente elettrica. In una nota, Cnh spiega che investirà 250 milioni di euro, di cui 100 milioni in contanti e 150 in servizi (che consistono nella ricerca, ingegneria di fabbricazione, fornitura di componenti e altre attività di assistenza tecnica). Questa collaborazione comprenderà anche il costruttore di motori Fpt Industrial, sempre del Gruppo Cnh (almeno fino al 2021, quando Iveco e Fpt formeranno una società autonoma). L'investimento di Cnh contribuirà ad accelerare lo sviluppo dei due trattori stradali elettrici alimentati con celle a combustibile Nikola Two (per gli Stati Uniti) e Nikola Tre (per l'Europa). La nota aggiunge che "Nikola contribuirà con le proprie tecnologie a una joint venture europea con Cnh Industrial per lo sviluppo di celle a combustibile, assi elettrici, inverter, sospensioni indipendenti, stoccaggio d'idrogeno, aggiornamento software over-the-air e infotainment".
La collaborazione riguarderà lo sviluppo di camion elettrici con batteria e con celle a combustibile, ma anche l'uso della rete commerciale e d'assistenza d'Iveco in Europa per vendere il Nikola Tre nel Vecchio Continente. Iveco contribuirà sul piano tecnico condividendo alcune tecnologie applicate sul nuovo modello stradale S-Way. "È finalmente giunto il momento di fornire un autocarro pesante a emissioni zero", ha dichiarato Trevor Milton, amministratore delegato di Nikola. "Mentre altri costruttori affermano che questa soluzione non potrà essere portata sul mercato in tempi brevi, Nikola, Iveco e Fpt Industrial stanno dimostrando che ciò potrà avvenire in tempi ragionevoli". Parlando della collaborazione, Trevor ha affermato che "Nikola ha la tecnologia, ma ha bisogno di un partner con una rete europea per raggiungere l'obiettivo in modo rapido. Con gli investimenti e la collaborazione di Cnh Industrial, possiamo portare i camion a zero emissioni in Europa. Ora abbiamo le competenza per la produzione e pochi potranno ancora dubitare della nostra capacità di commercializzare un veicolo in tempi brevi".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    Cinque sigle dell’autotrasporto chiedono un incontro al Governo per affrontare i problemi degli autotrasportatori dell’acciaio che lavorano con l’ArcelorMittal, soprattutto il ritardo dei pagamenti e la revisione delle condizioni contrattuali.

Logistica

  • Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Dopo i 107 casi di positività al coronavirus, i controlli dell’Ausl di Bologna hanno rivelato almeno diciotto persone positive che operano nella vicina piattaforma Tnt. I sindacati chiedono provvedimenti per fermare il contagio.

Mare

  • Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Il sindacato di base SiCobas ha bloccato per alcune ore l’accesso del terminal container del porto di Napoli Conateco nell’ambito di una vertenza contro il licenziamento di alcuni lavoratori. Ripercussioni anche nella viabilità cittadina.