Array ( [0] => 12 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    L’incompiuta Pedemontana Lombarda aumenta pedaggio


    Nel luglio 2016, un comunicato dell'Autostrada Pedemontana Lombarda annunciava importanti cambiamenti e innovazioni, fra cui la riduzione del costo dei pedaggi e l'incremento di informazioni e trasparenza relative all'andamento dei lavori. Nonostante le offerte del periodo estivo (prorogate fino al 31 marzo 2017), che prevedevano uno sconto del 50 percento sui pedaggi a coloro che utilizzavano un metodo di pagamento automatico e superavano una soglia mensile, con l'inizio dell'anno nuovo anche la Pedemontana ha provveduto ad aggiornare le proprie tariffe.
    Il rincaro è pari all'inflazione programmata, cioè lo 0,90 percento. Nel tratto di 19 km che collega l'interconnessione A8/A36 con l'interconnessione A9/A36 (da Cassano Magnago provincia di Varese) a Lomazzo (provincia di Como), il pedaggio per veicoli merci leggeri è passato così a 3,93 euro, mentre quelli più pesanti pagano ben 5,87 euro.
    L'autostrada Pedemontana Lombarda è una delle infrastrutture italiane per la cui conclusione rimane difficile stabilire una data precisa, sia per l'imponenza dell'opera, che per il reperimento di fondi. Questo è quanto emerge anche dalle recenti dichiarazioni rilasciate al Corriere della Sera dall'ex magistrato di "mani pulite" Antonio Di Pietro, nominato presidente di Pedemontana Lombarda nell'estate del 2016.
    Secondo l'ex ministro dei Trasporti, il progetto doveva essere pensato diversamente, perché oggi appare eccessivo, ma l'autostrada deve essere ultimata poiché costerebbe molto di più non realizzarla. Inoltre, il fondo di garanzia approvato dalla regione Lombardia (415milioni di euro) dovrebbe essere l'incentivo per banche e investitori privati a credere nell'opera, tanto che la Bei (Banca Europea per gli Investimenti) – su richiesta inoltrata dello stesso Di Pietro – ha deciso di aprire una procedura per valutare lo stato dell'arte della nuova autostrada.
    Questa infrastruttura ha l'obiettivo di velocizzare gli spostamenti nell'area nord di Milano, interessando le provincie di Varese, Como e Bergamo. I tratti mancanti – da Cesano Maderno (MB) a Osio Sotto (BG) – rappresentano quasi tre quarti dell'intero progetto, a cui si deve aggiungere il completamento delle tangenziali di Varese e Como, arterie fondamentali per collegare la Svizzera e tutta l'area nord lombarda con la bergamasca. Due direttrici connesse alla Pedemontana, pensate per evitare il trafficato nodo della città di Milano e agevolare il trasporto merci su gomma lungo l'asse Europa-Italia.
    Ma sono proprio le due tangenziali a scatenare le proteste più vibranti. Entrambe sono soggette al pagamento di pedaggio e la tangenziale di Varese dal primo gennaio 2017, si è adeguata agli incrementi concessi dal Governo, fissando in 1,92 euro il costo per il transito dei mezzi pesanti. "Una beffa. Chiediamo da settimane un incentivo sui pedaggi a beneficio delle imprese e del sistema economico nel suo complesso, affinché il traffico pesante e quello commerciale possano liberare le strade provinciali, sempre più affollate e impraticabili. Il problema riteniamo sia da attribuire al costo del pedaggio, troppo elevato rispetto allo stato di avanzamento dell'autostrada e delle tangenziali; problema ulteriormente aggravatosi alla luce dell'aumento scattato dal primo di gennaio", ha dichiarato a TrasportoEuropa Davide Galli, presidente di Confartigianato Varese.

    Davide Debernardi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Cambianica ha ampliato e rinnovato la sede
    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • Stretta di Londra sui clandestini in camion

    Stretta di Londra sui clandestini in camion

    Con la Brexit, la Gran Bretagna ha adottato nuove misure contro l’immigrazione clandestina, che interessano anche le imprese di autotrasporto internazionale che svolgono viaggi da e per l’isola. Previste sanzioni fino a 4000 sterline per ogni immigrato trovato a bordo.

Mare

TECNICA

Nasce il gemello digitale del container aereo

TECNICA

Iveco rinnova i camion per l’edilizia

TECNICA

K44 videocast: La nuova generazione di Volvo FH e FH16

TECNICA

Renault presenta la nuova generazione dell’Express Van

TECNICA

Alleanza per sviluppare celle a combustibile per camion
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Dsv Panalpina espande l’attività in Sud Africa

LOGISTICA

Centrali elettriche dismesse diventeranno depositi doganali

LOGISTICA

Due coop di trasporto alimentare si fondono in Good Truck

LOGISTICA

DB Schenker noleggia container SkyCell per i vaccini

LOGISTICA

Ministro Orlando riceve il SiCobas per vertenza FedEx
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Stretta di Londra sui clandestini in camion

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

K44 podcast: l’autotrasporto conta sul camion usato

CAMIONSFERA

Nuova proroga per l’Autobrennero, ma è stallo sulla concessione

CAMIONSFERA

La Camera acquisisce un esposto sulle autostrade liguri

CAMIONSFERA

Infrastrutture stradali, dati carenti e sicurezza aleatoria

CAMIONSFERA

Rinvio del rendiconto per contributi all’acquisto di camion

CAMIONSFERA

Indagini sulla morte di un camionista a Ravenna

CAMIONSFERA

Salari degli autisti italiani sono calati del 10% dal 2010

CAMIONSFERA

Nasce un portale per l’assunzione di camionisti

CAMIONSFERA

Le nuove scadenze di patente e Cqc

CAMIONSFERA

Due progetti per la ferrovia Salerno-Reggio Calabria

CAMIONSFERA

Francia e Spagna vogliono riaprire il tunnel ferroviario dei Pirenei

CAMIONSFERA

I corridoi ferroviari internazionali restano senza commissari

CAMIONSFERA

Bozza Pnrr prevede 25 miliardi per le infrastrutture e i trasporti

CAMIONSFERA

Un tavolo sull’Iveco al ministero Sviluppo Economico

CAMIONSFERA

Settantuno indagati per il crollo del ponte Morandi
previous arrow
next arrow
Slider