Array ( [0] => 12 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Finanza sequestra materiale negli uffici di Autostrade


    Secondo le prime informazioni, i Finanzieri avrebbero sequestrato negli uffici della società Autostrade per l'Italia di Genova, Roma e Firenze non solo documenti, ma anche computer e telefoni cellulari di alti dirigenti, compresi quelli del presidente, dell'amministratore delegato e dei direttore del Tronco genovese. I Finanzieri hanno acquisito anche la corrispondenza tra Autostrade e il ministero dei Trasporti. Nella sede del Provveditorato delle Opere Pubbliche di Genova, la Finanza ha sequestrato un altro importante documento: è il verbale della riunione del 1° febbraio 2018 in cui questo organismo rilasciò il parere obbligatorio sul progetto di ristrutturazione del ponte Morandi presentato dalla società Autostrade.
    Di tale documento nel parla un articolo dell'Espresso, secondo in questa data la grave corrosione dei tiranti della pila 9, ossia quella crollata il 14 agosto, e della pila 10 (quella gemella rimasta in piedi) era nota sia alla società autostradale, sia al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Secondo il giornale, almeno sette tecnici, di cui cinque di parte ministeriale e due della società, "sapevano che la corrosione alle pile 9 e 10 aveva provocato una riduzione fino al 20% dei cavi metallici interni agli stralli, i tiranti di calcestruzzo che sostenevano il sistema bilanciato della struttura". Una delle ipotesi del crollo parla proprio della rotture di questi tiranti.
    La gravità del degrado della pila 10 è stata rilevata nelle scorse ora anche dalla commissione che sta ispezionando i resti del ponte. Il 23 agosto, il Procuratore della Repubblica, Francesco Cozzi, ha dichiarato in una conferenza stampa che "accertato uno stato severo di degrado anche del moncone del lato ovest di ponte Morandi", aggiungendo che il grado del degrado è comparabile con quello della pila 9 ed è precedente al crollo del ponte. Il degrado dei materiali della pila rimasta in piedi è di livello quattro (su una scala crescente di cinque), addirittura superiore a quello della pila che ha ceduto, che era di livello tre. Perciò, la Procura chiede l'abbattimento della pila, dovrà essere svolto tramite smontaggio o cariche esplosive. Cozzi ha anche precisato che al momento non sono stati emessi avvisi di garanzia e che la documentazione acquisita nella società Autostrade è "molto rilevante".
    Anche l'Autorità Nazionale Anticorruzione sta indagando sulla vicenda. Il suo presidente, Raffaele Cantone, ha chiesto alla società Autostrade l'invio degli atti dedicati alla manutenzione del ponte, ossia i progetti, i capitolati tecnici e i bandi di gara e gli aggiornamenti sugli interventi previsti sull'autostrada A10. Cantone cita anche la relazione del ministero dei Trasporti del 2016 sulle attività delle autostrade in concessione, dove emergerebbe la mancata attuazione del 72,89% degli interventi sulle autostrade A10, A7 e A12.
    Sulla richiesta dell'Anac, Autostrade per l'Italia precisa in una nota del 22 agosto che tale percentuale "si riferisce ad investimenti per il potenziamento della rete genovese (Gronda e nodo San Benigno) e non riguarda in alcun modo le attività di manutenzione. Il dato non deriva da scelte compiute dalla società, ma è l'effetto dei notevoli ritardi da parte delle istituzioni competenti nell'approvazione del progetto della Gronda di Genova e del ritardo con cui sono state rese disponibili alla società le aree del Lotto 2 di San Benigno (il potenziamento dell'accesso all'area portuale di Genova)".
    La società aggiunge che il ministero dei Trasporti ha approvato il progetto definitivo della Gronda di Genova nel settembre del 2017, con la previsione d'iniziare i lavori del febbraio del 2019. "Ma le previsioni di investimento citate nella nota di Anac si basano su quanto era previsto nel Piano Economico Finanziario del 2013, in cui si assumeva che l'autorizzazione fosse concessa nel novembre 2015 e l'avvio dei lavori avvenisse nel febbraio del 2017. Lo slittamento di circa due anni e la conseguente minor spesa per investimento sono state causate dal tempo - superiore al previsto - impiegato sia per la conclusione dell'intesa Stato-Regione che per l'approvazione del progetto definitivo da parte del ministero competente. Per quanto riguarda invece il nodo di San Benigno, si sono verificati ritardi nella messa a disposizione della Società delle aree interessate dai lavori a causa dell'interferenza con impianti e reti tecnologiche di altri gestori". La società conclude che "collaborerà in modo tempestivo e puntuale con l'Autorità Nazionale Anticorruzione per fornire tutte le informazioni necessarie ad accertare il pieno e tempestivo adempimento degli obblighi di Concessione anche per i piani manutentivi".

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

TECNICA

Aggancio automatico del semirimorchio di Jost

TECNICA

K44 Tecno: al volante (virtuale) del nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Boston Dynamics presenta un robot per caricare i camion

TECNICA

K44 videocast: Bruxelles prepara l’Euro VII per il diesel

TECNICA

Nuovo semirimorchio granvolume e leggero di Kögel
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Prosegue lo sciopero SiCobas alla FedEx

LOGISTICA

Amazon avvia apprendistato per manutenzione nella logistica

LOGISTICA

Via ai cantieri per logistica Amazon di Vicenza

LOGISTICA

Ceva lancia la divisione Forpatients per la logistica sanitaria

LOGISTICA

Alleanza giapponese per il camion elettrico
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Piano di sorveglianza ministeriale per le gallerie

CAMIONSFERA

K44 podcast: come funziona l’assistenza 24h dei camion

CAMIONSFERA

Assolti due dirigenti Michelin per incidente a camionista

CAMIONSFERA

Bando per formazione autisti container

CAMIONSFERA

La Francia rifinanzia e rilancia la Torino-Lione

CAMIONSFERA

Ferrovie tedesche in contropiede sulla frana del Reno

CAMIONSFERA

Il Canale di Suez sta potenziando la sicurezza della navigazione

CAMIONSFERA

Il raddoppio della ferrovia adriatica fa solo un mezzo passo

CAMIONSFERA

Progetto di nuovo canale tra Mar Rosso e Mediterraneo

CAMIONSFERA

Libera circolazione dei camion per tutto aprile

CAMIONSFERA

Campagna di controlli nell’autotrasporto animali a Pasqua

CAMIONSFERA

Test anti-Covid per camionisti che entrano in GB

CAMIONSFERA

Scoperta frode fiscale nel commercio di camion

CAMIONSFERA

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

CAMIONSFERA

Arriva dalla pioggia l’energia per muovere i camion
previous arrow
next arrow
Slider