Primo piano

  • Camion nel mirino della criminalità

    Camion nel mirino della criminalità

    Il TT Club e Bsi hanno redatto un rapporto sui furti e le rapine nel trasporto e nella logistica in tutto il mondo. Per quanto riguarda l'Europa, la gran parte degli attacchi avviene nei confronti dei veicoli industriali.

Podcast K44

Normativa

Società autotrasporto ragusane indagate per frode cronotachigrafo


La procura di Ragusa ha iniziato l'indagine alla fine del 2017 dopo un controllo sull'autostrada Ragusa-Catania, dove una pattuglia della Polstrada fermò un autoarticolato di un'azienda di autotrasporto ragusana. In quella occasione, gli agenti scoprirono che l'autista aveva la sua carta del conducente inserita nel cronotachigrafo, ma in cabina era presente anche quella di un suo collega. Poteva essere una dimenticanza, ma leggendo i dati di questa seconda carta gli agenti hanno scoperto che il suo titolare avrebbe guidato il camion fino a mezz'ora prima del controllo e per le tre ore precedenti. Gli agenti hanno quindi interrogato l'autista che dopo alcune risposte contraddittorie ha confessato di avere usato lui la carta del collega fin dal carico del veicolo, avvenuto alcune ore prima al mercato ortofrutticolo di Vittoria.
La Polstrada ha quindi approfondito l'indagine, scoprendo che la carta del collega era stata dichiarata smarrita con una denuncia presentata dal titolare dell'impresa di autotrasporto, che poi aveva chiesto un duplicato. Un ulteriore approfondimento ha mostrato che il titolare di tale carta stava guidando un altro camion proprio mentre risultava alla guida di quello fermato. Non solo: in passato risultava alla guida contemporaneamente di due veicoli intestati ad aziende di autotrasporto diverse, anche se riconducibili alla stessa proprietà (dui cui gli inquirenti non hanno fornito il nome).
Dopo questa indagine, la Polstrada ha denunciato alla Procura delle Repubblica l'autista e il titolare dell'impresa per avere attuato una strategia sistematica per falsificare i dati sul lavoro del conducente usando una doppia carta del conducente. Quindi, la pm di Ragusa Giulia Bisello ha delegato la Polstrada di svolgere altri accertamenti sugli autisti e sui veicoli delle due imprese di autotrasporto coinvolte, svolti con il software Police Controller. Dopo avere scaricato i dati dei cronotachigrafi, gli agenti hanno rilevato diversi cambi sospetti di carte del conducente che avrebbero permesso di far guidare un solo autista usando le ore disponibili per due. Inoltre, alcune carte conducente denunciate come smarrite erano usate da altri autisti della stessa società, così da svolgere lunghi viaggi verso il Nord Italia senza rispettare i tempi di guida e di riposo.
Una tappa decisiva dell'indagine è avvenuta il 20 dicembre 2018 con perquisizioni nelle sede delle due società di trasporto, che ha portato al sequestro di quattro veicoli industriali e di materiale informatico. Al momento della perquisizione era presente in sede solo un veicolo e gli altri sono stati individuati da alcune pattuglie della Polstrada, tra cui uno sotto sequestro a Caltanissetta perché coinvolto in un grave incidente stradale. Dopo questa operazione la Polstrada ha accertato responsabilità penali non solo a carico dei due rappresentanti legale delle aziende, ma anche verso dette autisti (due di Vittoria, tre di Ragusa, uno di Comiso e una di Caltanissetta), accusati si violazione degli articoli 437 e 110 del Codice della Strada. Oltre all'accusa di rimozione od omissione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro, gli autisti sono accusati anche di avere compiuto false denunce di smarrimento delle loro carte tachigrafiche.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Autotrasporto

  • Camionisti scioperano in Senegal contro il racket dei controlli

    Camionisti scioperano in Senegal contro il racket dei controlli

    Gasolio troppo caro, mancanza di aree di sosta per riposare e controlli su strada da parte della Polizia che si traducono nel pagamento di tangenti: questi sono i motivi che hanno spinto migliaia di autisti di camion senegalesi a spegnere i motori il 19 febbraio 2020.

Logistica

  • Il coronavirus si avvicina alla logistica italiana

    Il coronavirus si avvicina alla logistica italiana

    Il primo focolaio italiano del virus Covid-19 è stato rilevato nella provincia di Lodi, una delle aree più importanti per la logistica e il trasporto delle merci. Una quarantena in queste piattaforme potrebbe causare gravi disagi alla supply-chain. Serve un piano d’emergenza anche per questo settore, essenziale al rifornimento di …

Mare

  • Cma Cgm cancella alcune partenze verso l’Italia

    Cma Cgm cancella alcune partenze verso l’Italia

    La compagnia marittima francese Cma Cgm ha ridotto le partenze di portacontainer dalla Cina a causa del coronavirus e alcune di queste coinvolgono anche i porti italiani. La compagnia francese mette in guardia anche sulle criticità legate ai container refeer nel Paese asiatico.