Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Germania, padroncini esclusi da salario minimo autotrasporto


    Come TrasportoEuropa ha già comunicato, il 1° gennaio 2015 è entrata in vigore sull'intero territorio tedesco la nuova legge sul salario minimo, cui dovranno adeguarsi alle le imprese straniere che operano in Germania. Alcuni lettori ci hanno chiesto chiarimenti sulla sua applicazione e, a nostra volta, abbiamo interpellato la Dogana tedesca, responsabile per l'applicazione delle norme per i camion stranieri.
    Nella sua risposta, la Dogana conferma che la procedura prevista per le imprese straniere che operano in Germania vale anche per quelle della logistica o proprietarie dei camion che entrano nel Paese per qualsiasi motivo: carico o scarico delle merci, ma anche il semplice transito. Però, restano esenti i lavoratori autonomi, quindi anche i proprietari del camion che guidano personalmente il veicolo. In questo caso, consigliamo di portare documentazione che attesti tale situazione, possibilmente in inglese o tedesco, per affrontare con tranquillità eventuali controlli su strada.
    Quali sono gli obblighi che invece devono assolvere le imprese che mandano in Germania propri dipendenti? Il primo passo da compiere, prima ancora d'iniziare ogni viaggio, è inviare tramite fax una dichiarazione (da compilare su uno specifico modulo scritto in lingua tedesca) alla Bundesfinanzdirektion West di Colonia. La Dogana tedesca pubblica questo modulo sul suo sito online (riportiamo il link in fondo all'articolo), ma insieme alla risposta alle nostre domande ci ha anche inviato lo stesso modulo dove nelle parti da compilare ha segnato (in inglese) il tipo d'informazione da fornire (scaricalo qua).
    In sintesi, la dichiarazione da inviare via fax contiene i dati dell'azienda titolare del veicolo, la data d'inizio del trasporto e la sua durata, un indirizzo dove le Autorità tedesche possono trovare la documentazione sul pagamento degli autisti e una dichiarazione che prova il pagamento del salario minimo. La dichiarazione sul pagamento dell'autista viene presentata solo una volta, in fase di registrazione.
    Se i controlli su strada (per cui sono già formati duemila ispettori) verificano che tale modulo non è stato inviato, l'autotrasportatore può subire una sanzione fino a 30mila euro. La sanzione può arrivare a 500mila euro se un controllo dimostra che l'azienda non applica il salario minimo tedesco (che è di 8,50 euro l'ora, più alcune norme su straordinari e festività, che vengono spiegate sul sito web della Dogana tedesca).
    Se l'autotrasportatore svolge più di un trasporto o utilizza più camion in Germania, può inviare un solo modello, che però deve comprendere le attività che saranno svolte al massimo nei sei mesi successivi all'invio. Poi, deve spedire un altro modello. Se ci sono dei cambiamenti nelle attività di trasporto, rispetto a quanto scritto nella dichiarazione, non è obbligatorio notificarle alla Dogana. Per ogni trasporto, bisogna indicare il nome dell'autista, la sua data di nascita, data d'inizio e fine del viaggio.
    Ma questo è solo l'inizio. Infatti, entro sette giorni dal termine del viaggio l'autista deve registrare l'inizio e la fine del tempo di lavoro sul territorio tedesco e le ore lavorate. Questa documentazione può essere conservata anche fuori dalla Germania, purché sia in lingua tedesca e purché l'azienda dichiari esplicitamente che è sempre a disposizione della Dogana. Anche la mancanza di tale documentazione comporta una sanzione fino a 30mila euro.
    PAGINA WEB DOGANE TEDESCHE SU SALARIO MINIMO (INGLESE)
    MODULO DICHIARAZIONE SUI VIAGGI IN GERMANIA PER L'AUTOTRASPORTO (TEDESCO)

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

  • L’Egitto sequestra la portacontainer Ever Given

    L’Egitto sequestra la portacontainer Ever Given

    Un Tribunale egiziano ha ordinato alla società giapponese Shoei Kisen Kaisha, proprietaria della portacontainer Ever Given, di pagare 900 milioni di dollari per i danni causati dall’incagliamento nel Canale di Suez e ha sequestrato la nave.

TECNICA

Bruxelles studia la cybersicurezza nei veicoli autonomi

TECNICA

Alleanza tra Iveco e Plus per il camion autonomo

TECNICA

Aggancio automatico del semirimorchio di Jost

TECNICA

K44 Tecno: al volante (virtuale) del nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Boston Dynamics presenta un robot per caricare i camion
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Deutsche Post stanzia sette miliardi nella logistica sostenibile

LOGISTICA

Il profilo di chi cerca lavoro nella logistica

LOGISTICA

Prosegue lo sciopero SiCobas alla FedEx

LOGISTICA

Amazon avvia apprendistato per manutenzione nella logistica

LOGISTICA

Via ai cantieri per logistica Amazon di Vicenza
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Bosch produrrà microprocessori per veicoli in Germania

CAMIONSFERA

Dimezzato il potenziamento della ferrovia di Capodistria

CAMIONSFERA

Camionisti scioperano nei Paesi Bassi per aumento salario

CAMIONSFERA

Parte il bando per la galleria del Verghereto sull’E45

CAMIONSFERA

Ancora ritardi nelle consegne di camion in Europa e Usa

CAMIONSFERA

Piano di sorveglianza ministeriale per le gallerie

CAMIONSFERA

K44 podcast: come funziona l’assistenza 24h dei camion

CAMIONSFERA

Assolti due dirigenti Michelin per incidente a camionista

CAMIONSFERA

Bando per formazione autisti container

CAMIONSFERA

La Francia rifinanzia e rilancia la Torino-Lione

CAMIONSFERA

Ferrovie tedesche in contropiede sulla frana del Reno

CAMIONSFERA

Il Canale di Suez sta potenziando la sicurezza della navigazione

CAMIONSFERA

Il raddoppio della ferrovia adriatica fa solo un mezzo passo

CAMIONSFERA

Progetto di nuovo canale tra Mar Rosso e Mediterraneo

CAMIONSFERA

Libera circolazione dei camion per tutto aprile
previous arrow
next arrow
Slider