Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • I traffici container nel Mediterraneo si avvicinano all’Italia

    I traffici container nel Mediterraneo si avvicinano all’Italia

    L’edizione 2020 del rapporto Italian Maritime Economy realizzato da Srm mostra come il baricentro delle rotte dei container sta lentamente spostandosi verso le nostre coste, favorendo i porti della Penisola. Che però sono frenati dai collegamenti verso l’entroterra.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Frode fiscale sui carburanti in Umbria


    L'operazione, denominata Good Platts, ha sgominato un'associazione a delinquere presente in sette regioni italiane e in Svizzera, che importava carburanti dalla Slovenia e dalla Croazia e li vendeva in Italia evadendo Iva. In questo modo, l'organizzazione vendeva il carburante a un prezzo più basso di quello di mercato, producendo comunque enormi ricavi, che gli inquirenti valutano in 25 milioni di euro. L'inchiesta è iniziata da un controllo fiscale attuato in un'importante società di vendita di prodotti petroliferi umbra, di cui gli inquirenti non rivelano il nome. Questo controllo ha spinto la Finanza e i funzionari delle Dogane ad aprire l'indagine su un imprenditore umbro, che si è rivelato essere il "terminale privilegiato" di due organizzazioni criminali che in modo indipendente frodavano il Fisco, di cui una operante a livello internazionale.
    Come è già avvenuto in altro frodi sui carburanti, anche questa sfrutta la norma che negli acquisti di carburanti svolti all'estero, impone di pagare l'Iva non nel luogo di produzione, ma in quello di destinazione. Quindi, una delle due organizzazioni aveva creato una società in Svizzera, che acquistava regolarmente il carburante da due raffinerie in Slovenia e Croazia e lo rivendeva a otto società italiane, create apposta per attuare la frode. Ciò avveniva "parcheggiando" il carburante in un deposito fiscale italiano, mentre le società paravento emettevano false fatture di vendita ad un prezzo inferiore rispetto a quello di acquisto dalla società svizzera, con l'applicazione dell'Iva.
    Questo carburante low cost era distribuito a prezzi molto competitivi in una rete di distributori che facevano capo all'organizzazione criminale, distorcendo anche la concorrenza nel territorio interessato. Intanto, le società paravento non versavano l'Iva allo Stato, depositando i proventi del commercio in conti bancari svizzeri dove potevano attingere gli organizzatori della frode. Per evitare eventuali controlli, il prelievo del carburante dai depositi fiscali e il suo trasporto avveniva in modo formalmente regolare, così come erano saldati tutti i pagamenti all'interno della filiera. Solo l'Iva non era versata.
    Anche la seconda organizzazione applicava un meccanismo analogo, usando tredici società paravento intestate a prestanome, che vendevano il carburante ai distributori. Questa banda, però, aveva escogitato alcune varianti per rendere più complessa la ricostruzione. Per esempio, le società fittizie acquistavano il carburante da fornitori italiani invece che all'estero, presentando false dichiarazioni d'intento che attestavano lo stato di esportatori abituali, così da traslare sulle società paravento il debito Iva.
    Al termine dell'indagine, Finanza e Dogane hanno individuato ben ventuno società paravento, che in due anni hanno frodato 25 milioni d'Iva. Da quest'anno questo meccanismo di "frode carosello" dovrebbe essere ostacolato dalla nuova norma che impone il versamento dell'Iva allo Stato all'atto del prelievo del carburante dai depositi fiscali, così come avviene già per l'accisa. L'inchiesta ha portato a misure di custodia preventiva per tredici persone, otto in carcere e cinque agli arresti domiciliari, e al sequestro preventivo di 25 milioni di euro.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

TECNICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

TECNICA

GM sviluppa un sistema elettrico completo per logistica urbana

TECNICA

Schiphol sperimenta trattore per bagagli autonomo

TECNICA

La Cina progredisce nel camion autonomo

TECNICA

Semirimorchi aerodinamici di Schmitz Cargobull
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Allarme per l’approvvigionamento dei pallet in legno

LOGISTICA

Supermulta da 773 milioni e denunce a quattro società per i rider

LOGISTICA

Fercam apre da remoto una filiale in Svezia

LOGISTICA

Sindacati interrompono negoziato su Ccnl Logistica e Trasporto

LOGISTICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Altera cronotachigrafo, multa di 5500 euro

CAMIONSFERA

Denunciato camionista in Sicilia per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Cambio al volante di Scania dal primo maggio

CAMIONSFERA

Pontremolese in concessione per completarla

CAMIONSFERA

Arresti a Napoli contro rapinatori dell’autotrasporto

CAMIONSFERA

Guida 21 ore in un giorno e senza AdBlue, multa per autista e azienda

CAMIONSFERA

Arriva un nuovo operatore per il telepedaggio in Italia

CAMIONSFERA

Indagine per omicidio stradale sul tamponamento dell’A32

CAMIONSFERA

Autotrasporto protesta contro due autovelox sulla Fi-Pi-Li

CAMIONSFERA

Sciopero degli autisti della logistica Amazon di Padova

CAMIONSFERA

Tampone in Germania, lunghe code al Brennero

CAMIONSFERA

Il 2021 inizia in positivo per i veicoli industriali

CAMIONSFERA

Ferrovia trans-afghana tra l’Asia centrale e il Mar Arabico

CAMIONSFERA

Pagamento telematico del pedaggio in Marocco con DKV

CAMIONSFERA

Ispettorato Lavoro concede lavoro a chiamata per i camionisti
previous arrow
next arrow
Slider