Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Frode fiscale su 400 milioni di litri di carburanti


    Le prime notizie diffuse della Guardia di Finanza, che sta attuando le perquisizioni disposte dal procuratore capo Carlo Nordio con un centinaio di militi, parlano di una frode sul almeno 400 milioni di litri di carburante per autotrazione svolta da quattro organizzazioni. L'indagine – denominata Light Fuel - è iniziata nel novembre 2015 quando i Finanzieri della sezione Oli Minerali hanno scoperto che alcuni distributori di carburanti praticavano prezzi che non erano compatibili con la situazione di mercato, sospettando così una provenienza illecita del prodotto. L'indagine si è svolta non solo analizzando la documentazione contabile, ma anche seguendo le autobotti che rifornivano i distributori sospettati.
    Per svolgere una frode di enormi quantità di carburante non basta importarle clandestinamente, ma ci vuole un sistema di falsa documentazione, così i contrabbandieri hanno creato società "cartiere" intestate a prestanome poste tra il fornitore di carburante (una raffineria o un deposito) e l'acquirente del prodotto, che producono i falsi documenti che servono per non versare l'Iva allo Stato. Potevano farlo dichiarandosi "esportatori abituali".
    In questo modo, potevano acquistare formalmente il carburante da depositi fiscali italiani in regime di esenzione dell'Iva e dell'accisa perché avrebbero dovuto esportarlo. In realtà, il carburante non veniva portato all'estero, ma rivenduto in nero sul territorio italiano a distributori compiacenti, che a loro volta lo rivendevano al consumatore finale a un prezzo decisamente più basso della concorrenza legale, perché nessuno aveva versato Iva e accisa. Un'altra parte dei carburanti era importata dall'estero in modo regolare, ma la società "cartiera" non versava l'Iva. In questo caso, la maggior parte del prodotto era acquistata in Slovenia da una società con sede legale a Malta e operativa in Svizzera, su cui la Finanza sta ancora indagando.
    I Finanzieri hanno individuato ben trenta società – tra depositi, trader e distributori stradali di carburanti – che sarebbero a vario titolo coinvolte nella frode vendendo il prodotto. In particolare, i 400 milioni di litri sarebbero stato veduti da 259 distributori di tutta Italia nel 2015 e 2016, per un valore di 390 milioni di euro.
    Durante l'operazione di oggi, la Finanza ha sequestrato 18 milioni di litri di carburante e ha notificato 31 avvisi di garanzia ad altrettanti indagati residenti a Roma, Milano, Napoli, Como, Varese, Perugia, Piacenza, Treviso, Padova e Rovigo. I reati contestati – alcuni dei quali prevedono condanne superiori a sei anni – vanno dall'associazione per delinquere, all'omessa presentazione della dichiarazione, dalla presentazione di dichiarazione infedele alla sottrazione al pagamento dell'accisa, dalla ricettazione all'occultamento della documentazione contabile.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • Unatras vuole incontrare il ministro dei Trasporti

    Unatras vuole incontrare il ministro dei Trasporti

    L’unione dell’autotrasporto Unatras chiede al ministro dei Trasporti, Enrico Giovannini, di aprire un Tavolo di confronto per individuare le questioni più urgenti su cui intervenire, tra cui i recenti ostacoli apparsi in Germania e Austria.

Mare

  • I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I due principali porti container del Belgio, Anversa e Zeebrugge, si fondono per offrire un'unica entità al trasporto globale di container. Nel 2020 hanno movimentato 13,8 milioni di teu, più del traffico dell’intera portualità italiana e vicino a quello di Rotterdam.

TECNICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

TECNICA

GM sviluppa un sistema elettrico completo per logistica urbana

TECNICA

Schiphol sperimenta trattore per bagagli autonomo

TECNICA

La Cina progredisce nel camion autonomo

TECNICA

Semirimorchi aerodinamici di Schmitz Cargobull
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Due viceministri e un sottosegretario ai Trasporti

LOGISTICA

Allarme per l’approvvigionamento dei pallet in legno

LOGISTICA

Supermulta da 773 milioni e denunce a quattro società per i rider

LOGISTICA

Fercam apre da remoto una filiale in Svezia

LOGISTICA

Sindacati interrompono negoziato su Ccnl Logistica e Trasporto
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Altera cronotachigrafo, multa di 5500 euro

CAMIONSFERA

Denunciato camionista in Sicilia per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Cambio al volante di Scania dal primo maggio

CAMIONSFERA

Pontremolese in concessione per completarla

CAMIONSFERA

Arresti a Napoli contro rapinatori dell’autotrasporto

CAMIONSFERA

Guida 21 ore in un giorno e senza AdBlue, multa per autista e azienda

CAMIONSFERA

Arriva un nuovo operatore per il telepedaggio in Italia

CAMIONSFERA

Indagine per omicidio stradale sul tamponamento dell’A32

CAMIONSFERA

Autotrasporto protesta contro due autovelox sulla Fi-Pi-Li

CAMIONSFERA

Sciopero degli autisti della logistica Amazon di Padova

CAMIONSFERA

Tampone in Germania, lunghe code al Brennero

CAMIONSFERA

Il 2021 inizia in positivo per i veicoli industriali

CAMIONSFERA

Ferrovia trans-afghana tra l’Asia centrale e il Mar Arabico

CAMIONSFERA

Pagamento telematico del pedaggio in Marocco con DKV

CAMIONSFERA

Ispettorato Lavoro concede lavoro a chiamata per i camionisti
previous arrow
next arrow
Slider