Array ( [0] => 9 [1] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

Autotrasporto

  • Frode fiscale nell’autotrasporto a Formia

    Frode fiscale nell’autotrasporto a Formia

    La Guardia di Finanza di Formia ha sequestrato 500mila euro a una cooperativa di autotrasporto che aveva evaso l’Iva per cinque anni, producendo circa 1200 fatture false grazie anche una macchina da stampa.

    Cresce la tensione per il Green Pass nel trasporto

    Alla vigilia dell’entrata in vigore dell’obbligo del certificato verde Covid-19, ossia il Green Pass, crescono le preoccupazioni per le conseguenze di questo provvedimento sull’intera filiera logistica, che portano perfino ad allarmi sul rifornimento dei supermercati. I due nodi critici appaiono ora i porti e l’autotrasporto. Per gli scali marittimi, il primo segnale di allarme è arrivato da Trieste, dove nei giorni scorsi il Coordinamento Lavoratori Portuali afferma che il quaranta percento dei portuali non è vaccinato e conferma il blocco del porto dal 15 ottobre, giorno d’inizio dell’obbligo. Confetra Friuli Venezia Giulia comunica che le società portuali che rappresenta forniranno tamponi gratuiti al personale non vaccinato fino al 31 dicembre 2021, a condizione che dal 16 ottobre il porto continui a funzionare regolarmente. La confederazione avverte che l’attuale incertezza sta già deviando le merci su altri porti europei: “Se le operazioni verranno fermate, le merci troveranno altre strade più sicure e non ritorneranno facilmente indietro”.

    La domanda che si pongono gli operatori e se altri porti si trovano in questa situazione. Secondo il portavoce dei portuali triestini, Stefano Puzzer, potrebbe fermarsi anche Genova. Si stima che nello scalo ligure il venti percento dei lavoratori non sia vaccinato e Psa, che gestisce i terminal di Pra’ e Sech, ha annunciato che fornirà i tamponi gratis ai propri dipendenti per due mesi. Ma resta ovviamente il problema degli esterni, primo tra tutti gli autisti dei camion che trasportano i container. A Livorno e Gioia Tauro i lavoratori hanno chiesto tamponi gratuiti. Più rassicurante appare la situazione a Venezia, Napoli e Salerno, dove le Autorità portuali non prevedono fermi.

    Sulla possibile crisi dei porti è intervenuto anche il presidente di Federlogistica, Luigi Merlo, che esordisce affermando che trattare la questione di Trieste come un problema di ordine pubblico “rappresenta un errore clamoroso”. Merlo aggiunge che “ quando si tratta di occuparsi di temi che riguardano i porti, emergono solo insipienza e superficialità. Di volta in volta assistiamo al commissariamento del ministero delle Infrastrutture: era accaduto con il ministero dei Beni Culturali sul caso Venezia, esautorando totalmente le competenze del ministero delle Infrastrutture; si ripete oggi con il ministero degli Interni che su Green Pass interviene nei porti senza conoscerli e senza avere la minima idea di come funzionino, di quali equilibri li caratterizzino, persino di quali rapporti intercorrano fra concessionari e Stato”. In conclusione, “Il ministero delle Infrastrutture dovrebbe avere un sussulto di orgoglio e svolgere la funzione che dovrebbe essere sua”.

    Sul versante dell’autotrasporto, la Fiap ammonisce che “dai dati raccolti dalle imprese operanti nel settore e da diversi produttori/committenti, si stimano inefficienze e una possibile riduzione della capacità di consegna sino al 50%, derivanti dalla necessità per le imprese di dover effettuare i controlli, e/o per gli autisti privi di Green Pass di doversi sottoporre ai tamponi (al momento peraltro difficili da prenotare). Questo significa che potrebbero venire a mancare prodotti di consumo essenziali, ad esempio quelli alimentari e farmaceutici, ma anche carburanti e materie prime, necessarie al funzionamento della maggior parte delle industrie italiane”. L’associazione esprime anche il timore che “questa situazione contribuisse a creare una concorrenza sleale tra operatori/industrie che sceglieranno di operare nel rispetto della legge e altri soggetti che, invece, gestiranno i controlli in maniera più accomodante”.

    L’allarme sull’autotrasporto è ribadito da Confetra, secondo cui si rischia una paralisi perché il trenta percento degli autisti italiani non avrebbe il Green Pass e l’ottanta percento di quelli stranieri che svolgono trasporti internazionali da e per l’Italia non sarebbe vaccinato. Il direttore generale Ivano Russo ha dichiarato all’Agi che in Italia “circa 900mila addetti tra autotrasportatori, corrieri e operatori di magazzino, abbiamo una media del 25-30% non munito di Green Pass. Il 30% circa degli autotrasportatori è senza il certificato verde. È chiaro che se sottrai un terzo di forza lavoro a un settore già in affanno, da un lato perché è in crescita, dall'altro perché mancano circa 5mila autisti, vai verso una decapitazione dell'attività di consegna". Per affrontare questa crisi, Confetra chiede l’introduzione dell’obbligo vaccinale e l’applicazione dei provvedimenti anche agli autotrasportatori stranieri”.

    Sempre all’Agi, il presidente di Conftrasporto, Paolo Uggè, conferma i timori di fermo del trasporto e propone un rinvio dell’obbligo di tre mesi, tempo necessario per introdurre l’obbligo vaccinale. “Il tampone può essere utilizzato ma non si può fare un tampone ogni tre giorni. La soluzione è il vaccino per tutti entro un determinato termine”. Sull’obbligo anche agli autisti stranieri, Conftrasporto lo invoca già da alcune settimane: “In un settore fortemente internazionalizzato come questo, per gli autotrasportatori in arrivo dall'estero devono valere le regole attuali di prevenzione”.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Sponsorizzato

  • Cosa offre Amazon Relay ai trasportatori

    Cosa offre Amazon Relay ai trasportatori

    Amazon necessita di sempre maggiore capacità di trasporto, che viene alimentata grazie ad un programma dedicato, chiamato Amazon Relay. Ecco come funziona e come le imprese di autotrasporto vi possono aderire.
Carrozzeria isotermica realizzata con plastica riciclata

TECNICA

Carrozzeria isotermica realizzata con plastica riciclata
Quando il semirimorchio produce energia

TECNICA

Quando il semirimorchio produce energia
Il videocast K44 racconta le innovazioni del Solutrans

TECNICA

Il videocast K44 racconta le innovazioni del Solutrans
Scania svela telecamere retrovisori e serbatoio a goccia

TECNICA

Scania svela telecamere retrovisori e serbatoio a goccia
Contenitore per trasporto aereo fino a -70°

TECNICA

Contenitore per trasporto aereo fino a -70°
previous arrow
next arrow
Škoda sperimenta camion elettrici per intralogistica

LOGISTICA

Škoda sperimenta camion elettrici per intralogistica
Sdag Gorizia e Interporto di Trieste verso l’integrazione

LOGISTICA

Sdag Gorizia e Interporto di Trieste verso l’integrazione
Snam investe 23 miliardi per gas e idrogeno verde

LOGISTICA

Snam investe 23 miliardi per gas e idrogeno verde
Dsv crea rete logistica automatica e connessa per e-commerce

LOGISTICA

Dsv crea rete logistica automatica e connessa per e-commerce
Dhl Express prova camion a idrogeno nel Benelux

LOGISTICA

Dhl Express prova camion a idrogeno nel Benelux
previous arrow
next arrow
Il nuovo terminal di Calais non piace a traghetti e camion

BREXIT

Il nuovo terminal di Calais non piace a traghetti e camion
Pescatori francesi hanno bloccato le merci nella Manica

BREXIT

Pescatori francesi hanno bloccato le merci nella Manica
Gran Bretagna allenta i lacci del cabotaggio stradale

BREXIT

Gran Bretagna allenta i lacci del cabotaggio stradale
Italmondo crea sdoganamento in Belgio per trasporti in GB

BREXIT

Italmondo crea sdoganamento in Belgio per trasporti in GB
Peggiora la crisi logistica in Gran Bretagna

BREXIT

Peggiora la crisi logistica in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Partono i lavori del collegamento dello Fehmarnbelt

CAMIONSFERA

Partono i lavori del collegamento dello Fehmarnbelt
Il progetto Rail Baltica fa un passo avanti in Lettonia

CAMIONSFERA

Il progetto Rail Baltica fa un passo avanti in Lettonia
Controlli sugli autisti dei corrieri in Belgio

CAMIONSFERA

Controlli sugli autisti dei corrieri in Belgio
Iru chiede provvedimenti UE contro l’Austria sul Brennero

CAMIONSFERA

Iru chiede provvedimenti UE contro l’Austria sul Brennero
La Slovenia potenzia l’asse centrale delle ferrovie

CAMIONSFERA

La Slovenia potenzia l’asse centrale delle ferrovie
31 miliardi per la rete Fs, ma molte opere sono sulla carta

CAMIONSFERA

31 miliardi per la rete Fs, ma molte opere sono sulla carta
Operatori in campo per superare i limiti dell’AlpTransit

CAMIONSFERA

Operatori in campo per superare i limiti dell’AlpTransit
Undici arresti a Piacenza per sfruttamento di cento autisti

CAMIONSFERA

Undici arresti a Piacenza per sfruttamento di cento autisti
Webuild in soccorso degli austriaci per il Brennero

CAMIONSFERA

Webuild in soccorso degli austriaci per il Brennero
Polonia semplifica l’immigrazione degli autisti extra-UE

CAMIONSFERA

Polonia semplifica l’immigrazione degli autisti extra-UE
Carabinieri scoprono false patenti polacche

CAMIONSFERA

Carabinieri scoprono false patenti polacche
In Austria nuova tratta della Westbahn a quattro binari

CAMIONSFERA

In Austria nuova tratta della Westbahn a quattro binari
UE proroga le eccezioni al tempo di guida in Germania

CAMIONSFERA

UE proroga le eccezioni al tempo di guida in Germania
Cambia il protocollo Covid-19 per l’autotrasporto

CAMIONSFERA

Cambia il protocollo Covid-19 per l’autotrasporto
Iveco accelera l’ingresso in Borsa

CAMIONSFERA

Iveco accelera l’ingresso in Borsa
previous arrow
next arrow