Primo piano

  • Pronti dieci camion elettrici Lion per Amazon

    Pronti dieci camion elettrici Lion per Amazon

    Entro la fine del 2020 il costruttore canadese Lion Electric consegnerà ad Amazon i primi due esemplari del suo autocarro elettrico e altri otto seguiranno nel 2021. La compagnia ferroviaria CN firma un ordine per cinquanta trattori.

Podcast K44

Normativa

  • Successo alle inaugurazioni Renault Trucks di Trento e Verona

    29 Dicembre 2010 - Scarica l'articolo in formato PDF Verona – Se il successo di una concessionaria può essere misurato attraverso le presenze alla sua inaugurazione, allora quello della Arduini V.I. è assicurato. Alla prima veronese del dealer; svoltasi il 9 ottobre scorso, erano infatti presenti davvero tanti trasportatori, venuti a rendere omaggio a una delle famiglie storiche del […]

  • Dipendenti Renault Trucks si mobilitano per i bambini ricoverati

    29 Dicembre 2010 - «Un clown è come un'aspirina, solo che agisce due volte più in fretta. »
    Groucho Marx
    I dipendenti di Renault Trucks SAS hanno cuore e lo dimostrano! Hanno tolto i colletti blu e bianchi per indossare un'altra uniforme, quella della solidarietà. I vari servizi e le direzioni del costruttore di camion si uniscono volontariamente per sostenere l'associazione caritatevole docteur CLOWN tramite iniziative di raccolta di denaro nel luogo di lavoro. Spettacoli teatrali, pasticceria, tornei di scacchi, si fa di tutto per raccogliere fondi. Scelta dai dipendenti, l'associazione docteur CLOWN consente di rallegrare le giornate dei bambini ricoverati grazie a uno staff medico di tipo diverso, dotato di nasone rosso.
    «Tra queste tre associazioni, quale vorresti patrocinare?» Questa è stata la domanda posta ai 5.200 dipendenti di Renault Trucks SAS nell'aprile scorso. Risultato: il sessanta percento dei voti è andato all'associazione docteur CLOWN.
    Inizialmente, un'idea semplice: i dipendenti danno un po' del loro tempo per raccogliere fondi in favore di un'associazione. Si è creato un primo gruppo che ha convinto il direttore dello stabilimento di Lione, Michel Dupin, a sostenere il progetto. Questi ha dato il suo appoggio e ha deciso di sostenere finanziariamente il progetto.
    Con l'aiuto della rete di comunicazione dei vari servizi e direzioni, pilotata da Pascale Mézie, responsabile della comunicazione dello stabilimento di Lione, i dipendenti si organizzano per definire e realizzare azioni volte a raccogliere quanti più fondi possibile. «Durante la crisi, mi sono voluto impegnare per una causa. Sapevo che un'azienda come Renault Trucks avrebbe potuto facilitare le azioni di associazioni caritatevoli. Ho proposto quest'idea ai miei colleghi. Inizialmente, sono stati colpiti e ne hanno quindi dedotto che era un buon mezzo per unire maggiormente gli impiegati dello stabilimento di Lione. E' iniziata così l'avventura di CLOWN.» - Pascale Mezie, responsabile comunicazione stabilimento di Lione
    · Chi è docteur CLOWN?
    Aiutare i bambini malati a vivere meglio la loro malattia, così si riassume lo spirito di questa associazione indipendente e regionale, creata a Lione nel 1995. L'obiettivo del «docteur CLOW» è quello di offrire gioia ai bambini ricoverati e di fargli dimenticare per un momento l'ospedale e la malattia. A tal fine, 13 clown assunti con serietà e rigore, apportano ascolto, tenerezza, pazienza, disponibilità e soprattutto regalano sogni negli ospedali di Lione e dintorni.
    Di stanza in stanza, dalle sale giochi agli ambulatori, questi clown maghi improvvisano spettacoli e fanno partecipare i bambini ai loro giochi. Umorismo e gioia di vivere destano la fantasia dei bambini che di volta in volta sono spettatori e attori. Mireille Imbaud, presidente dell'Associazione, dice a ragion veduta: «ogni bambino diventa il centro di un circo invisibile». In presenza dei clown, non soltanto i bambini si divertono, ma gli staff medici constatano anche una migliore assimilazione dei trattamenti e delle cure.
    · Panoramica dei festeggiamenti per la raccolta
    Per 4 mesi, i dipendenti del costruttore francese di camion dedicano volontariamente una parte del loro tempo libero a raccogliere quanti più fondi possibili. Dalla vendita della prima colazione e di dolci vari, al torneo di poker, senza dimenticare il laboratorio di lavori a maglia e con l'uncinetto all'orario dei pasti, le azioni aziendali si susseguono, ma non si somigliano. Tutti possono partecipare e scoprire un talento nascosto oppure ancora esprimere creatività: le possibilità sono davvero tante! Tutti si adoperano con fatica e fantasia per riempire le casse dell'associazione docteur CLOWN.
    Vendita di dolci
    Con questa attività gustativa, sono iniziati i festeggiamenti. Numerosi golosi si sono dati appuntamento il 14 e il 15 settembre per assaggiare i dolci preparati dai loro colleghi. Operazione riuscita: l'incasso di questa azione ha fruttato 800€ all'associazione. Questo raduno appetitoso e conviviale prometteva già belle giornate dopo gli eventi. «Fare dolci? Cosa c'è di più semplice e divertente? Inoltre, è un mezzo per incontrare dipendenti di settori diversi che sarebbe stato difficile conoscere in altro modo. E ciò permette inoltre di dedicare un po' del proprio agli altri, di sentirsi utili.» - Catherine, addetta alla comunicazione. Poiché questa prima operazione è stata un successo, da allora viene ripetuta presso varie direzioni per il più gran piacere dei «lavoratori». Avranno bisogno di forza per portare a termine con successo questa maratona di attività! Cosa ne pensano…
    «E' sempre positivo che una grande azienda partecipi ad un'azione umanitaria». Ludovic, addetto comunicazione, webmaster, dipartimento qualità.
    «Ci è stata data l'occasione per essere orgogliosi della nostra azienda. Le relazioni professionali non sono più le stesse e la partecipazione tra collaboratori è stata rafforzata. Ad esempio, abbiamo acquistato molti dolci per i colleghi del servizio.»
    Marie, responsabile management, dipartimento qualità. «E' sempre positivo partecipare ad un'azione caritatevole. Inoltre, l'associazione docteur CLOWN si occupa dei bambini ammalati e questo può riguardare tutti. » Alain, officina garanzia. · Le giornate europee del patrimonio
    Altra data, altro pubblico! Renault Trucks ha aperto le porte durante le XXVIII Giornate europee del patrimonio. Oltre ad apprezzare la visita di uno stabilimento motore della mostra di veicoli del passato, i 2.250 visitatori hanno potuto constatare la partecipazione e il grande cuore dei dipendenti che avevano uno stand con l'insegna dell'associazione. Peluche, palline da giocolieri, penne, nasi rossi ed altri accessori e giocattoli con l'immagine di docteur CLOWN sono stati venduti dai dipendenti volontari di Renault Trucks. E' stato aperto anche un laboratorio di trucco per la gioia di grandi e piccini. La somma raccolta ammonta a 1.453 €. Sarà riversata interamente all'associazione docteur CLOWN.
    · Il «Charity Poker Tournament»
    Dal 2007, è d'uso da Renault Trucks organizzare ogni anno un torneo caritatevole. Secondo un'idea originale di Olivier Vandendriessche, il «Charity Poker Tournament» è stato istituito dopo la crescente popolarità del poker negli ultimi anni. Questo evento consente di riunire dilettanti e giocatori esperti attorno a un tavolo con un interesse comune: il Poker. In un'atmosfera divertente, a questo torneo possono partecipare circa 150 dipendenti con parenti e amici. Le selezioni si sono svolte in serata, dal lunedì 18 al venerdì 22 ottobre 2010. La grande finale di questo torneo si svolgerà martedì 9 novembre 2010. «Attorno al gioco si crea una vera e propria coesione. I partecipanti non vengono qui per vincere soldi, ma soltanto per divertirsi a giocare.» Olivier, capo progetto. I doni accumulati dai partecipanti durante le selezioni si aggiungeranno al piattino di docteur CLOWN. · Il laboratorio creativo di maglia e uncinetto
    Cosa c'è di più dolce di un pupazzetto? Dal mese di settembre, un laboratorio creativo Maglia e Uncinetto ha aperto le porte. Gaétane Lemaire e Marie-Claire Amelin sono state le promotrici di questa attività ludica: «Ci è venuta spontaneamente l'idea di produrre qualcosa tutti insieme.», ci raccontano, «La lana spesso è associata all'infanzia e alla dolcezza e ciò calzava perfettamente con l'associazione docteur CLOWN. Non si tratta semplicemente di riunire persone attorno ad una causa, ma di favorirne le relazioni sul piano umano.».
    Gli impiegati sono sollecitati per confezionare sciarpe, cappelli oppure ancora pupazzetti. Questi oggetti, facili da realizzare, saranno venduti ai primi di dicembre e gli introiti andranno nelle casse di docteur CLOWN. I dipendenti hanno così la doppia soddisfazione di confezionare e di vendere i loro oggetti, il tutto in favore di una bella e nobile causa. Questa attività consente un incontro tra esperti e principianti, i primi insegnano la loro arte ai secondi. Così, solidarietà e condivisione di esperienza sono il fulcro di questo laboratorio creativo.
    Ciò che ne pensano…
    «L'obiettivo è toccante, è la prima volta che vedo un'azienda fare un'azione così originale. Sono davvero colpito dal vedere quante persone hanno risposto all'appello di Gaétane e di Marie-Claire. Le iniziative sono svariate. E' bello vedere che la gente è sempre solidale in questo periodo di crisi». Mari Mar, servizio acquisti.
    «La cosa positiva è che questa attività consente un vero scambio, sia a livello umano che materiale (ci si cambiano modelli, idee, la lana…). Qualunque fosse stata l'associazione scelta, avrei risposto presente: è importante portare solidarietà nel mondo. Inoltre, la maglia o l'uncinetto hanno virtù rilassanti». Annabelle, business service.
    · La sfida degli Scacchi
    Dopo la dolcezza, largo ai domatori di meningi! La battaglia si fa in scena e la posta in gioco è alta! Un maestro di scacchi affronta 12 dipendenti di Renault Trucks al contempo. Calmi e concentrati, i partecipanti tentano di destabilizzare il vincitore e … si scopre che anch'egli è un dipendente di Renault Trucks. Un euro nel piattino del buon dottore per ogni partita persa dal nostro maestro di scacchi: ecco come motivare i giocatori. I partecipanti pagano una somma di loro convenienza, a mo' di iscrizione a questa sfida. Hanno un'ora per battere il campione. Un venerdì ogni due i dipendenti di Renault Trucks interromperanno la loro pausa pranzo per mettere sotto scacco (matto) un nuovo maestro. La strategia accompagna il buon umore sia tra gli spettatori che tra i giocatori.
    Cosa ne pensano …
    «Mi è piaciuta molto la combinazione di una buona azione con il fatto di avere una sfida da vincere, Stéphane Lenglet organizza corsi da qualche tempo e mi piaceva partecipare a questa azione di cui è uno dei promotori.» Gaël, customer service manager.
    «Ciò che mi ha motivato, oltre ai corsi di scacchi, è stata l'opportunità di giocare per la prima volta in contemporanea con un grande maestro. E' divertente: un piacere, una sfida e allo stesso tempo un sostegno per un'associazione.» Hubert, controllore finanziario.
    · Spettacolo teatrale
    Si alza il sipario sul laboratorio teatrale di Renault Trucks. Perché essere un clown non è forse e innanzitutto recitare una commedia? Due spettacoli, l'11 e il 14 ottobre, hanno consentito agli artisti di esprimere la loro solidarietà divertendo i colleghi. La troupe «Pièces de rechange» (Pezzi di ricambio), diretta da Valérie Barcelo, ha presentato scenette ed altre stravaganze per il piacere dei colleghi divertiti. Per ogni spettatore presente in sala, docteur CLOWN ha raccolto almeno 3 euro. I due spettacoli hanno fruttato 1.214 € all'associazione.
    Cosa ne pensano…
    «Sono stato piacevolmente sorpreso dalla qualità della recitazione degli attori, ho trascorso un momento molto piacevole e ho riso molto. Ci hanno offerto una pausa pranzo fuori dall'ordinario, un ottimo break. Personalmente, ho già fatto donazioni all'associazione docteur Clown e per questo apprezzo tantissimo il sostegno apportato e le azioni aziendali per raccogliere i doni.» Sabine, servizio acquisti cabina.
    «Queste scenette sono state tratte dallo spettacolo presentato lo scorso marzo. La troupe è stata lieta di prodursi nuovamente per una causa nobile. La direzione e soprattutto Pascale ci hanno sostenuto e sorretto per preparare queste rappresentazioni. L'unica difficoltà è stata nella messa in scena, poiché una sala di conferenze non è fatta per accogliere una troupe teatrale, ma tutto si è svolto comunque molto bene.» Valérie, regista e supporto progetto acquisti.
    · La parola a Michel Dupin, direttore dello stabilimento
    « Informato del progetto da un gruppo di dipendenti desiderosi di apportare il proprio sostegno ad un'associazione umanitaria, la direzione dello stabilimento ne ha rapidamente accettato il principio. Assistenza, comunicazione e messa a disposizione di locali sono i supporti logistici forniti dallo stabilimento. Questa azione consentirà di raggiungere vari obiettivi. Innanzitutto, poiché si tratta di un'iniziativa spontanea di coloro che appartengono a varie direzioni dello Stabilimento, l'esistenza stessa del progetto è un potente vettore di coesione inter-unità. In seguito, la scelta dell'associazione, avvenuta tramite un referendum interno, consente di coinvolgere un gran numero di persone, creando così le basi di un consenso generale. Infine, la molteplicità di azioni per raccogliere fondi genera una forma di coesione che supera ampiamente le relazioni strettamente professionali. La semplice gioia di partecipare in gruppo ad un'azione utile. » · La parola degli sponsor e della presidente
    Per quali ragioni avete patrocinato l'associazione docteur CLOWN?
    «Quando Mireille Imbaud (presidente dell'associazione docteur CLOWN) mi ha proposto 15 anni fa di patrocinare questa associazione, ho detto subito di sì. Innanzitutto perché sono lionese di origine ... Ma soprattutto perché tutto ciò che riguarda i bambini mi sta a cuore. I medici curano con tutto il loro sapere, i loro trattamenti, le loro operazioni e la loro scienza. Anche docteur CLOWN cura, in modo modesto, ma con magia.» - Mimie Mathy, sponsor di docteur Clown
    Con i giocatori dell'OL, siamo abituati a far visita ai bambini negli ospedali per rallegrare le loro giornate. E' stato quindi in modo del tutto naturale che ho accettato la proposta di Mireille Imbaud di sostenere questa lotta accanto all'associazione docteur CLOWN (…) I bambini malati sono una vera ingiustizia! Non parlano più, non mangiano più … Quando i clown vengono a trovarli, è un po' come se il sole entrasse in camera. Basta vedere sorridere i bambini. Sono momenti molto forti, momenti autentici (…) Quel che fanno i dipendenti di Renault Trucks? E' magnifico! E' un bello slancio di solidarietà» - Bernard Lacombe, sponsor di docteur CLOWN
    Cosa pensa della partecipazione dei dipendenti di Renault Trucks in favore dell'associazione?
    «Questa iniziativa è formidabile. La mobilitazione generale dei dipendenti di Renault Trucks rappresenta il senso della condivisione e della solidarietà che per me è fondamentale. Sapere che tanti dipendenti si adoperano per un'associazione che agisce nella loro regione, con tanto dinamismo e tante azioni diverse per ottenere il massimo risultato possibile, è bellissimo.» - Mireille Imbaud, presidente dell'associazione docteur CLOWN.
    Con allegre iniziative e spettacoli clowneschi tra i più seri, i dipendenti di Renault Trucks continuano la loro messa in scena con nuove idee ogni settimana. Le prossime sfide saranno una paëlla gigante il 26 ottobre a pranzo e una gara sportiva il 26 novembre, ecco come con buon umore e solidarietà i dipendenti di Renault Trucks si mobilitano per sostenere l'associazione docteur CLOWN.  

  • Cresce la rete Renault Trucks Italia

    3 Novembre 2010 - Due nuove realtà di vendita e di assistenza si aggiungono al network italiano per presidiare due aree strategiche del Veneto e del Friuli. Le ultime novità, in ordine di tempo, riguardano l'apertura di due strutture: la Friul Diesel a Pavia di Udine (Udine) e la Sartori Trucks di Brendola (Vicenza).  

  • Sicurezza secondo Renault Trucks

    3 Novembre 2010 - I camion, anche se indispensabili al buon funzionamento della nostra società, sono sempre additati dalla maggioranza del pubblico. Secondo i clichè più tenaci, il camion sarebbe fonte principale di incidenti. In occasione della settimana sulla sicurezza stradale è venuto il momento di dare un giro di vite a questa idea preconcetta. Il camion, statistiche alla mano, si dimostra essere piuttosto un buon discepolo in materia di sicurezza stradale.  

  • Cambio Optitronic su Renault Premium

    3 Novembre 2010 - L'arrivo del cambio robotizzato Optitronic sul Renault Premium Distribuzione segna la strada per economie di carburante e facilità di guida. Fino al 7% in meno di consumo di carburante per una potenza che arriva fino a 310cv e un MTT fino a 19 tonnellate. Le attività legate al settore della distribuzione troveranno nella proposta di Renault Trucks la risposta alle loro necessità.

  • Kerax in tuta blu

    3 Novembre 2010 - La società Iosa Trasporti di Terni si avvale di quattro Renault Kerax per svolgere bonifiche e manutenzioni nei grandi impianti industriali e siderurgici. L'ultimo arrivo è un Renault Kerax 450 8x4 con gru e vasca ribaltabile. Il Renault Kerax è riconosciuto come un lavoratore forte ed affidabile, ma si rivela anche molto flessibile: nato per il duro lavoro della cantieristica pesante, può indossare agevolmente anche la tuta blu e varcare i cancelli dei grandi impianti chimici e siderurgici. È quello che avviene presso la più importante azienda umbra che svolge attività di pulizia, trasporto e smaltimento di scarti industriali: la Iosa Carlo Srl di Terni.

  • Renault Trucks Italia punta sulla ripresa

    3 Novembre 2010 - La crisi economica globale non ha fermato gli investimenti di Renault Trucks nello sviluppo della rete di vendita e assistenza, come dimostrano le aperture di nuovi distributori e punti di assistenza avvenute negli ultimi due anni. Ed il processo di potenziamento prosegue anche nella seconda metà del 2010, perché la Losanga punta sulla ripresa dell'autotrasporto e della domanda di veicoli commerciali e industriali.

  • Sperimentazione ibridi RT con successo

    3 Novembre 2010 - Renault Premium Distribuzione Hybrys Tech, messo in prova all'inizio del 2009 nel quadro di una sperimentazione in condizioni reali di utilizzo a Lione, sta dando oggi i primi risultati, dopo 5000 chilometri di test. Il mezzo, equipaggiato con una attrezzatura per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, è stato utilizzato dall'amministrazione municipale di Lione e da SITA (SUEZ Environnement) per oltre un anno.

1 21 22 23

Videocast K44

Autotrasporto

  • Tornano  costi minimi dell’autotrasporto

    Tornano costi minimi dell’autotrasporto

    Il 27 novembre 2020 il ministero dei Trasporti ha annunciato la pubblicazione del Decreto sui “costi indicativi di riferimento dell’attività di autotrasporto merci”.

Logistica

Mare

  • Porti liguri puntano sulla Svizzera dal 2024

    Porti liguri puntano sulla Svizzera dal 2024

    La connessione ferroviaria tra i porti di Genova e Savona e la Svizzera è stata la centro della terza edizione di “Un mare di Svizzera”. L’anno di svolta sarà il 2024 e PSA annuncia una filiale nella Confederazione Elvetica.