TrasportoEuropa

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Dura replica di Strade dei Parchi su sicurezza A24 e A25

E-mail Stampa PDF

La società autostradale contesta le conclusioni del ministero dei Trasporti sulla sicurezza di 87 viadotti ribadendo che non presentano alcun rischio ma annuncia che rispetterà l'indicazione di regolare il transito dei mezzi pesanti e contrattacca sulle autorizzazioni per gli interventi antisismici.


Autostrada A25 controllo Viadotto San GiacomoIn una lunga nota diffusa il 19 ottobre 2018, la società Strada dei Parchi, concessionaria delle autostrada A24 e A25, dichiara che l'infrastruttura è sicura, contestando la relazione dell'ispezione svolta dal ministero dei Trasporti, secondo cui 87 viadotti mostrerebbero un "decadimento manutentivo" che non permetterebbe di raggiungere "l'adeguato standard di sicurezza con il regolare transito della circolazione". La società autostradale ha chiesto l'accesso agli atti "per individuare in quali uffici del Mit siano fermi i documenti, i progetti, e le prove tecniche inviate nelle settimane scorse al ministero stesso dal concessionario a seguito della richiesta degli uffici di effettuare prove di carico sui viadotti, così come prevedono le nuove norme tecniche del 2018".
Sull'analisi delle condizione delle autostrade, la concessionaria spiega che "in questi anni e anche nei mesi scorsi, abbiamo effettuato tutta una serie di verifiche tecniche sia sulla staticità di pile e impalcati sia sui materiali. In particolare sono state oltre cinquemila le prove di verifica dei materiali eseguite da laboratori esterni certificati. Tutto questo lavoro di progettazione viene eseguito nel pieno rispetto delle norme, con un'attenzione forte sull'osservanza dei criteri di sicurezza per i viaggiatori".
Quindi, la società vuole sapere se questa documentazione, presentata al ministero il 27 settembre 2017, sia stata sottoposta al ministro Toninelli e se da aprile 2018 i progetti per alcuni interventi "sono fermi in qualche scrivania del ministero aspettando il via libera ai lavori". Riguaro alla qualità dei controlli, la società afferma che a settembre di quest'anno ha rifatto tutti i calcoli e le prove di staticità dei viadotti usando i parametri introdotti nel 2018 e i risultati sono stati inviati al ministero tra settembre e ottobre.
Dopo questa spiegazione, Strade dei Parchi passa al contrattacco, affermando che se il ministero avesse considerato tale documentazione non avrebbe "lanciato allarme e alimentato timori sulla tenuta statica delle opere, assolutamente privi di fondamento tecnico". Non solo: "In questi anni, malgrado i continui e pressanti appelli del concessionario, non è mai stato dato il via libera ai lavori per la messa in sicurezza anti-sismica, necessaria alla luce di quanto è avvenuto dal 2009 a oggi tra l'Abruzzo e il Lazio". Secondo la società, i progetti sono già stati approvati da mesi ma mancano i necessari decreti ministeriali. Strada dei Parchi precisa di avere comunque avviato i cantieri sotto ai viadotti, soprattutto quelli in aree a più elevato rischio sismico, come Bussi e Valle Puligna.
Nella relazione ministeriale si raccomandava di porre attenzione al transito dei veicoli pesanti. Strade dei Parchi sottolinea che non ritiene necessari per la sicurezza nuovi limiti sulla sosta e sul sorpasso sugli 87 viadotti segnalati, ma comunque "nei prossimi giorni emanerà le nuove ordinanze necessarie per regolare il transito dei mezzi pesanti sui viadotti di A24 e A25". Questa decisione è stata presa "pur di fronte al fatto che la concessionaria sia stata messa nella condizione di apprendere l'esistenza di tale richiesta ben 48 ore prima della comunicazione formale, per il tramite di un inviato della trasmissione televisiva Le Iene impegnato nell'ormai solito agguato ad esponenti del Gruppo cui fa capo la concessionaria".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 
Letture:: 1788

newsletter_bottone

Iscriviti alla nostra Newsletter: riceverai nella tua casella di posta elettronica l'elenco con link delle ultime notizie pubblicate su TrasportoEuropa.

Informativa sulla privacy

Trasportonline banner ottobre 2017

Ultime Logistica

Immagine
Fusione nella movimentazione per la logistica
Mercoledì 20 Marzo 2019
Alma Logistica & Servizi intende prendere in affitto il ramo d'azienda Logistica Integrata della società napoletana Lct Igea Logistics and Job,... Leggi tutto...
Immagine
Spedizionieri, un’attività da rinnovare
Mercoledì 20 Marzo 2019
La neo-presidente di Fedespedi, Silvia Moretto indica la via per rilanciare una categoria che è a rischio, schiacciata tra le multinazionali del... Leggi tutto...
Immagine
Cma Cgm conquista Ceva Logistics
Martedì 19 Marzo 2019
Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi, la mattina del 19 marzo 2019 la società logistica ha ufficialmente dichiarato che la compagnia marittima... Leggi tutto...
Immagine
Gefco scorpora le attività Overseas
Lunedì 18 Marzo 2019
La società logistica francese annuncia che la filiale italiana cederà il ramo d'azienda delle spedizioni internazionali alla nuova società Gefco... Leggi tutto...
Immagine
Msc acquisisce due spedizionieri
Venerdì 15 Marzo 2019
Il gruppo fondato da Aponte ha assunto il controllo delle società di spedizione Atlantic Speditions e Searunner Shipping Leggi tutto...
Immagine
Prosegue lo sciopero alla Dhl
Venerdì 15 Marzo 2019
Anche il 15 marzo 2019 facchini e autisti che lavorano per conto del trasportatore tedesco hanno svolto presidi davanti ad alcune piattaforme... Leggi tutto...
Immagine
Grendi serve logistica Barilla in Sardegna
Venerdì 15 Marzo 2019
Il Gruppo alimentare ha affidato alla società genovese le attività di stoccaggio e distribuzione sull'isola dell'intera gamma dei suoi prodotti. Leggi tutto...
Immagine
Continua a frenare il trasporto italiano
Giovedì 14 Marzo 2019
La nota congiunturale di Confetra relativa al secondo semestre del 2018 conferma il rallentamento della crescita rilevato nei primi sei mesi, che... Leggi tutto...

Ricerca


Imprese

Camion ibrido alla conquista delle città


Fuso Canter Hybrid mareLa giapponese Fuso, del Gruppo Daimler, ha in listino il Canter Eco Hybrid, un autocarro con massa complessiva da 3,5 a 8,55 tonnellate che utilizza la trasmissione ibrida diesel-elettrica,...

j4age component required, but not installed